5149 Letture

Ubuntu continuerà ad integrare Mono. L'allerta di Stallman.

Secondo Scott James Remnant - ruolo di spicco all'interno del progetto Ubuntu - l'utilizzo di C# e, nello specifico, dell'implementazione "Mono" non viene considerato un problema. La distribuzione fondata da Mark Shuttleworth continuerà ad integrarla nel pacchetto d'installazione di default.

Remnant ha voluto puntualizzare come le persone che stanno dietro ad Ubuntu abbiano particolarmente a cuore la questione dei brevetti. Ed al momento, a proposito di Mono, il team di Ubuntu non è a conoscenza di alcun genere di contestazione.

Richard Stallman, attivista americano del movimento del software libero, hacker e programmatore, aveva nei giorni scorsi indirizzato una lettera aperta con la quale egli criticava l'inserimento di Mono come parte integrante dell'installazione standard di Debian. Stallman ritiene che ci si debba svincolare dalle implementazioni libere di C# in modo da mettersi al riparo da eventuali future contestazioni, sollevate da Microsoft, in materia di brevetti software.


Mono è una piattaforma che consente agli utenti Linux e Unix di interfacciarsi con la tecnologia .Net di Microsoft, il cui sviluppo è seguito da Novell mantenendo il progetto sotto forma opensource.

  1. Avatar
    jacopo
    03/07/2009 12:36:40
    Per la prossima versione di Ubuntu, si sta discutendo sul fatto di sostituire o meno lo storico media player di GNOME, Rhythmbox, con il multipiattaforma Banshee. Quest'ultimo è realizzato appunto in Mono. Per quanto mi riguarda sono favorevole a Mono e alle sue applicazioni.
  2. Avatar
    gnulinux866
    03/07/2009 08:03:06
    L'importante è che Mono non diventi parte integrante in maniera eccessiva nelle distro Linux,. Mono sulle distro Linux, usato ad esempio per F-Spot Tomboy ecc...ecc...non fa uso di alcun brevetto, imita quando è necessario le librerie grafiche di Windows. Ma la cosa più importante è che Net è uno standard e non può essere reclamato alcun brevetto perché la stessa Microsoft ha rinunciato nel momento della standardizzazione, anche se ci sono delle estensione brevettate, ma queste estensioni non vengono usate su Mono. Sono favorevole a Mono, perchè non vedo grossi pericoli all'orizzonte, ma se ci pensiamo quante aziende utilizzano Windows e hanno sviluppato negli anni applicazioni in .NET, se tali aziende vorrebbero migrare su Linux, cosa dovrebbero fare buttare via i lavoro di anni? Questo è un grosso scoglio che blocca al migrazione verso Linux, è Mono potrebbe proprio levare tale scoglio.
Ubuntu continuerà ad integrare Mono. L'allerta di Stallman. - IlSoftware.it