5378 Letture

Internet al collasso fra pochi anni? Non è proprio così

Dalla giornata di ieri non fanno che rincorrersi online articoli, soprattutto delle testate generaliste (a parte alcune eccezioni), che fanno riferimento ad un possibile collasso della rete Internet nel giro di alcuni anni. Ieri si parlava di una fine della rete Internet entro otto anni, poi si è passati a quindici ed infine a venti. Cosa c'è di vero?

Tutte le testate fanno riferimento ad uno studio accademico a firma di Andrew Ellis, docente presso la Aston University di Birmingham. Il professore ha "fotografato" l'incremento in termini di banda complessivamente richiesta per la trasmissione di dati in Rete nel corso degli anni ma si è ben guardato dal presentare scenari apocalittici.

Internet al collasso fra pochi anni? Non è proprio così

La linea rossa riflette la capacità appannaggio degli switch e dei router installati sulle dorsali della rete Internet mentre la linea rossa indica la banda di rete tipicamente disponibile per gli utenti finali. Il grafico si riferisce alla situazione del Regno Unito ma un'analoga istantanea potrebbe essere prodotta per qualunque altro Paese occidentale.


La linea blu continuerà ad avere una pendenza sempre più elevata perché sembra più massiccia sarà la domanda in termini di banda di rete. Particolarmente impegnativa, ma sempre più diffusa, sarà la trasmissione di contenuti video. Tali tipologie di contenuti imporranno un nuovo e pesante adeguamento delle dorsali Internet, chiamate a trasferire quantità di dati sempre crescenti.

Le tre linee (la verde rappresenta la capacità complessiva del collegamento di rete disponibile "sulla carta") hanno seguito più o meno lo stesso andamento dagli anni '80 ad oggi ma adesso, sempre secondo Ellis, è necessario un cambio di rotta.


Internet non è al collasso, quindi, - quella di Ellis è da considerarsi una ricerca accademica - ma nei prossimi anni gli operatori di telecomunicazioni - a vari livelli - dovranno agire per migliorare le infrastrutture, sia quelle nazionali che le dorsali che collegano più Paesi.

  1. Avatar
    guybonet
    06/05/2015 08:23:43
    Ed iniziare ad impedire lo start automatico dei filmati all'interno dei siti come ad esempio Facebook??? Nessuno ha mai pensato che scaricare materiale non richiesto è uno spreco di risorse? Iniziamo a limitare il consumo di banda in questo modo e favoriamo il download di contenuti in P2P. Ciao a tutti! :)
  2. Avatar
    Marco444444444
    04/05/2015 17:31:37
    Con H.265 dimezzi il traffico video, con H.266 dimezzi nuovamente il traffico video e così via... in un futuro non troppo lontano si potranno vedere video in 4K con soli 10 Mbps di banda e in qualità elevata...
  3. Avatar
    Lettore anonimo
    04/05/2015 17:26:50
    Si, ma poi si deve considerare che la domanda di banda non continuerà ad aumentare all'infinito, 10 Gbps di banda per un singolo utente penso che basteranno per i prossimi 100 anni... :eheheh: è come dire che servono autostrade sempre a più corsie perchè il numero di auto aumenta continuamente, a quest'ora dovremmo avere autostrade a 100 corsie, ma la verità è che arrivati a un certo punto il traffico smette di aumentare e rimane costante, ovviamente se la popolazione mondiale continua ad aumentare è ovvio che la richiesta di banda aumenterà proporzionalmente agli abitanti della terra, ma non di così tanto... Nel caso peggiore si limiterà la banda del singolo utente a 1000 TB al mese, un po' come avviene oggi per il 3G, solo che lì di solito il limite è di 2 GB al mese :eheheh:
Internet al collasso fra pochi anni? Non è proprio così - IlSoftware.it