1646 Letture
Vodafone punta sull'Internet delle Cose e presenta una soluzione integrata realizzata con Samsung

Vodafone punta sull'Internet delle Cose e presenta una soluzione integrata realizzata con Samsung

Grazie a un'importante partnership con Samsung, Vodafone presenta una soluzione di servizi e prodotti connessi per il controllo e la protezione della casa, accessibili dal proprio smartphone, anche in modalità remota. Il traffico generato per gestire i dispositivi IoT Vodafone non verrà mai addebitato.

Vodafone Italia ha presentato quest'oggi V-Home by Vodafone, una soluzione di servizi e prodotti connessi per il controllo e la protezione della casa, accessibili dal proprio smartphone.

V-Home by Vodafone utilizza il sistema IoT consumer V by Vodafone, lanciato lo scorso novembre, e la piattaforma aperta di Samsung SmartThings. I dispositivi sono connessi tramite Samsung SmartThings Wifi hub, dispositivo che permette di sovrintendere e coordinare il funzionamento dell'intero ecosistema di dispositivi intelligenti.

V-Home by Vodafone consente di gestire, monitorare e far interagire tra di loro i dispositivi connessi della propria abitazione, direttamente dallo smartphone.
Lo starter kit è composto dal Samsung SmartThings Wifi hub, da una telecamera di sicurezza, da un sensore multifunzione e una sirena. Tutti i dispositivi, semplici da collegare e installare, sono sempre accessibili e amministrabili in modalità remota utilizzando un'apposita app Vodafone.


Vodafone punta sull'Internet delle Cose e presenta una soluzione integrata realizzata con Samsung

Lo starter kit proposto dall'operatore di telecomunicazioni comprende i seguenti dispositivi:

- Samsung SmartThings Wifi hub: di dimensioni ridotte e capace di adattarsi a ogni tipologia di arredamento, è in grado di gestire un gran numero di prodotti IoT compatibili e connetterli alla piattaforma aperta SmartThings.

- Telecamera di sicurezza SmartThings: una telecamera compatta che permette di ottenere immagini di qualità (dispone di un sistema di rilevamento del movimento e di visione a infrarossi incorporata per le ore notturne), archiviando le registrazioni degli ultimi 14 giorni sul cloud. Vodafone permette la consultazione dei video caricati sui server cloud senza consumare traffico dati ("i giga") del proprio piano dati mobile.


- Sensore multifunzione SmartThings: un sensore multifunzione, da collocare su porte o finestre, invia una notifica se la porta o la finestra viene aperta o chiusa in modo imprevisto oppure se viene lasciata aperta. Il sensore può anche monitorare i cambiamenti di temperatura e le vibrazioni all'interno di una stanza, inviando una notifica se la stanza è troppo calda oppure troppo fredda, o se qualcuno bussa alla porta.

- Sirena SmartThings: una sirena d'allarme piccola ma potente (85 decibel) dotata anche di una luce stroboscopica. Può essere collegata a qualsiasi presa di corrente e si connette a Samsung SmartThings Wifi hub utilizzando il protocollo wireless ZigBee.

Per configurare V-Home by Vodafone è sufficiente avviare l'app Vodafone ed eseguire la scansione del codice QR riportato sul Samsung SmartThings Wi-Fi hub. In questo modo il dispositivo sarà automaticamente collegato all'account personale dell'utente. I dispositivi IoT a loro volta attestati sull'hub Vodafone saranno a loro volta aggiunti senza richiedere alcun intervento manuale da parte degli utenti.

Una volta abilitati i dispositivi, i clienti possono verificare in ogni momento il loro stato e impostare le regole di attivazione e le preferenze di utilizzo, oltre a gestire da remoto i dispositivi e gli elettrodomestici connessi della propria casa, anche tramite gli assistenti vocali presenti sul mercato.

Inclusi nella soluzione i servizi “V-Home Alarm Assistant” e “V-Home Monitor”.
Il primo, in caso di evento inatteso rilevato, avvisa l'utente mediante una notifica sull'app e, successivamente, solo se l’allarme non viene disattivato, con un SMS, una chiamata tramite IVR e, infine, tramite un consulente dedicato. In caso di fallimento di tutti questi tentativi di avviso, entro i 15 minuti successivi all'attivazione dell’allarme verranno chiamati altri 5 contatti selezionati dal cliente in fase di configurazione.


“V-Home Monitor” è invece l’interfaccia all’interno della applicazione che permette di attivare e disattivare, anche da remoto, tutti i dispositivi connessi e i servizi di V-Home, in maniera intuitiva grazie a una configurazione già preimpostata. Grazie a questo servizio, i clienti possono configurare e fare interagire tra di loro una vasta gamma di dispositivi, oltre a quelli legati alla protezione. Tra questi: sensori di temperatura d'ambiente, rilevatori di calore, lampadine connesse, e così via.

Grazie alla collaborazione con Zurich Italia, inoltre, tutti i clienti che decideranno di attivare “V-Home by Vodafone” avranno in regalo “Zurich Assistenza Casa”, il servizio di assistenza domestica che prevede l’invio di uno specialista (idraulico, sorvegliante, fabbro, vetraio) in caso di emergenza, per un massimo di 3 interventi all’anno per ogni tipologia di intervento, con un massimale di 150 euro ciascuno.

“V-Home by Vodafone” ha un costo iniziale di 349 euro e un canone mensile di 7 euro per il servizio. Per chi è già cliente di Vodafone, l'abbonamento mensile viene automaticamente addebitato sulla fattura Vodafone.
Maggiori informazioni sono ottenibili a questo indirizzo.

All'inizio di giugno anche TIM aveva presentato un'applicazione per l'Internet delle Cose che sarà a poco a poco resa compatibile con tanti dispositivi smart prodotti e commercializzati da terze parti (quindi non soltanto con i prodotti commercializzati direttamente dall'ex monopolista): L'app IoTIM permette di gestire tutti i dispositivi per l'Internet delle Cose, anche di terze parti.

Vodafone punta sull'Internet delle Cose e presenta una soluzione integrata realizzata con Samsung