74543 Letture

Bloccare chiamate indesiderate su telefono fisso

Istituito con un decreto presidenziale del 2010, il registro pubblico delle opposizioni è uno strumento che è stato progettato con l'obiettivo di porre nelle mani dei cittadini un mezzo per sottrarsi alle chiamate telefoniche commerciali insistenti (spam telefonico).

Nell'effettuare chiamate commerciali, promozionali o a fini di ricerche di mercato, ciascun operatore di telemarketing è tenuto ad astenersi dal contattare qualunque numerazione iscritta nel registro pubblico delle opposizioni.
Gli operatori che utilizzano contatti telefonici per promuovere iniziative, prodotti e servizi, infatti, debbono inviare alla fondazione che gestisce il registro, la lista delle numerazioni d'interesse per ricevere lo stesso elenco privato delle utenze che non possono essere raggiunte.

C'è da dire che se l'utente avesse concesso il consenso al trattamento dei suoi dati mediante altra forma (si pensi alle tante iniziative promozionali e commerciali promosse dalle varie imprese), potrebbe comunque essere contattato nonostante l'iscrizione al registro delle opposizioni. Ovviamente la normativa accorda agli utenti i più ampi diritti per ciò che riguarda la definitiva rimozione dei propri dati.


Bloccare chiamate indesiderate su telefono fisso

All'Autorità Garante per la protezione dei dati personali, come spiegato in questo vademecum, a pagina 34, è possibile inviare segnalazioni sui soggetti che ignorano l'iscrizione al registro delle opposizioni e continuano ad effettuare chiamate indesiderate (si può eventualmente usare questo modulo).

Purtroppo, però, per bloccare chiamate indesiderate su telefono fisso, spesso il registro delle opposizioni da solo non basta proprio.
Alcune aziende continuano ad effettuare chiamate a numeri iscritti nel registro nonostante ripetuti inviti a rimuovere i propri dati e ad attenersi alla normativa. Alcune di esse, poi, nascondono anche il numero del chiamate, pratica già di per sé vietata.
Per approfondire, suggeriamo la lettura dell'articolo Chiamate telefoniche indesiderate: consigli Garante.

Posto che, se iscritti al registro delle opposizioni (nel caso in cui non si fosse accordato diversamente il proprio consenso al trattamento dei dati), è sempre possibile all'Autorità giudiziaria o all'ufficio del Garante, quali sono - all'atto pratico - le migliori metodologie per bloccare le chiamate indesiderate su telefono fisso?

Come bloccare le chiamate indesiderate su telefono fisso utilizzando le blacklist

Con i dispositivi mobili, come abbiamo visto nell'articolo Numero sconosciuto, come identificare il chiamante, è piuttosto semplice stabilire l'identità del chiamante ed eventualmente bloccare ogni successivo tentativo di contatto.

Per quanto riguarda le chiamate in arrivo su rete fissa, la questione è un po’ più complessa ma è comunque possibile porre in campo soluzioni efficaci contro gli scocciatori che permettono di evitare inutili perdite di tempo.

Per bloccare le chiamate indesiderate su fisso è innanzi tutto necessario avere attivo il servizio Chi è, Chi chiama o similari. Tali servizi, abilitabili su richiesta rivolgendosi al proprio operatore telefonico (talvolta sono già compresi nell'abbonamento o nella tipologia di contratto stipulato), consentono di ricevere in chiaro - sul display dei propri telefoni - il numero telefonico del chiamante (o caller ID).
Il nome generico del servizio di visualizzazione del numero del chiamante è CLIP mentre, come accennato in precedenza, quello commerciale può variare da un operatore all'altro.

Nel caso delle chiamate con numero anonimo, la mancata esposizione del numero telefonico del chiamante viene comunque segnalata su display anche qualora il servizio Chi è o similare non fosse attivo.

Molti telefoni commerciali offrono la possibilità, accedendo alle rispettive impostazioni, di creare delle blacklist ossia delle "liste nere" di numeri telefonici che devono essere sempre bloccati.
Non appena venisse rilevata una chiamata in arrivo proveniente da un numero in blacklist, il telefono non squillerà neppure.
Alcuni cordless Gigaset, ad esempio, consentono di stilare una blacklist indicando i numeri che debbono essere sempre bloccati.
Questi cordless, poi, permettono di bloccare anche le chiamate anonime (il telefono non squillerà).

Spesso basta una semplice ricerca su Google indicando il solo numero telefonico che si sta leggendo sul display per avere un immediato riscontro sull'identità del chiamante.

Utilizzare i router-modem di AVM come centralini telefonici

I router Fritz!Box a marchio AVM più evoluti possono svolgere brillantemente anche la funzione di veri e propri centralini telefonici: ne abbiamo illustrato il funzionamento nell'articolo Scegliere modem e router WiFi, la proposta Fritz! di AVM.

Ciò significa che è possibile collegare linee PSTN/ISDN e configurarvi anche diversi account VoIP: in questo modo, usando i telefoni connessi alle varie porte RJ11 poste sul retro del dispositivo, si potranno effettuare e ricevere le chiamate sulle varie numerazioni o su parte di esse.


Agendo sul pannello di configurazione web del router AVM, si potranno definire le regole per tutto il traffico telefonico in ingresso e in uscita.

Si può ad esempio fare in modo che alla ricezione di una chiamata su una numerazione analogica, ISDN o VoIP squillino solo i telefoni collegati ad una porta specifica.

È addirittura possibile attingere ad una rubrica online (ad esempio i contatti Google; vedere anche Recuperare rubrica Android, ecco come fare) ed utilizzarla sui dispositivi AVM (il router si farà carico di verificare periodicamente tutti gli aggiornamenti del contenuto della rubrica).

Le chiamate indesiderate, così come legittime, possono essere anche indirizzate ad una segreteria telefonica, gestita autonomamente dal router AVM senza la necessità di dotarsi di altri dispositivi. I router AVM permettono di abilitare più segreterie telefoniche, ciascuna con un messaggio vocale diverso.

Gli AVM Fritz!Box dotati di funzionalità per la gestione della telefonia, consentono di bloccare certe numerazioni che effettuano chiamate in ingresso, le chiamate anonime e anche le telefonate in uscita verso determinati numeri.

La procedura da seguire è molto semplice: dopo aver effettuato, da browser web, l'accesso al pannello di amministrazione del Fritz!Box, si dovrà cliccare su Telefonia, Gestione chiamata, Blocchi chiamate quindi selezionare Nuovo blocco chiamate.

Il router di AVM consente ovviamente l'effettuazione di chiamate fra interni, conversazioni collettive, chiamate a tre, inoltro delle telefonate e così via.
Molti modelli, inoltre, possono fungere anche da base DECT e consentire quindi la connessione di telefoni cordless compatibili con questo sistema di telefonia.


I router AVM più evoluti, poi, possono anche fungere da risponditori fax e consentire anche l'invio di documenti ai sempre meno utilizzati apparati fax.

Questa pagina offre un'utile comparativa fra i vari modelli di Fritz!Box.
Al momento il router AVM più completo, dotato anche di supporto VDSL (fibra ottica) oltre che ADSL/ADSL2+, è il Fritz!Box 7490 (il suo costo si aggira intorno ai 200 euro; vedere l'articolo Scegliere modem e router WiFi, la proposta Fritz! di AVM).
Esso funge anche da centralino (PBX). A tal proposito è bene tenere presente che non tutti i Fritz!Box di AVM offrono tale possibilità.

Chi non fosse interessato al supporto WiFi 802.11ac (che il Fritz!Box 7490) garantisce (vedere 802.11ac, ce n'è davvero bisogno?) né al supporto VDSL (solo ADSL/ADSL2+), può valutare il Fritz!Box 7272 venduto a circa 150 euro.
Il Frit!Box 7490 e il 7272 offrono entrambi funzionalità di centralino telefonico (PBX) anche su rete analogica oltre che su numerazioni VoIP nonché caratteristiche di gateway VoIP/PSTN.


  1. Avatar
    miki64
    14/01/2017 12:13:34
    Altri suggerimenti a proposito di questo spinoso problema, comunque anticipati da chi mi ha preceduto. 1) Acquistare un apparecchio come il CPR Call Blocker V202. Basterà collegarlo alla propria linea telefonica e al proprio telefono fisso per ottenere un filtro efficace. Se si riceve una chiamata indesiderata, è sufficiente premere il grande tasto rosso "Block Now" per inserire l’ultimo numero chiamante in una “lista nera”. Anche chi chiama da numeri UNAVAILABLE, UNKNOWN ecc. ha il benservito perché il Call Blocker può filtrare anche quelli. Risolto anche il problema di chi chiama dai call center cambiando continuamente numero (tipicamente l'ultima o le ultime due cifre): al Call Blocker si può dire di bloccare tutti i numeri che che "iniziano con", senza specificarli per intero. Per evitare problemi alle linee Internet, utilizzare lo splitter come questi due schemi: https://images-na.ssl-images-amazon.com ... SL256_.jpg e https://images-na.ssl-images-amazon.com ... SL256_.jpg . Come si vede dalle due immagini, si può collegare sia prima del telefono (collegamento in serie, consigliato), oppure si può collegare autonomamente (in parallelo). La differenza sta che collegandolo in serie si possono inserire i codici di blocco, mentre collegandolo in parallelo ciò non è possibile in quanto il Call Blocker non "capta" i comandi dal telefono. Ma per farlo funzionare è necessario avere attivo sulla propria linea il servizio di visualizzazione del numero chiamante (esempio: il "Chi è" di TIM). Comodo perché il Call Blocker si alimenta con la linea telefonica (non servono batterie o alimentatori!). Costo: 60 € circa. 2) Acquistare un cordless Panasonic TGK310 (che costa sui 57 € circa). Questo modello consente di bloccare numeri indesiderati, sia con numeri visibili sia privati (numero nascosti). Ovviamente non blocca da solo i numeri, ma quando si riceve una telefonata indesiderata, occorre poi individuarla nella lista delle chiamate ricevute e inserire il numero nella lista dei bloccati. Ha un massimo di 50 numeri bloccabili, questa è sì una limitazione però si possono bloccare serie di numeri, ad esempio tutti quelli che iniziano con 000. Che cosa succede quando arrivano le chiamate indesiderate che sono state bloccate? Il cordless non squilla, resta in stand-by, la chiamata non viene neanche inserita nella lista delle telefonate perse. Il telefono chiamante sente uno squillo e poi il silenzio.
  2. Avatar
    Mary80
    12/11/2016 17:50:04
    Citazione: Tenere staccato il telefono fisso NON serve a nulla
    Non capisco, se il telefono fisso è staccato non squilla di certo. :confuso: Comunque, perdonatemi lo sfogo, se i call center sono diventati una piaga nazionale è anche colpa del comportamento degli italiani. Se tutti gli sbattessero il telefono in faccia non avrebbero motivo di esistere. Purtroppo c'è gente che non solo gli risponde ma addirittura gli da anche i soldi!!! :shock: Come dire grazie di avermi rotto le scatole, fai bene a farlo, continua pure così! Per quanto mi riguarda io ho fatto il contratto sia per il fisso che per il mobile con la Tiscali perchè è l'unica compagnia telefonica che non mi ha mai rotto le palle. Mi permetto di dire che se tutti facessero come me i call center non avrebbero più motivo di esistere. Ringrazio sentitamente tutte quelle persone che con il loro comportamento idiota permette a questi seccatori di proliferare. Grazie a loro ci rimettono anche le persone come me. Grazie... grazie... grazie...
  3. Avatar
    nero per telecom
    12/11/2016 04:37:48
    Tenere staccato il telefono fisso NON serve a nulla.Adottare apparecchiature tipo Fritz o altro nemmeno.Basta che cambino le ultime cifre che by-passano il blocco.Iscrivesi al registro delle opposizioni lascia il tempo che trova.L'unica azione che potete fare è cambiare numero di telefono.NON romperà più nessuno.Occhio però che se inserite il vostro numero di telefono per verificare una copertura DI RETE,siete fregati.Inizia nuovamente tutto quanto.
  4. Avatar
    mogano
    08/04/2016 18:57:29
    ho lavorato per decenni nella più grande azienda telefonica italiana, dico solo una cosa : ciò che fanno i gestori di telefonia fissa, mobile e di rete sono delle autentiche porcherie.Non rispondete mai ai famosi Call Center, sono aziende che lavorano in appalto per i grandi nomi, lavoratori sfruttati che non si fanno scrupoli a vendervi di tutto pur di mantenere il posto, non inserite mai dati per verificare coperture di rete o fibra ottica, se li vendono. E' una giungla e non ci sono regole, come tutto ciò che accade in questo apese.
  5. Avatar
    gian82
    08/04/2016 18:36:59
    > Poi commisi l'errore di verificare la copertura per la fibra Infostrada tramite il sito del suddetto operatore telefonico e (stranissima coincidenza) da quel >momento in poi hanno iniziato a disturbare tutti i call center esistenti sulla terra. Che l'Infostrada si sia venduta il mio numero di telefono??? :nono: pintus potresti proprio aver ragione ...è legale fregare così dei numeri di telefono :studia: ?
  6. Avatar
    Pintus
    08/04/2016 16:52:05
    Il registro delle opposizioni non serve a nulla. E' la classica cosa all'italiana. Per utilizzarlo devi prima rendere pubblico il tuo numero di telefono e poi... sperare che funzioni! :shock: Ad oggi la soluzione migliore è cambiare numero di telefono fisso, attivarlo come riservato totale e stare molto attenti a non dare consensi, anche involontari al proprio utilizzo. Io per esempio finchè stavo alla telecom con il riservato totale non mi scocciava nessuno. Poi commisi l'errore di verificare la copertura per la fibra Infostrada tramite il sito del suddetto operatore telefonico e (stranissima coincidenza) da quel momento in poi hanno iniziato a disturbare tutti i call center esistenti sulla terra. Che l'Infostrada si sia venduta il mio numero di telefono??? :nono: Un altro mezzo meno drastico ma di cui bisogna valutare l'effettiva efficienza è l'acquisto di apparecchi preposti a tale scopo come: Call Blocker http://www.cprcallblocker.com/ oppure Fritz Box http://it.avm.de/prodotti/ o ancora Zitto http://www.zitto.eu/ Un altro metodo è sostituire i telefoni di casa con cordless come il Siemens Gigaset C620 oppure il Panasonic KX-TGK310 che hanno la funzione di blocco delle chiamate. La soluzione definitiva sarebbe se prevedessero il blocco di tutti i numeri NON presenti in rubrica ma non avendoli mai provati questo non so dirlo. Ovviamente perchè tutti questi apparecchi funzionino a dovere bisogna attivare l'identificativo del chiamante. Un altra soluzione drastica è staccare il telefono di casa e usare solo lo smartphone con cui bloccare le chiamate indesiderate attraverso diverse App scaricabili gratuitamente è decisamente più facile. Da quello che so l'IPhone è molto ben attrezzato già di suo per questo scopo. In bocca al lupo!!!
  7. Avatar
    gatys
    08/04/2016 08:55:05
    Anch'io non sono presente sugli elenchi telefonici ma mi massacrano di telefonate lo stesso (anche di sera) ma non rispondo mai avendo il telefono con display. Non mi posso iscrivere al Registro quindi sono costretto a sorbirmi questi stalkers tutta la vita? Non se ne esce da questa tortura :( :(
  8. Avatar
    Michel
    04/04/2016 16:05:36
    Ho provato ad utilizzare il registro pubblico delle opposizioni e la risposta è stata che non potevo utilizzarlo perché il mio numero non era presente negli elenchi telefonici. OVVIO, E' LA PRIMA MISURA CHE HO ADOTTATO PER NON ESSERE DISTURBATO! ! ! Buono il sistema blacklist sui cellulari. Per il telefono di casa devo trovarne uno che lasci passare solo le chiamate consentite.
  9. Avatar
    ciccio137
    01/04/2016 19:02:32
    La black list dei cordless Gigaset non risolve il problema, in quanto può contenere non più di una ventina di numeri e le telefonate che arrivano dai call center provengono da numeri sempre diversi, rispetto a quelli bloccati.