13664 Letture
Chiavetta USB avviabile con più file ISO, senza formattazione

Chiavetta USB avviabile con più file ISO, senza formattazione

Creare una chiavetta avviabile contenente più file ISO: sistemi operativi Windows, distribuzioni Linux e utilità per la manutenzione del sistema tutte in unico supporto.

Oggi sono disponibili molteplici strumenti che consentono di creare un supporto USB di boot e avviare la macchina utilizzando non il sistema operativo installato ma quello presente nella chiavetta. Lo stesso Media Creation Tool di Microsoft consente agli utenti di Windows 10 di allestire in pochi minuti una chiavetta avviabile da usare per effettuare l'installazione del sistema operativo (Come ripristinare Windows 10 senza perdere i dati) o per avviare la macchina in condizioni di emergenza.

Ventoy è un'utilità certamente meno conosciuta ma che si sta imponendo come versatile strumento per caricare in una stessa chiavetta USB avviabile non soltanto la ISO di Windows ma anche le immagini di tanti altri supporti d'installazione: si pensi alle principali distribuzioni Linux, agli strumenti per il ripristino del sistema, la sua manutenzione, la scansione antimalware e il recupero dati.
Con Ventoy è ad esempio possibile creare una chiavetta USB compatibile con BIOS o UEFI che offra la possibilità di effettuare il boot dal supporto di installazione di varie versioni di Windows oppure da altre immagini ISO.

Il bello è che sul sito ufficiale di Ventoy viene costantemente aggiornato l'elenco dei file ISO compatibili: basta visitare questa pagina per scoprire che con questo comodissimo tool è possibile effettuare il boot dai supporti d'installazione di Windows, Windows PE, Debian, Ubuntu e derivate, Fedora, CentOS, RedHat, SuSE, Mint, Kali e molte altre, oltre alle varie utilità Acronis, Kaspersky, AOMEI, MiniTool, Parted Magic, SystemRescueCD, MemTest86 e così via.


Ventoy è compatibile, come detto, sia con i sistemi basati sui più recenti BIOS UEFI che con quelli che usano un bios legacy: UEFI BIOS: cosa significa CSM e quando è utile.
Per effettuare il boot dalla chiavetta avviabile configurata con Ventoy, bisognerà impostare la corretta sequenza di boot a livello BIOS (Come entrare nel BIOS su qualunque dispositivo).
Nel caso in cui sulla macchina fosse installato Windows 10, tenere premuto il tasto MAIUSC mentre si fa clic sulla voce Riavvia il sistema del menu Start quindi scegliere Utilizza un dispositivo e selezionare infine la chiavetta USB di Ventoy.
In alternativa si può usare Risoluzione dei problemi, Opzioni avanzate, Impostazioni firmware UEFI per modificare la sequenza di boot.

Se Ventoy dovesse mostrare il messaggio d'errore "Verification failed: (15) Access Denied" significa che sul sistema è in uso Secure Boot: Come verificare se Secure Boot è abilitato.
Per usare Ventoy senza disabilitare Secure Boot si può seguire la semplice procedura illustrata in questa pagina di supporto.

Configurare una chiavetta avviabile per il boot da USB con Ventoy

Per usare Ventoy, compatibile con Windows e Linux, è necessario scaricarne la versione più aggiornata facendo riferimento a questa pagina su GitHub.

Con riferimento alla versione per sistemi Windows, basterà inserire una chiavetta USB quindi estrarre il contenuto dell'archivio compresso in una cartella di propria scelta sul sistema locale (ad esempio in C:\) per poi fare doppio clic sull'eseguibile.

Chiavetta USB avviabile con più file ISO, senza formattazione

Quando Ventoy non è ancora installato nella chiavetta USB, il numero di versione dell'utility appare solamente nel riquadro Ventoy locale.
Il consiglio è quello di spuntare Avvio protetto (Secure Boot) dal menu Opzioni quindi fare clic sul pulsante Installa.

La chiavetta USB verrà formattata, operazione che è necessario effettuare una sola volta (i dati eventualmente in essa presenti saranno rimossi).

Chiavetta USB avviabile con più file ISO, senza formattazione

Al termine della configurazione, Ventoy mostrerà il numero di versione anche nel riquadro Ventoy in device.


Premendo la combinazione di tasti Windows+R quindi digitando diskmgmt.msc, si noterà che Ventoy avrà suddiviso la chiavetta USB in due partizioni: la prima di tipo exFAT, la seconda FAT contenente i file di boot (EFI) resa nascosta.

Chiavetta USB avviabile con più file ISO, senza formattazione

A questo punto basterà copiare i file ISO nella prima partizione (quella con etichetta Ventoy) per renderli avviabili al boot al successivo riavvio del sistema, previa connessione della chiavetta USB appena creata.

Chiavetta USB avviabile con più file ISO, senza formattazione

Lasciando collegata la chiavetta USB di Ventoy si potrà richiedere il boot della macchina usando uno dei file ISO contenuti nella partizione di più grandi dimensioni.

Chiavetta USB avviabile con più file ISO, senza formattazione