1588 Letture
Google porta AMP anche nelle email che diventano più rapide a caricarsi e soprattutto interattive

Google porta AMP anche nelle email che diventano più rapide a caricarsi e soprattutto interattive

AMP for Email è la piattaforma aperta appena presentata da Google che consentirà ai fornitori di servizi e ai produttori di contenuti di coinvolgere l'utente direttamente dal client di posta. Si comincia da Gmail.

Google ha appena comunicato che a breve anche Gmail utilizzerà AMP (Accelerated Mobile Pages): l'idea è quella di velocizzare drasticamente il caricamento delle email sui dispositivi mobili e offrire agli utenti la possibilità di interagire con i link presenti nei messaggi senza abbandonare il client di posta.

Aakash Sahney, product manager di Google, spiega che ispirandosi a quanto fatto per i siti web (Pagine AMP: SEMrush rileva che ancora pochi siti le usano e chi le eroga commette errori) è ormai giunta l'ora di modernizzare uno degli strumenti sui quali ciascuno di noi spende più tempo in assoluto: l'email.

Google porta AMP anche nelle email che diventano più rapide a caricarsi e soprattutto interattive

Un messaggio di posta non sarà più un oggetto "statico" ma diventerà qualcosa con cui è possibile interagire direttamente. Tanto che Booking, Pinterest e Doodle.com hanno già colto le opportunità offerte dal nuovo progetto di Google per "coinvolgere" l'utenza e facilitare l'utilizzo dei rispettivi servizi direttamente da Gmail.


Google porta AMP anche nelle email che diventano più rapide a caricarsi e soprattutto interattive

Battezzata AMP for email quella appena presentata da Google è una piattaforma aperta che potrà essere utilizzata da ogni sviluppatore (le specifiche sono già consultabili GitHub).

Google porta AMP anche nelle email che diventano più rapide a caricarsi e soprattutto interattive - IlSoftware.it