33063 Letture

Il dopo Napster: gli utenti continuano ad usare il file sharing

Una famosa azienda australiana che si occupa di statistiche Internet ha analizzato l'utilizzo dei servizi di file sharing dopo la morte di Napster, il primo servizio per la condivisione di file musicali in Rete, protagonista, negli scorsi mesi, di una serie infinita di battaglie legali, culminata, poi, con la chiusura del servizio stesso nel mese di Luglio 2001.

Dall'indagine dell'azienda è scaturito che gli utenti unici (ossia gli utenti - differenti tra loro -) che utilizzavano, nel mese di Luglio 2001 servizi di file sharing, erano, in Australia, 869.000. Gli utenti unici sono leggermente aumentati, poi, nei mesi successivi, sino ad arrivare alla cifra di 872.000 nel mese di Settembre 2001.

Abbiamo più volte citato, ad esempio, il successo che stanno avendo, anche a livello italiano, i software WinMX e Morpheus.

Il dopo Napster: gli utenti continuano ad usare il file sharing - IlSoftware.it