7377 Letture

Microsoft presenta OneDrive, ecco le principali novità

Microsoft ha lanciato ufficialmente quest'oggi OneDrive, il sostituto di SkyDrive, nuovo servizio per l'hosting dei file "sulla nuvola".
Il colosso di Redmond è stato costretto a cambiare il nome a SkyDrive a seguito di una vertenza legale con le società del magnate australiano Rupert Murdoch (vedere Murdoch la spunta su Microsoft: SkyDrive diventa OneDrive e Con Microsoft OneDrive tornano le cartelle condivise).

L'azienda guidata da Satya Nadella cerca ora di sfruttare il lancio del nuovo servizio OneDrive per attrarre nuovi utenti puntando soprattutto sull'integrazione di qualche funzionalità "inedita".


"Giocando" sul nome del servizio - OneDrive - i portavoce di Microsoft lo presentano come "the one place for everything" ossia un contenitore unico, centralizzato, che gli utenti possono usare per la memorizzazione di qualunque genere di contenuto (foto, video, documenti, file,...) indipendentemente dal device impiegato.
Coloro che già utilizzano SkyDrive non dovranno far nulla: tutti i contenuti precedentemente conservati sul servizio resteranno sempre al loro posto. Allo stesso modo, chi ha installato l'app SkyDrive sul proprio dispositivo mobile non dovrà rimuoverla: Microsoft distribuirà a breve, in automatico, un aggiornamento.

Tra le nuove funzionalità di OneDrive citiamo la possibilità di condividere rapidamente un file video così come sino ad oggi avvenuto per le foto e ciò grazie alla transcodifica MPEG in tempo reale. In questo modo la riproduzione dei video avverrà indipendentemente dal formato usato e si adatterà automaticamente alle prestazioni garantite dalla connessione di rete.
Similmente a quanto già accadeva su Apple iOS e Windows Phone, inoltre, gli utenti Android potranno ora procedere con l'upload automatico delle foto. Chi utilizzerà OneDrive, infine, potrà lavorare a progetti collaborativi - in tempo reale - appoggiandosi alla suite Office Web Apps.


I nuovi utenti di OneDrive avranno a disposizione, gratuitamente, 7 GB di spazio sulla nuvola (contro i 25 GB che si potevano ottenere in precedenza attivando un account SkyDrive) che potranno poi diventare 12 GB invitando colleghi ed amici (fino ad un massimo di 10 persone).
Se si deciderà di abilitare la funzione che permette il backup automatico delle foto sui dispositivi mobili a cuore Android, Apple iOS e Windows Phone, Microsoft concederà gratis ulteriori 3 GB di spazio cloud.
Alle prime 100.000 persone che si registreranno su OneDrive, però, Microsoft concederà 100 GB di spazio gratuiti per un anno. Per conoscere il momento giusto per iscriversi, bisognerà seguire l'account Twitter dell'azienda cliccando qui.
Maggiori informazioni sul sito ufficiale del servizio.

Microsoft presenta OneDrive, ecco le principali novità - IlSoftware.it