1292 Letture
AMD reagisce al furto di informazioni su alcune sue tecnologie grafiche

AMD reagisce al furto di informazioni su alcune sue tecnologie grafiche

La società guidata da Lisa Su rivela di aver subito un tentativo di estorsione a dicembre scorso che è culminato con la pubblicazione di informazioni tecniche sulle nuove GPU di casa AMD.

AMD ha riferito che nel novembre 2019 sarebbe stata bersaglio di un'aggressione che ha portato alla sottrazione di alcune informazioni riservate.

I responsabili della società di Sunnyvale sarebbero stati contattati il mese seguente da uno sconosciuto che sosteneva di essere in possesso di un insieme di informazioni tecniche sulle tecnologie grafiche AMD di nuova generazione. Lo stesso soggetto avrebbe richiesto una sorta di riscatto pari a 100 milioni di dollari.
Dal momento che l'azienda non ha pagato un centesimo, alcuni di quei dati sono stati pubblicati online su GitHub per poi essere stati rimossi su richiesta di AMD stessa.

AMD reagisce al furto di informazioni su alcune sue tecnologie grafiche

Stando a quanto riporta TorrentFreak tra le informazioni sottratte c'erano dettagli sul funzionamento delle GPU Navi 10, Navi 21 e Arden, quest'ultimo il nome in codice del chip utilizzato nella futura generazione di console Microsoft Xbox serie X.


"Pur sapendo che l'autore dell'aggressione dispone di file aggiuntivi che non sono stati resi pubblici, riteniamo che le informazioni rubate sulla proprietà intellettuale AMD non rappresentino una minaccia sul piano della concorrenza e della sicurezza dei prodotti", ha dichiarato AMD.

Microsoft (GitHub è il servizio di hosting per progetti software di sua proprietà) si è immediatamente attivata per rimuovere il materiale in questione. Ad oggi non sono stati rilasciati commenti sull'accaduto.

AMD reagisce al furto di informazioni su alcune sue tecnologie grafiche