1768 Letture

WebTrends 7: il bello del web a portata di tutti

Il bello del web è la sua misurabilità, peccato che per "misurare" le performance di siti e portali sia necessario mettersi nelle mani di web manager.
Per un uomo di marketing che sceglie di usare intensamente la Rete è come guidare un auto ad alta velocità senza poter leggere il contachilometri.
Si può conoscete tutto ma attraverso la mediazione di una terza figura, specialistica, che rischia di far perdere tempo prezioso e di "interpretare" i dati. Se si guidasse un auto con questo metodo si correrebbe il rischio di frenare troppo tardi o magari troppo presto.
Nel web si perdono dati e sfumature dalle quali dipendono decisioni importanti.
Ed è qui che si gioca la nuova grande sfida di WebTrends, che con la release 7 dello storico sistema di web analisys vuole portare la web analisiys direttamente nelle mani di marketing manager, top manager e di tutte quelle figure che non hanno una specifica competenza tecnica o di web analisys ma che basano la maggior parte delle loro decisioni proprio sul web.
Tracie Caroopen, territory manager di WebTrends per l'Italia e il Belgio si sbilancia sino a sostenere che WebTrends 7 rappresenta la piattaforma di base per produrre report in grado di fornire una misurabilità del ritorno degli investimenti sul web.
E' una promessa importante, che accende aspettative forse eccessive ma che parte dal presupposto fondamentale di consentire a tutti coloro che lavorano direttamente sul web di conoscere con altissimo livello di dettaglio i comportamenti degli utenti e di poter intervenire in tempo reale per cogliere le opportunità o per risolvere problemi.
Caroopen ricorda come i punti qualificanti di qualsiasi strategia web siano sostanzialmente suddivisibili in tre aree: acquisizione visitatori, conversione del loro interesse in azioni concrete e fidelizzazione.
Ciascuna di queste azioni è promossa e sorretta da specifiche azioni ed è necessario controllare in ogni momento se la struttura e il dosaggio del marketing mix è corretta ed efficace o se necessita di un intervento. Nel passato qualsiasi azione era subordinata all'intervento del web manager al quale era delegata la definizione dei criteri e dei metodi di analisi.
"Con WebTrends 7 - sottolinea Caroopen - i content manager, i marketing manager, le persone che operano a livello di e-commerce potranno avere direttamente accesso al sistema di analisi definendo con estrema facilità le aree e le categorie di analisi per ottenere con vari livelli di automazione un report con i risultati richiesti ".
Ma WebTrends 7 non rappresenta solo una semplificazione nella relazione tra web analisys e top management delle imprese, il sistema aggiunge una serie importante di funzionalità.
Il reporting portfolio del nuovo sistema prevede una accurata performance delle campagne di marketing, una valutazione in tempo reale sui motori di ricerca, report dettagliati sulle attività commerciali e sull'efficacia dei contenuti e degli scenari di navigazione.
Per quanto riguarda l'analisi della navigazione WebTrends 7 introduce il concetto di mappatura visiva della navigazione, uno strumento che permette di avere una immediata percezione dei percorsi di navigazione privilegiati dai navigatori. Il nuovo prodotto offre poi nuove funzionalità legate alla segmentazione dell'audience, con segmentazioni su metriche predefinite basate anche su una analisi del comportamento nel tempo dei visitatori.
L'altra grande novità di WebTrends 7 riguarda la disponibilità del servizio in modalità Asp (Application serve providing) ovvero nella formula on-demand che consente alle aziende di sfruttare tutte le potenzialità del prodotto senza la necessità di acquistarlo.
www.01net.it

WebTrends 7: il bello del web a portata di tutti - IlSoftware.it