IlSoftware.it - Il sito italiano sul software

Nvidia presenta la nuova scheda grafica GeForce Titan RTX, un mostro da 16,31 TeraFLOPS


Ecco le principali caratteristiche della scheda video Titan RTX di casa Nvidia: un prodotto da guinness destinato principalmente a professionisti e imprese.


Nvidia ha ufficialmente presentato la sua nuova scheda grafica GeForce Titan RTX, conosciuta anche con l'appellativo di T-Rex (vedere Cos'è il ray tracing e come viene utilizzato nelle nuove schede NVidia RTX 2070, 2080 e 2080 Ti).

Si tratta di una scheda rivolta principalmente al mercato business o al limite prosumer visto il costo (2.699 euro) e la dotazione hardware "da guinness": 24 GB di memoria GDDR6 a 14 GHz (sono stati utilizzati chip di memoria da 2 GB l'uno anziché da 1 GB come negli altri modelli di GeForce RTX).
Basata sulla nuova architettura Turing e in particolare sulla nuova GPU TU102, la Titan RTX integra dodici controller di memoria a 32 bit per un bus totale da 384 bit e una banda effettivamente disponibile pari a 672 GB/s.
Nel complesso, la scheda poggia su 4352 CUDA core, 576 tensor core e 72 ray tracing core.


Prendendo come punto di riferimento la già super-performante RTX 2080 Ti, la GeForce Titan RTX si rivela fino al 25% più prestazionale. Quest'ultima, infatti, può esprimere 16,31 TeraFLOPS di potenza mentre la RTX 2080 Ti si ferma a 13,45 TeraFLOPS. Ovviamente la parte del leone nell'esaltare le performance della scheda è rivestita dal sistema di dissipazione: più basse si terranno le temperature operative, più la frequenza di clock potrà restare sui 1.770 MHz.


Le performance della Titan RTX sono state raddoppiate nei calcoli FP32 ed è quindi una scelta eccellente per i professionisti impegnati nei rendering 3D o nelle elaborazioni per lo sviluppo di algoritmi di intelligenza artificiale oltre che per i data scientist.

La scheda consta di un sistema di raffreddamento a camera di vapore che, pur mantenendo il solito design, risulta il doppio più grande rispetto ai modelli della precedente generazione; un doppio dissipatore consente di migliorare ulteriormente il raffreddamento.
Il consumo energetico indicato da Nvidia è pari a soli 30 W in più, per un totale di 280 W: ciò significa che è necessario montare un alimentatore da 650 W sul sistema che accoglierà la nuova Titan RTX.

La scheda grafica offre tre connettori DisplayPort 1.4, un HDMI 2.0b e un USB Type-C compatibile DisplayPort 1.4 oltre alla connessione VirtualLink per la realtà virtuale.


di Michele Nasi
IlSoftware.it - Il sito italiano sul software