Sconti Amazon
venerdì 5 dicembre 2008 di 45062 Letture

Windows 7 in anteprima: le principali novità

Networking

Per quanto concerne le funzionalità di rete, Windows 7 introduce un meccanismo particolarmente utile per la configurazione di LAN di dimensioni ridotte, soprattutto in ambito "casalingo" ("HomeGroup"). Attraverso un'"inedita" interfaccia, è possibile andare rapidamente alla ricerca - in rete locale - di periferiche e risorse condivise. Utilizzando "HomeGroup" diventa semplice riprodurre file multimediali da un sistema Windows 7 verso qualunque Media Center e server DLNA.

Il nuovo "Network and Sharing Center" (in italiano Centro connessioni di rete e condivisione) si presenta con un'interfaccia molto simile a quella che caratterizza Windows Vista. Tuttavia già si notano alcune migliorie legate ad una più logica organizzazione dei link che permettono di svolgere operazioni correlate alla gestione delle reti.

Pare più semplice, inoltre, raccogliere informazioni sulla configurazione delle reti e sullo stato della connessione.

Come anticipato, l'innovazione più importante consiste nell'aggiunta dei cosiddetti "HomeGroup" impiegabili solo ed esclusivamente nel caso in cui la connessione in uso sia indicata dall'utente come "Home". Nel caso in cui si sia selezionata una connessione "Work" o "Public", la funzionalità "HomeGroup" non comparirà.

In fase di creazione di un "HomeGroup", l'utente può specificare quali file, quali cartelle e quali dispositivi hardware voglia condividere. Grazie all'impostazione di un'apposita password, solamente le persone autorizzate potranno accedere all'"HomeGroup".

La password viene generata dinamicamente da Windows 7 e contiene caratteri alfanumerici in modo da scongiurare attacchi "brute force". La parola chiave è comunque modificabile, successivamente, in qualsiasi momento.

E' molto più semplice, rispetto a Windows Vista, stabilire quali cartelle debbano essere poste in condivisione e quali, invece, debbano rimanere private.

Grazie a queste impostazioni, se si utilizza (scenario comune) il medesimo computer portatile sia in ufficio che a casa, è possibile fare in modo che il contenuto delle cartelle condivise al lavoro resti privato in ambito casalingo.

Debutta in Windows 7 un nuovo sistema per la gestione dei permessi che diventa alla portata degli utenti meno esperti. Facendo clic con il tasto destro del mouse su un qualunque file o su una qualsiasi cartella, tra le varie opzioni contenute nel menù contestuale compare anche Share with. Da qui è facile gestire i permessi di condivisione nei confronti di singoli utenti od "HomeGroup".


Anche la gestione delle conessioni wireless è stata migliorata: adesso è possibile connettersi ad una rete senza fili con pochi clic del mouse. L'icona che suggerisce la presenza di connessioni wireless, mostrata nella "traybar" visualizza una piccola stella nel momento in cui siano disponibili reti senza filo. Cliccando sull'icona, Windows 7 mostra un elenco con tutte le reti a disposizione: in corrispondenza di ciascuna di esse compare un piccolo tasto Connect.

Gestione dei file e dei documenti

In tutte le precedenti versioni di Windows, compresi Windows XP e Windows Vista, l'utente è "invitato" ad organizzare tutti i propri file all'interno della cartella di sistema "Documenti", sebbene - com'è ovvio - sia comunque possibile salvare il proprio materiale in qualsiasi cartella, sul disco fisso.

Windows 7 modifica pesantemente le modalità con cui file e documenti vengono organizzati sul disco. Debutta infatti la nuova funzionalità "Librerie" che si prefigge come obiettivo quello di ottimizzare l'organizzazione dei documenti dell'utente: si tratta di una raccolta di contenuti delle più diverse tipologie che può essere composta a partire da qualsiasi disco collegato al sistema.

All'interno della cartella Librerie, i file vengono suddivisi e catalogati secondo alcune categorie differenti, ad esempio "Downloads", "Music", "Pictures" e "Videos".

La "libreria" può includere riferimenti a file che non sono memorizzati sul personal computer in uso. Ad esempio, aggiungendo nella libreria delle cartelle memorizzate su altri sistemi collegati in rete locale, la funzionalità Librerie aggiornerà i propri indici. Le cartelle passate alla funzione Librerie resteranno memorizzate nelle locazioni originali: Windows 7 ne mostrerà solamente i riferimenti.

Non poteva non essere stata migliorata, di conseguenza, anche la funzionalità di ricerca che consente di individuare file d'interesse che siano memorizzati su qualunque personal computer collegato in rete locale. I risultati delle ricerche sono più facilmente "filtrabili" sulla base di diversi criteri (nome del file, tipo, autore e così via).

Per aggiungere alla libreria nuove cartelle, ad esempio delle directory condivise in rete locale, è sufficiente accedere alla sezione d'interesse della libreria, cliccare sul pulsante - in alto a destra - Library locations quindi fare riferimento al pulsante Add.

Il software per la creazione di copie di backup di file e cartelle è divenuto più flessibile e si accorge automaticamente quando l'utente connette una periferica di memorizzazione esterna che potrebbe essere impiegata per salvare copie di sicurezza.

BitLocker, il meccanismo che consente di cifrare i dati contenuti in intere unità disco, presente nelle versioni Ultimate ed Enterprise di Windows Vista, appare migliorato ed offre la possibilità, in Windows 7, di crittografare dischi rimovibili e chiavette USB.


Buoni regalo Amazon
Windows 7 in anteprima: le principali novità - IlSoftware.it - pag. 2