4562 Letture

VirtualBox: la virtualizzazione Windows e Linux diventa opensource

Il tema della virtualizzazione diventa sempre più caldo ed attuale. E' stato infatti rilasciato in queste ore, sotto forma di prodotto opensource, VirtualBox. Si tratta di una soluzione che guarda con interesse al mondo dell'impresa pur presentandosi come software utilizzabile in ufficio od in ambiente "home".
Il software, messo a punto da InnoTek, viene distribuito sotto licenza GPL ("GNU Public License"; ved. queste notizie) diventando quindi un prodotto molto interessante anche per la comunità degli sviluppatori.
Al momento, VirtualBox può essere installato sia su macchine Linux che su piattaforma Windows ed è già in grado di offrire il supporto per un gran numero di sistemi operativi "guest" tra i quali Windows nelle versioni NT 4.0, 2000, XP, Server 2003 ed addirittura Vista, DOS/Windows 3.x, Linux con kernel 2.4-2.6, OpenBSD.
Alcune immagini relative al funzionamento di VirtualBox sono reperibili in questa pagina mentre il prodotto completo nelle versioni per Linux e Windows è scaricabile da qui.

VirtualBox: la virtualizzazione Windows e Linux diventa opensource - IlSoftware.it