IlSoftware.it - Il sito italiano sul software

Wi-Fi Direct vuole scalzare Bluetooth



Dispositivi hardware wireless che comunicano direttamente, tra loro, senza necessità di appoggiarsi ad un router. E' questo l'obiettivo a cui sta guardando la Wi-Fi Alliance con la creazione di un nuovo standard: "Wi-Fi Direct", conosciuto anche con il nome di "Wi-Fi Peer-to-Peer".
Wi-Fi Direct è stato più volte battezzato come "Bluetooth killer" dal momento che potrebbe consentire, nel prossimo futuro, la connessione diretta tra computer, telefoni, fotocamere digitali, stampanti, tastiere utilizzando Wi-Fi piuttosto che un'altra tecnologia governata da uno standard separato.

Sebbene le bande a 2,4 e 5 GHz siano spesso sovraffollate nelle reti domestiche ed aziendali, l'utilizzo di Wi-Fi Direct potrebbe non solo consentire una comunicazione diretta tra i vari dispositivi wireless senza la necessità di alcun software particolare ma anche permettere la fruizione di velocità di trasferimento dati molto elevate (Bluetooth 2.0 arriva a 2,1 Mbps mentre Wi-Fi 802.11g può raggiungere, almeno in linea teorica, i 54 Mbps).

Il direttore esecutivo della Wi-Fi Alliance, Edgar Figueroa, ha dichiarato: "Wi-Fi Direct rappresenta un balzo in avanti per l'industria. Gli utenti che impiegano Wi-Fi potranno beneficiare di una soluzione basata su di una singola tecnologia per trasferire contenuti e condividere applicazioni in modo semplice e veloce tra diversi dispositivi, anche quando non è disponibile un access point Wi-Fi".


di Michele Nasi
IlSoftware.it - Il sito italiano sul software