274661 Letture

Windows Vista: panoramica completa sul nuovo sistema operativo

Backup e ripristino: strumenti per la creazione dell'immagine del disco fisso.
A partire da Windows 2000, il sistema operativo di casa Microsoft si è dotato di un'utilità che consente di effettuare il backup di dati importanti e provvedere eventualmente al successivo ripristino.
La novità introdotta in Windows Vista consiste nell'aggiunta della funzionalità che permette di creare una sorta di fotografia dello stato del disco fisso e del sistema operativo, ripristinabile in caso di malfunzionamenti. Si tratta di un approccio “a basso livello” ben diverso da un semplice backup di file e cartelle: cliccando sul pulsante Backup computer, Vista memorizza lo stato del disco fisso a livello fisico permettendone il rapido ripristino qualora dovessero presentarsi prolemi (il funzionamento è simile a quello di software quali Norton Ghost od Acronis TrueImage).
Confermata la presenza dell'utilità “Ripristino configurazione di sistema” che, in caso di problemi, si fa carico di riportare il sistema ad un precedente stato certamente funzionante.
Al debutto su un sistema desktop è invece “Shadow Copy”, tecnologia di derivazione Windows Server 2003: avete accidentalmente sovrascritto, cancellato o viene dimenticati di salvare un file importante sul quale stavate lavorando? Niente paura. Accedendo alla scheda Previous versions sarà possibile recuperare qualunque versione dei propri file. Questa funzionalità non spreca molto spazio su disco poiché Windows Vista provvede a conservare solo le parti di ogni file che di volta in volta vengono modificate.
Quando si ricorre alla scheda Previous versions, Vista permette di ripristinare una precedente versione del file oppure una sua copia di backup eventualmente memorizzata altrove (ad esempio, su un CD/DVD, su un'altra partizione, su un'unità di rete) ma assai probabilmente più vecchia.

La finestra “Backup and restore center” diventa il punto di riferimento per il backup (con possibilità di programmarlo in automatico) ed il ripristino di file e cartelle. Vista aggiunge anche una funzione per la creazione dell'immagine del disco fisso.

XPS alias “Metro”: Il nuovo formato anti-pdf.
Conosciuto fino a qualche tempo fa con il nome in codice di “Metro”, XPS (XML Paper Specification) è un formato sviluppato da Microsoft che poggia le sue fondamenta su XML per fornire una piattaforma aperta per lo scambio di documenti tra sistemi differenti. Il layout di ogni documento prodotto ed il modo con cui deve avvenire la visualizzazione viene regolato proprio mediante l'uso di XML.
XPS sfrutta Windows Presentation Foundation il sottosistema grafico sviluppato per Windows Vista: in questo modo ci si vuole assicurare che il "rendering" dei file in questo formato sia effettuato nella stessa maniera su qualunque periferica di stampa. E' considerato come il concorrente di Adobe PDF dato che può risultare utile per distribuire documenti (e renderne possibile la visualizzazione in modo univoco e conforme all'originale) anche alle persone non dotate dell'applicazione con cui il file è stato generato, per creare documenti multipagina a partire da contenuti (come può essere una lunga pagina web) non suddivisi per pagine, per archiviare testi ed elaborati con un formato prefissato e comodo da visionare.


Qualunque applicazione in grado di operare in Windows Vista è virtualmente in grado di generare file in formato XPS: il nuovo sistema operativo Microsoft fornisce allo scopo già preinstallato un driver di stampa. Da qualunque applicazione basta stampare il documento d'interesse inviandolo al driver Microsoft XPS Document Writer: una volta creato, il file sarà consultabile mediante il visualizzatore integrato. Tutti i file in formato XPS possono poi essere protetti o firmati digitalmente.
Maggiori informazioni sul formato XPS, sono ottenibili facendo riferimento a queste risorse.

Strumenti per la collaborazione: Windows Meeting Space.
Conosciuto sino alla versione beta 2 di Vista con il nome in codice di “Windows Collaboration”, Meeting Space è un'utilità che fa la sua prima comparsa all'interno di un sistema operativo del colosso di Redmond. Si tratta di un'applicazione che si prefigge come obiettivo quello di semplificare le attività di collaborazione tra gruppi di utenti al lavoro sugli stessi progetti. Il programma può essere considerato come l'evoluzione di Netmeeting che forse ancora qualcuno ricorda (ha debuttato in Windows 98).
Windows Meeting Space permette di condividere il desktop del personal computer, distribuire ai partecipanti all'incontro uno stesso file rendendo possibili modifiche di gruppo dello stesso, trasmettere dei commenti ai colleghi. Per consentire il lavoro di gruppo viene utilizzata una connessione via cavo (ad esempio, la classica rete locale LAN), una connessione wireless attraverso l'access point locale oppure ne viene creata una nuova “ad hoc”. Microsoft dichiara che quest'ultima possibilità risulterà particolarmente utile per tutti quegli utenti che non dispongano di una infrastruttura di rete e che invece si appoggino, per esempio, ad un “hot spot” (ancora poco diffusi in Italia ma destinati a crescere come numero nel breve periodo) presente in aeroporto, presso hotel o caffé.
Cliccando sul link Join a meeting near me, l'utente di Windows Vista può andare alla ricerca degli incontri che siano al momento in corso nelle vicinanze: per parteciparvi dovrà introdurre l'apposita password stabilita da colui che ha avviato il “meeting”.
Windows Meeting Space può essere considerata come la prima applicazione peer-to-peer che utilizza il protocollo Ipv6.


Condivisione di file, cartelle e risorse.
Anche le funzionalità per la condivisione di file, cartelle e risorse hanno subìto molte modifiche in Windows Vista. Il nuovo sistema operativo di Microsoft, in primo luogo, rende semplice capire se un file venga memorizzato all'interno del profilo pubblico o di quello privato inoltre propone una procedura guidata che consente di stabilire quali utenti siano autorizzati a visionare il file. Sempre attraverso lo stesso “Sharing wizard”, l'utente può comporre un'e-mail da inviare a tutti gli utenti che necessitino di accedere ad un file o ad una cartella: questi, una volta ricevuto il messaggio, dovranno semplicemente cliccare sul link inserito nel corpo del testo per prelevare i documenti specificati.


Lo “Sharing Wizard” di Windows Vista sovrintende la procedura di condivisione di file e cartelle in rete.


Sincronizzazione da pc a pc
Le persone che sono in possesso di diversi personal computer, si trovano spesso ad accedere agli stessi insiemi di file (documenti, file multimediali ed altri tipi di file) indipendentemente dal sistema che si trovino ad utilizzare. Per risolvere i problemi che tipicamente incontra questo tipo di utenza, in Windows Vista è stata aggiunta una funzionalità che consente, a coloro che non si appoggino ad un server centralizzato, di aggiornare il contenuto di file memorizzati in più personal computer della rete locale. Il punto di riferimento per la gestione di questo tipo di operazioni si chiama Sync Center ed è accessibile dal pannello di controllo di Vista: da qui è possibile effettuare sincronizzazioni tra personal computer, tra personal computer e server, tra personal computer e dispositivi mobili.
Accedendo alla finestra delle proprietà di un file residente, per esempio, su un'unità di rete, quindi alla scheda Offline files, l'utente può scegliere o meno se i file presenti sul “server” debbano essere mantenuti aggiornati o meno. Windows Vista è in grado di trasmettere al “server” solo le parti di un file che hanno subìto modifiche evitando l'intera ritrasmissione.


Gestire scansioni e fax.
Il nuovo strumento Windows Fax and Scan consente di sovrintendere la procedura di scansione di qualunque documento e di archiviazione dello stesso (è possibile suddividere le varie pagine in diverse sottocartelle). Allo stesso modo, vengono ottimizzate invio e ricezione di fax (è necessario disporre di un modem collegato al personal computer e correttamente configurato oppure conoscere l'indirizzo del “fax server” connesso in rete locale).

Microsoft Fax and Scan gestisce l'acquisizione di documenti tramite scanner nonché invio e ricezione di fax.

Per il professionista IT. Windows Vista è stato sviluppato con l'intento di snellire il lavoro da parte del professionista IT nella fase di gestione ed aggiornamento dei sistemi, ad esempio, che compongano una rete aziendale. Tra le varie innovazioni, Microsoft fa notare come intenda distribuire Windows Vista utilizzando il nuovo formato WIM (Windows Imaging Technology): ciò fa sì che uno stesso file d'immagine possa essere sfruttato per installare il sistema operativo su un insieme di macchine anche molto diverse tra loro dal punto di vista della configurazione hardware.
Sono state inoltre drasticamente migliorate le abilità in fase di aggiornamento di precedenti versioni di Windows: la procedura di aggiornamento di Vista si prefigge di conservare dati personali, impostazioni dei vari programmi e del sistema operativo, software installati segnalando eventuali possibili incompatibilità.
XML, inoltre, diventa il formato ufficiale per la gestione del processo d'installazione automatizzato (“unattended installation”) del sistema operativo (in Windows XP era necessario metter mano a più file differenti). Grazie a questa possibilità, il profesionista IT può preparare dei supporti d'installazione che consentano di installare Windows Vista sulla base delle specifiche necessità dell'azienda.
Con il rilascio di Windows Vista, Microsoft ha inoltre deciso di accantonare la vecchia “Console di ripristino del sistema”, basata su riga di comando e presente sia in Windows 2000 che in Windows XP, per integrare una piattaforma, di semplice utilizzo, per l'effettuazione di interventi di emergenza: si chiama WinRE (Windows Recovery Environment) ed è avviabile lasciando inserito nel lettore il DVD d'installazione del sistema operativo quindi selezionando l'opzione Repair your computer. WinRE è una versione ridotta del sistema operativo basata sul kernel di Vista, uno strumento utilissimo per gli amministratori di sistema, per gli assemblatori di personal computer, per gli utenti più evoluti. Tramite WinRE si può avviare il personal computer in un ambiente grafico che permette di gestire la configurazione dell'intero sistema: da qui è possibile creare e formattare partizioni, accedere a file memorizzati su altri computer collegati in rete locale, utilizzare periferiche esterne. Sempre mediante WinRE l'utente può effettuare operazioni di ripristino e manutenzione del sistema.


Un sunto in forma tabellare di alcune delle caratteristiche salienti di Windows Vista, è prelevabile cliccando qui (documento PDF).

Windows Vista: panoramica completa sul nuovo sistema operativo - IlSoftware.it - pag. 8