3250 Letture

VMware porta la virtualizzazione sul mondo "mobile"

VMware ha intenzione di dare il via alla virtualizzazione dei sistemi operativi per dispositivi mobili partendo dalla tecnologia acquisita da Trango Virtual Processors. L'obiettivo dichiarato è quello di aiutare i vendori di telefoni cellulari e smartphone a ridurre drasticamente le tempistiche di sviluppo.
Non solo. Anche gli utenti finali potrebbero beneficiare dalla virtualizzazione in ambito "mobile" grazie alla possibilità di creare più profili - uno, ad esempio, da impiegare per scopi lavorativi mentre l'altro per attività personali - sullo stesso telefono.

La Mobile Virtualization Platform (MVP) di VMware consentirà anche agli sviluppatori di separare servizi per l'autenticazione e DRM dal sistema operativo vero e proprio. L'accento sarà posto sulla gestione ottimizzata dell'utilizzo della memoria e del consumo energetico (batteria).

MVP è in grado di supportare molteplici piattaforme: VMware cita, ad esempio, Windows CE 5.0, Windows CE 6.0, Linux 2.6.x, Symbian 9.x, eCos, µITRON NORTi e µC/OS-II.

VMware porta la virtualizzazione sul mondo