4101 Letture

Wi-Fi: voglia di rivedere il "decreto Pisanu"

La scadenza del 31 dicembre prossimo è occasione importante per rimettere in discussione il decreto Pisanu, datato ormai 2006, e le restrizioni all'accesso a Internet e allo sviluppo stesso della rete nel Paese.

Accanto ai movimenti di opinione, qualcosa si muove anche a livello istituzionale.
Così, in giornata, in occasione del question time alla Camera, è stato lo stesso ministro dell'Interno Maroni a garantire nel corso della prossima settimana la presentazione di una nuova proposta di legge che abbia proprio l'obiettivo di superare le limitazioni fin qui imposte dal decreto Pisanu.

La proposta, della quale al momento non si ha alcuna bozza, dovrebbe, nelle intenzioni del ministro cercare un punto di equilibrio tra la necessità di garantire la sicurezza e l'esigenza di assicurare più semplice accesso a Internet e alle reti Wi-Fi.

Assoprovider, l'Associazione Italiana dei Provider indipendenti, aveva nei giorni scorsi accolto con entusiasmo la notizia che il mondo politico (bipartisan, ved. questa notizia) "intende finalmente rivedere il decreto Pisanu nella sua ormai anacronistica formulazione.
Assoprovider ricorda come - dopo una lungo confronto con le Istituzioni - abbia "ottenuto da qualche anno che in Italia fosse autorizzato l'uso del Wi-Fi outdoor per connettersi ad Internet, quale strumento sia di lotta al digital divide che di promozione del turismo". Sempre Assoprovider ha proposto ed ottenuto dal Ministero degli Interni l'autenticazione degli accessi Wi-Fi mediante un semplice SMS.

Con un comunicato apparso sul suo sito ufficiale, l'Associazione Italiana dei Provider indipendenti "auspica che finalmente vengano rimossi ulteriori ostacoli anacronistici e illogici, quali ad esempio il vincolo sulla nazionalità dell'operatore della carta SIM utilizzata per l'autenticazione, e auspica che contestualmente vengano aggiunte nuove modalità di autenticazione dell'utente, moderne, semplici ed accessibili a chiunque grazie alle tecnologie ICT oggi disponibili".


www.01net.it

Wi-Fi: voglia di rivedere il