4226 Letture
Copertura fibra e ADSL: i bollini AGCOM indicheranno tecnologia usata e velocità della connessione

Copertura fibra e ADSL: i bollini AGCOM indicheranno tecnologia usata e velocità della connessione

AGCOM sta per approvare un nuovo regolamento che imporrà agli operatori di telecomunicazioni di descrivere meglio le tecnologia utilizzata per fornire connettività a banda larga e ultralarga agli abbonati.

AGCOM, l'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, prescriverà agli operatori di telecomunicazioni italiani l'utilizzo di un bollino per informare gli utenti circa le prestazioni offerte dalle proprie soluzioni di connettività.

Nell'articolo Copertura fibra, tra bollini e corretto utilizzo del termine abbiamo già visto che l'appellativo "fibra" è utilizzabile a livello commerciale solo per riferirsi alla connettività FTTH (Fiber-to-the-Home) ovvero quanto il cavo in fibra ottica arriva fino al modem router dell'abbonato.

AGCOM, sulla scorta di quanto previsto in un emendamento al decreto fiscale di novembre 2017, ha voluto precisare però che gli operatori potranno comunque usare il termine "fibra" per descrivere, ad esempio, i collegamenti FTTC (Fiber-to-the-Cabinet) in cui la rete secondaria ovvero il tratto tra l'armadio e il modem router dell'utente resta in rame (doppino telefonico).
Non potranno però usare più "superlativi" o parole come "Tutto fibra oppure "Super fibra" se non nel caso delle connessioni FTTH. In quest'ultimo caso si parla di collegamenti a banda ultralarga Full Fiber (FF).


Copertura fibra e ADSL: i bollini AGCOM indicheranno tecnologia usata e velocità della connessione

AGCOM: bollini "universali" per indicare la velocità della connessione Internet

Con l'obiettivo di rendere il cliente maggiormente consapevole circa le tecnologie adoperate dal provider per portare la banda larga o la banda ultralarga negli immobili degli utenti finali, AGCOM ha preparato cinque bollini di diversa colorazione e recanti sigle differenti.

I bollini dovranno essere esposti sia in fase pre-contrattuale, ad esempio quando l'utente cercasse informazioni sulla copertura, sia nel contratto stipulato al momento dell'acquisto dell'offerta.
Non solo. A livello contrattuale ogni operatore di telecomunicazioni dovrà comunque inserire una tabella riportando in modo chiaro le seguenti informazioni:


- protocolli di trasmissione impiegati
- velocità della connessione in downstream e upstream
- velocità massima e minima attesa
- latenza
- modalità di erogazione dell'eventuale servizio fonia (via VoIP o meno)

Copertura fibra e ADSL: i bollini AGCOM indicheranno tecnologia usata e velocità della connessione

I bollini AGCOM per indicare le velocità della connessione Internet, come detto, dovrebbero essere cinque:

- FF (verde). Full Fiber ovvero collegamento FTTH: la fibra arriva fino al modem router dell'utente finale.
- F (azzurro). Fibra al palazzo. Il cavo in fibra ottica arriva fino all'edificio dell'abbonato. In questo caso si parla di connessione FTTB (Fiber-to-the-Basement): il collegamento in fibra ottica raggiunge il limite del palazzo e ad esempio, arriva, fino allo scantinato o ai garage per una o più unità abitative (appartamenti o villette). Il collegamento finale con il modem router di ciascun abbonato resta su doppino telefonico oppure viene realizzato con cablaggio in fibra ottica polimerica e tecnologia Ethernet.
- RF (giallo). Fibra alla cabina. Ci si riferisce alle connessioni FTTC in cui la fibra ottica arriva fino all'armadio stradale (generalmente posizionato entro 300 metri dall'immobile da servire). L'ultima parte del collegamento, dall'armadio stradale (o cabinet) al modem router dell'abbonato rimane in rame (doppino telefonico).
- R (rosso). Fibra alla centrale. In questo caso il collegamento in fibra è realizzato solo fino alla centrale telefonica. È il caso delle connessioni ADSL o delle utenze fibra attestate su rete rigida: Rete rigida: cos'è e perché le prestazioni della connessione sono inferiori.
- W (viola). Fixed wireless. In questo caso l'accesso alla connessione Internet viene offerto dal provider in modalità senza fili mediante collegamento a un'antenna posta nelle vicinanze. Nelle aree rurali più difficili da raggiungere Open Fiber userà appunto il fixed wireless. L'installazione di antenne riguarderà, almeno stando a quanto dichiarato, una piccola porzione delle unità immobiliare situate nelle aree bianche o "a fallimento di mercato". La connessione fixed wireless avrà comunque velocità minima di 30 Mbps.


Il nuovo regolamento AGCOM sui bollini per descrivere la connessione a banda larga e ultralarga non è ancora entrato in vigore: l'Autorità ha infatti avviato una consultazione pubblica che mira a coinvolgere tutte le parti interessate e, ove possibile, migliorare le disposizioni proposte.

Copertura fibra e ADSL: i bollini AGCOM indicheranno tecnologia usata e velocità della connessione - IlSoftware.it