Ricerca

lunedì 16 gennaio


Download Windows 8

Download Windows 8 "Release Preview". Come provare il nuovo sistema operativo in anteprima.

di Michele Nasi (01/06/2012)

Il download di Windows 8 Release Preview è disponibile già da qualche ora sui server ufficiali Microsoft. Chiunque sia interessato può quindi provare ed installare sui propri sistemi la versione di anteprima del nuovo sistema operativo Microsoft, che salvo imprevisti, potrebbe essere rilasciato già entro fine agosto sotto forma di RTM (release to manufacturing). Entro i mesi di ottobre o novembre prossimi, poi, Windows 8 potrebbe presentarsi ufficialmente, nella sua veste definitiva, a tutti gli utenti.

Download di Windows 8 "Release Preview"

Il nostro consiglio è quello di non scaricare il file d'installazione di Windows 8 offerto a questo indirizzo (vi fa riferimento il pulsante Scarica Windows 8 Release Preview posto in questa pagina) ma di prelevare la ISO completa del sistema operativo.
Per procedere ci si dovrà collegare con questa pagina e prelevare uno dei file ISO disponibili. Il nostro suggerimento consiste nel fare clic su Inglese (l'italiano, purtroppo, non è tra le lingue supportate dalla Release Preview di Windows 8) quindi optare per il download della versione a 32 o 64 bit, a seconda dell'architettura del proprio sistema (le differenze tra le architetture a 32 e 64 bit).

Come provare la "Release Preview" di Windows 8: virtualizzazione, file VHD e dual boot

Premesso che la Release Preview di Windows 8 non è una versione definitiva e che quindi non dovrebbe essere mai installata su quei personal computer che si usano per scopi produttivi, per provare il sistema operativo senza "far danni" è possibile adottare diversi espedienti.
Nel nostro articolo Come installare e provare Windows 8 senza modificare la configurazione del sistema, abbiamo presentano due metodologie: la prima consiste nell'installare Windows all'interno di una macchina virtuale (ad esempio VirtualBox o VMware) mentre la seconda si basa sull'installazione del sistema operativo in un file VHD, avviabile all'accensione del personal computer al posto del sistema operativo già presente sul disco fisso.

Questa volta, però, ci concentriamo sull'installazione di Windows 8 Release Preview in modalità dual-boot ossia nello stesso disco fisso ove è già presente una precedente versione del sistema operativo Microsoft. Questa scelta consente di superare tutte le limitazioni tipiche delle macchine virtuali avendo la possibilità di sfruttare direttamente tutto l'hardware installato sul personal computer, senza la necessità di speciali driver che facciano da intermediari tra le periferiche virtuali e quelle "fisiche".

Installazione di Windows 8 "Release Preview" in modalità dual boot

Windows Vista, Windows 7 e Windows 8 integrano un potente strumento che consente di impostare quanti e quali sistemi operativi debbono essere resi avviabili all'accensione del personal computer. Se Windows XP, così come nelle precedenti versioni di Windows, era il file boot.ini (fare riferimento a questi articoli), nascosto nella directory radice della partizione del sistema, a memorizzare le informazioni sulle varie opzioni di avvio, con il lancio di Vista è cambiato tutto. Nelle versioni di Windows successive ad XP, è chiamato "BCD" lo speciale "archivio" che viene impiegato per memorizzare i dati relativi alle opzioni di boot. Il "BCD" può essere pensato come una sorta di "mini-database" col quale è possibile interagire utilizzando il comando BCDEDIT.

Per evitare di dover aprire il prompt dei comandi ed utilizzare BCDEDIT (si tratta di un'utilità basata sulla riga di comando il cui funzionamento può apparire un po´ ostico), decidiamo di ricorrere ad EasyBCD, completamente gratuito per uso personale. Questo strumento, dotato di una comoda interfaccia grafica, si rivela un ottimo partner per la gestione del menù di boot del personal computer.

EasyBCD non è un software "portabile": per utilizzarlo sarebbe quindi necessario avviarne la procedura d'installazione. Nel nostro caso, però, lo trasformeremo in un'utilità "portabile" servendoci del noto software di compressione 7-Zip.

Per iniziare, è necessario provvedere al download dell'ultima versione di EasyBCD: procedere è semplice. Basta fare clic su questo link.

Qualora 7-Zip non fosse installato sul sistema, si dovrà provvedere effettuandone il download a questo indirizzo quindi avviandone l'installazione.

Dopo aver installato 7-Zip, si dovrà fare clic con il tasto destro del mouse sul file eseguibile di EasyBCD, precedentemente prelevato, scegliere la voce 7-Zip quindi Open archive:

Nella finestra seguente apparirà il contenuto del file d'installazione di EasyBCD. Suggeriamo di selezionare le cartelle bin, profiles ed i file EasyBCD.exe e LICENSE.
Cliccando sul pulsante Extract, si potranno salvare tutti gli oggetti evidenziati in una cartella di propria scelta (ad esempio, c:\EasyBCD).
EasyBCD è adesso già pronto per l'uso come software "portabile": basta portarsi nella cartella in cui si sono estratti i file del programma e fare doppio clic su EasyBCD.exe.

Dopo alcuni secondi di attesa, EasyBCD mostrerà il seguente messaggio ricordando che il programma può essere usato solo in ambiti non commerciali:

Per procedere, è necessario fare clic sul pulsante OK.
A questo punto, nella prima schermata, verrà riassunta la configurazione corrente del boot loader di Windows:

Dal momento che errori nella configurazione del boot loader potrebbero impedire il corretto avvio dei sistemi operativi installati, la prima operazione da compiere consiste nella creazione di una copia di backup dell'attuale configurazione. A tal proposito, è sufficiente fare clic sul pulsante BCD Backup/Repair, impostare la cartella nella quale si preferisce venga salvato il backup (riquadro Backup and Restore Bootloader Settings) quindi cliccare su Backup settings.

A questo punto è possibile chiudere EasyBCD.

Articolo seguente: Rimozione malware: Emsisoft Emergency Kit 2.0 è "portabile" ed elimina virus, rootkit e spyware
Articolo precedente: Download di Windows 7 aggiornato al Service Pack 1, ecco come procedere
25284 letture
Ultimi commenti
inviato da Michele Nasi > pubblicato il 14/01/2013 08:59:58
Eccolo: http://www.ilsoftware.it/articoli.asp?t ... fisso_8910
inviato da Arejectedtitan > pubblicato il 13/01/2013 15:14:20
Una domanda... vorrei eliminare la partizione con l'anteprima di windows 8, so che c'era un articolo che diceva come fare, ma non riesco a trovarlo. Qualcuno potrebbe inviarmi il link a quella pagina? ^^ Grazie mille :)
inviato da Arejectedtitan > pubblicato il 14/07/2012 22:22:12
Ecco, scusate se torno per l'ennesima volta su questa pagina, ma desidero ringraziare di cuore Michele Nasi e quanti mi hanno aiutato poiché sono finalmente riuscito a ripristinare Windows 7 nella vecchia partizione, e ciò seguendo i vostri preziosi consigli :) Un grazie di cuore, è bello incontrare persone disponibili e generose, e se fa piacere nella vita reale, figuratevi in un forum! :D
inviato da NicoDS > pubblicato il 23/06/2012 18:01:01
Se posso chiedere, la situazione del mio notebook è questa: http://i50.tinypic.com/2cih8xz.jpg Non ha un hdd ma una sdd da 120 Gb quindi lo spazio a disposizione è quello che è. I opensavo di istallarlo su F: (è la partizione con i file di ripristino del produttore che io formattai e uso per parcheggiarci documenti di scarsa importanza che posso cancellare in ogni momento), ma è da 15 Gb. In C: se ci ricavo 25 Gb per Windows non mi rimane più spazio per lavorare. Non c'è modo di usre lo spazio in F:?
inviato da wio > pubblicato il 22/06/2012 16:41:56
..io provai la Consumer Prewiew di Win8 in dualboot con windows7 , e ricordo che all'avvio di Win 8 c'èra l'opzione di scelta se ''avviare'' Windows7 , o proseguire con Windows8
inviato da Arejectedtitan > pubblicato il 22/06/2012 13:59:53
Grazie mille dell'aiuto, ci proverò subito e poi ti farò sapere! ;)
inviato da Michele Nasi > pubblicato il 22/06/2012 12:48:36
Se mi confermi che la partizione di Windows 7 esiste sempre e non l'hai danneggiata, accedi al pannello di controllo di Windows 8 dall'interfaccia desktop tradizionale, clicca sull'icona Recovery, e crea un supporto di ripristino ("Create a recovery drive"). Effettuando il boot da tale supporto, quindi cliccando su "Troubleshoot", "Advanced options", "Automatic repair", Windows 8 dovrebbe risolvere tutti i problemi di avvio, compreso quello che impedisce il caricamento di Windows 7. Eventualmente, ripeti la procedura più di una volta. In alternativa, puoi scaricarti il DVD d'installazione di Windows 7 aggiornato al Service Pack 1 seguendo le indicazioni qui riportate: http://www.ilsoftware.it/articoli.asp?t ... edere_8826 Utilizzando tale supporto per avviare il sistema, potrai "far rivivere" l'installazione di Windows 7 semplicemente applicando le linee guida illustrate nell'articolo http://www.ilsoftware.it/articoli.asp?t ... ndows_8317
inviato da Arejectedtitan > pubblicato il 22/06/2012 12:28:46
No, purtroppo non mi compare il menù dual boot, ma si avvia direttamente solo windows 8, che tra l'altro dopo neanche 3-4 ore di utilizzo non è più in grado di connettersi ad internet (l'intuizione, per così dire geniale, di installarlo pur avendo windows 7 guasto, semplicemente impostando il bios in modo che legga prima il boot della chiavetta usb mi è venuta ieri), ma è più di una settimana che ho il computer fuori gioco e sono costretto ad usare il cell....


Leggi tutti i commenti

Commenta anche su Facebook
Link alla home page de IlSoftware.it

P.IVA: 02472210547 | Copyright © 2001 - 2017

PRIVACY | INFORMATIVA ESTESA COOKIES | Info legali | Pubblicità | Contatti | Storia | Supporta | Credits

Segui i nostri Feed RSS de IlSoftware.it Segui i nostri Feed RSS