Sconti Amazon
lunedì 12 luglio 2021 di 40584 Letture
Windows 10, trucchi e segreti aggiornati

Windows 10, trucchi e segreti aggiornati

Una selezione dei migliori trucchi e segreti per Windows 10: la collezione di tips che vi proponiamo verrà via a via aggiornata nel corso delle prossime settimane con tanti nuovi suggerimenti. Un articolo multipagina in continua evoluzione.

Gestione di programmi, file e documenti

Evitare che i programmi si riaprano automaticamente dopo il riavvio o, viceversa, fare in modo che ciò avvenga

Per impostazione predefinita, Windows 10 fa in modo di riaprire automaticamente tutti i programmi sui quali si stava lavorando nella precedente sessione di lavoro dopo un riavvio della macchina. Si tratta di un comportamento che alcuni vorrebbero estendere ad altre applicazioni mentre per altri è inutile e fastidioso: come personalizzare l'approccio utilizzato all'avvio di Windows 10 lo abbiamo spiegato nell'articolo Windows 10, dopo il riavvio le applicazioni si riaprono automaticamente.

Con la "storica" combinazione di tasti ALT+TAB è possibile passare da un programma in esecuzione all'altro (cosa possibile anche dalla Timeline). Come visto nell'articolo Come passare da una finestra all'altra con ALT+TAB e le altre scorciatoie si possono usare combinazioni come CTRL+ALT+TAB per attivare il passaggio da un'applicazione all'altra con la pressione dei tasti freccia.

Come usare al meglio le finestre di Esplora file, il file manager di Windows

Nell'articolo Esplora file: una guida ai segreti dell'interfaccia di Windows ci siamo concentrati su tutte le modalità di visualizzazione e gestione di file e cartelle offerte dall'interfaccia del sistema operativo.

Alcune delle indicazioni offerte sono particolarmente utili per gestire al meglio file e directory, copiare e spostare i dati.

Passare rapidamente da una finestra all'altra dello stesso programma

Windows 10 raggruppa all'interno della medesima icona nella barra delle applicazioni tutte le finestre aperte con uno stesso programma.

Si pensi ad esempio a Esplora file: lasciando il puntatore del mouse sulla sua icona nella barra delle applicazioni si ottengono le miniature di tutte le finestre aperte con la possibilità di selezionare l'una o l'altra. Lo stesso effetto si ottiene cliccando una volta sull'icona nella barra delle applicazioni.

Cosa meno nota è che tenendo premuto il tasto CTRL quindi cliccando sull'icona nella barra delle applicazioni apparirà l'ultima finestra aperta.

Se si volesse attivare per impostazione predefinita questo comportamento basta digitare quanto segue in una finestra del prompt dei comandi aperta con i diritti di amministratore:
reg add HKCU\Software\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Explorer\Advanced /v LastActiveClick /t REG_DWORD /d 1 /f

taskkill /im explorer.exe /f
explorer.exe

Per ripristinare il comportamento predefinito è sufficiente sostituire /d 0 nel primo comando al posto di /d 1.

Modificare il contenuto del menu Invia a

Cliccando con il tasto destro del mouse su qualunque elemento presente sul desktop di Windows 10 o in qualsiasi altra cartella appare il menu contestuale contenente anche la voce Invia a, utile per trasferire l'elemento selezionato all'applicazione selezionabile dal menu.

Tenendo premuto il tasto MAIUSC mentre si fa clic con il tasto destro, potrebbero essere mostrate voci addizionali.

Inoltre, usando la combinazione di tasti Windows+R quindi digitando shell:sendto si possono personalizzare le voci visualizzate nel menu Invia a (è ad esempio possibile aggiungere ulteriori collegamenti ad altre applicazioni installate sul sistema).

Rimuovere le voci aggiuntive che appaiono nel menu contestuale

A seconda di dove si faccia clic con il tasto destro del mouse (ad esempio sul desktop, in una cartella, su un file,...), Windows 10 potrebbe mostrare voci di menu aggiuntive non previste nella configurazione predefinita del sistema operativo.

Negli articoli Esplora risorse ha smesso di funzionare, le soluzioni e Pulire il menu contestuale di Windows: come si fa abbiamo spiegato come eliminare le voci che inutili che appaiono cliccando in Esplora file con il tasto destro del mouse.

La procedura consiste nello scaricare il software gratuito ShellExView e dapprima disattivare, per poi rimuovere, eventuali componenti software che causassero problemi a Esplora file o semplicemente che affollassero il menu contestuale.

Il suggerimento è di concentrarsi sugli elementi evidenziati in rosa ovvero quelli non strettamente legati con il funzionamento del sistema operativo (non sviluppati da Microsoft). A tal proposito, fare clic sul menu Options di ShellExView e selezionare Hide All Microsoft Extensions.

Vedere anche Explorer.exe: cosa fare se occupa il processore al 100%.

Ricerca avanzata di file e cartelle in Windows 10

Windows 10 offre la possibilità di cercare rapidamente i contenuti che interessano basandosi non soltanto sui nomi dei file ma anche sulle informazioni che essi memorizzano.

Nell'articolo Cercare file nel PC Windows 10: come funziona la nuova ricerca abbiamo visto come configurare al meglio l'indicizzazione dei file e delle cartelle in Windows 10 così da ricevere istantaneamente i risultati.

Nell'articolo si è parlato anche di where, utilizzabile da riga di comando per ricerche incentrate solo sui nomi dei file e delle cartelle (non sul contenuto dei file).

Con le ultime versioni di Windows 10, la ricerca avanzata può essere utilizzata non soltanto adoperando la casella a destra del pulsante Start ma anche servendosi del campo esposto in alto a destra in qualunque finestra di Esplora file.

La sintassi descritta nell'articolo Come trovare file modificati di recente è comunque sempre utilizzabile.

Installazione delle applicazioni per Windows 10 con un packet manager

I tecnici di Microsoft hanno portato al debutto un packet manager che in futuro, probabilmente, potrebbe diventare parte integrante del sistema operativo.

Nel nostro articolo Winget: uno script per installare programmi automaticamente in Windows 10 abbiamo presentato uno script, da noi elaborato, per richiedere l'installazione automatica di una serie di applicazioni di terze parti.

Vedere anche Installare programmi automaticamente in Windows 10.

Un'ottima alternativa è Chocolatey: nell'articolo Installare Windows 10 con tutti i programmi che servono abbiamo visto come creare un supporto per l'installazione di Windows 10 che carichi automaticamente una serie di applicazioni in automatico.

Suggerimenti per rimuovere le tracce lasciate dalle applicazioni

Nell'articolo Disinstallare programmi in modo manuale in Windows abbiamo descritto quali sono le locazioni di memoria nelle quali si possono trovare residui di programmi già rimossi.

Tutti i meccanismi utilizzati in Windows 10 per disporre il caricamento automatico delle applicazioni. Come disattivare i programmi in esecuzione automatica

La cartella Esecuzione automatica esiste ancora in Windows 10 ed è accessibile premendo Windows+R quindi digitando shell:startup.

Nell'articolo Esecuzione automatica Windows 10 per programmi e applicazioni abbiamo visto tutte le possibili locazioni utilizzabili per disporre il caricamento automatico di un programma.

Se si avessero problemi in fase di avvio di Windows 10, è possibile ricorrere alla storica utilità MSCONFIG per effettuare un avvio "pulito" del sistema operativo bloccando temporaneamente il caricamento delle applicazioni di terze parti: Msconfig, è ancora utile in Windows 10?.

Sostituire i programmi di sistema con altre applicazioni

Con un intervento sul registro di sistema di Windows 10, tutto sommato abbastanza semplice, è possibile fare in modo che digitando il nome di un'utilità di sistema venga al suo posto eseguito un altro programma: Windows 10, sostituire i programmi di sistema con altre applicazioni.

Verificare quali programmi occupano più spazio su disco o SSD

Digitando Impostazioni di archiviazione nella casella di ricerca di Windows 10 quindi cliccando su App e funzionalità si otterrà l'elenco dei programmi installati.

Windows 10, trucchi e segreti aggiornati

Con un clic su Ordina per, scegliendo Dimensione, si potrà sapere subito quali programmi installati occupano più spazio.

Spostare le cartelle di sistema Download, Documenti, Video, Immagini e i singoli programmi in un'altra unità

Chi utilizza un'unità SSD come supporto di memorizzazione principale (vi è installato Windows 10) ha spesso l'esigenza di spostare le cartelle di sistema Download, Documenti, Video, Immagini e tutto il loro contenuto in un'altra unità.

La procedura da seguire è semplicissima: Spostare cartella documenti e download in un altro disco.

Nell'articolo Come spostare i programmi da C: a D: o ad altre unità abbiamo visto anche come spostare singoli (pesanti) programmi da un'unità all'altra senza dover disinstallarli e reinstallarli.

Come esportare la lista dei file e delle cartelle

Windows 10 integra un pulsante, Copia percorso, che permette di copiare con un clic il contenuto di qualunque cartella: Ottenere la lista dei file contenuti in una cartella usando solo l'interfaccia di Windows 10.

Nell'articolo Esportare il contenuto delle cartelle come foglio elettronico in Windows abbiamo presentato un meccanismo alternativo basato sull'uso di Windows PowerShell.

I segreti del file system

Il file chiamato desktop.ini può essere utilizzato non soltanto per modificare il "look" delle cartelle (ad esempio per usare un'icona personalizzata anziché quella predefinita) ma anche per alterare il nome della directory: Quando desktop.ini nasconde cartelle e file in Windows.

Nell'articolo NTFS, trucchi e segreti del file system più usato con Windows abbiamo visto cosa sono e a cosa servono gli ADS (Alternate Data Stream), gli hard link e i collegamenti simbolici.

Come aprire la finestra del prompt dei comandi o Windows PowerShell nella cartella in cui ci si trova

Dopo aver aperto una qualunque cartella in Esplora file, tenendo premuto il tasto MAIUSC e cliccando con il tasto destro del mouse in un'area libera della finestra, comparirà la voce Apri finestra PowerShell qui oppure Apri prompt dei comandi qui.

Windows 10, trucchi e segreti aggiornati

Cliccando su File, Apri Windows PowerShell, Apri Windows PowerShell come amministratore si può aprire una finestra di PowerShell con i diritti di amministratore portandosi automaticamente nella cartella selezionata.

Come rinominare una lunga lista di file e cartelle

Per rinominare una lunga serie di file in Windows basta selezionarli quindi premere il tasto F2 e assegnare un nuovo nome al singolo file. Tutti gli altri saranno automaticamente rinominati con lo stesso nome e l'aggiunta del suffisso (1), (2), (3),... e così via.

In alternativa si possono usare cmdlet PowerShell semplici o più articolate per rinominare in maniera più complessa: nell'articolo Come rinominare una serie di file con Powershell abbiamo presentato diversi spunti di utilizzo.

Ancora, è possibile installare i nuovi Microsoft PowerToys per Windows 10 e usare il componente PowerRename: Rinominare più file con Microsoft PowerRename.

Ripristinare lo storico Visualizzatore foto di Windows

Se l'applicazione Foto vi sembrasse eccessivamente pesante e ridondante, c'è un semplice trucco che permette di ripristinare l'utilizzo dello storico Visualizzatore foto di Windows.

Si può configurarlo impostando il Visualizzatore foto come applicazione predefinita oppure scaricando questo file e cliccando due volte su Attivazione.reg confermando l'inserimento dei dati a livello di registro di sistema.

Nel caso in cui si volesse ripristinare la configurazione di default basterà cliccare due volte su Disattivazione.reg.


Buoni regalo Amazon
Windows 10, trucchi e segreti aggiornati - pag. 2 - IlSoftware.it