2225 Letture

WiMax: 179 offerte valide per 50 milioni di Euro

Il Ministero delle Comunicazioni apre le buste per il Wimax e dà il via all’asta per l’assegnazione delle frequenze per la banda 3,4-3,6 GHz. Per la gara sono arrivate 179 offerte iniziali valide per tutti i 35 diritti d’uso (14 macroregionali e 21 regionali/provinciali). Non essendoci però aree per le quali sia stato possibile procedere all’assegnazione immediata dei diritti d’uso si è passati alla fase d’asta che avrà inizio il 13 febbraio.

In totale le offerte ammontano a 49.800.000 somma destinata a crescere con i rilanci della gara. In molte regioni le offerte si equivalgono con differenze al massimo di un euro, mentre l’offerta maggiore è arrivata da Toto Costruzioni con 3.521.870 euro e 3.511.770 per le due licenze macroregionali che comprendono Veneto, Friuli Venezia Giulia, Marche ed Emilia Romagna.

In gara c’è ovviamente anche Telecom, ma anche Mediaset con Elettronica Industriale, E-Via del gruppo Retelit, Infracom e Fastweb che limita le sue offerte a Lombardia e Veneto.


Le tabelle riassuntive, con l’elenco dei soggetti ammessi alla fase dei rilanci - distinti per blocchi e per aree di gara, con l’indicazione delle cifre offerte da ciascun partecipante ammesso - sono disponibili sul sito del Ministero delle Comunicazioni, facendo riferimento a questo file PDF.
www.01net.it

WiMax: 179 offerte valide per 50 milioni di Euro - IlSoftware.it