6097 Letture

NETGEAR D7800, router-modem WiFi potente e versatile. Le funzionalità del nuovo firmware

Il modem-router D7800 - conosciuto anche come Nighthawk X4S - è uno dei top di gamma di NETGEAR. Si tratta di un dispositivo estremamente versatile che ha l'anima di un router professionale e che integra un modem ADSL e fibra (ADSL/ADSL2/ADSL2+ e VDSL/VDSL2).

Con l'ultimo aggiornamento firmware, NETGEAR ha notevolmente ampliato il ventaglio delle possibilità offerte: alcune funzionalità già presenti sono state infatti migliorate mentre altre sono state introdotte ex novo.

Le principali caratteristiche del router-modem NETGEAR D7800

Per chi dispone di molti dispositivi WiFi che necessitano di banda ed eseguono applicazioni che devono risultare fruibili in tempo reale (bassa latenza), NETGEAR D7800 (in offerta speciale su Amazon) è una soluzione che non lascia nulla al caso.

NETGEAR D7800, router-modem WiFi potente e versatile. Le funzionalità del nuovo firmware

Utilizzando MU-MIMO (multi-user multiple-input and multiple-output; vedere anche Che cos'è MU-MIMO e può davvero migliorare la connessione WiFi?) e la tecnologia WiFi AC2600 Quad Stream, NETGEAR D7800 può assicurare fino a 2,53 Gbps di banda.


Grazie poi all'utilizzo della tecnologia Beamforming+, il D7800 può ottimizzare il collegamento WiFi potenziando sia la copertura che la velocità di trasferimento dati.
Ricorrendo al beamforming, i cui benefici risulteranno tangibili usando dispositivi compatibili 802.11ac, il segnale WiFi può essere infatti direzionato in modo efficace.

Un router WiFi professionale come quello di NETGEAR è in grado di stabilire la posizione del dispositivo wireless che deve ricevere i dati e migliorare il segnale in quella direzione riducendo contemporaneamente la potenza nelle altre direzioni.
Con il beamforming, quindi, si potranno raggiungere dispositivi WiFi collegati al router, con un buon livello di segnale, ad una distanza superiore rispetto a quanto si ottiene ricorrendo ai dispositivi tradizionali.

Il firmware recentemente distribuito da NETGEAR permette di attivare il cosiddetto WiFi Transmit Power Control, una funzionalità che consente di ridurre dinamicamente la potenza del modulo radio wireless così da limitare la copertura al proprio edificio e alla propria rete locale. Allo stesso tempo, il meccanismo consente di ridurre le interferenze con le reti WiFi limitrofe.

NETGEAR D7800, router-modem WiFi potente e versatile. Le funzionalità del nuovo firmware

QoS e prioritizzazione del traffico: per una rete LAN mai "bloccata"

Essendo progettato per gestire simultaneamente decine di dispositivi sia via interfaccia Ethernet che via WiFi, il D7800 consente di impostare un meccanismo di "prioritizzazione" del traffico.
Per mantenere cioè la qualità del servizio (QoS) e, di conseguenza, le prestazioni della connessione all'altezza delle aspettative, il D7800 consente di stabilire quale traffico deve essere considerato prioritario (ad esempio la navigazione sul web e l'accesso alla posta elettronica) e quale, invece, può essere penalizzato per lasciare libera banda sia un downstream che in upstream.

NETGEAR D7800, router-modem WiFi potente e versatile. Le funzionalità del nuovo firmware

D7800 consente di trarre il meglio dal concetto di QoS dinamico offrendo la possibilità di imporre limitazioni anche a livello del singolo dispositivo client.

Il QoS dinamico è uno dei "fiori all'occhiello" del D7800 perché consente di evitare quelle situazioni in cui le performance della rete locale vengono "affossate" da singoli sistemi client che pongono in essere sessioni di download intensive o, peggio ancora, avviano upload molto pesanti.
La funzionalità QoS integrata nel D7800 è in grado di assegnare automaticamente delle priorità di traffico in base all'applicazione e al dispositivo: ciò significa che il quantitativo di banda destinato ad attività non strettamente essenziali (si pensi all'upload di foto o filmati dai dispositivi mobili collegati alla LAN via WiFi) viene automaticamente regolata sulla base della banda complessivamente disponibile e su quella richiesta da attività più importanti.

D7800: autoconfigurazione ma anche funzionalità estremamente evolute per gli utenti più esigenti

Il router può essere gestito, normalmente, dal pannello di amministrazione ma offre la possibilità di utilizzare anche il comodo NETGEAR genie. Si tratta di uno strumento che semplifica il monitoraggio, la connessione e il controllo della rete domestica da PC, Mac, tablet e smartphone (vengono messi a disposizione diversi software client, uno per ciascuna piattaforma supportata da "genie").

NETGEAR D7800, router-modem WiFi potente e versatile. Le funzionalità del nuovo firmware

Applicando il firmware più recente, NETGEAR genie permetterà di amministrare il router e la rete locale anche in modalità remota.

NETGEAR D7800 si propone quindi come un'ottima scelta per l'utente che desidera fidare su un router capace di "autoconfigurarsi": il dispositivo di NETGEAR può impostare automaticamente i parametri di connessione del provider scelto e, ad esempio, comprendere se debba svolgere il ruolo di router-modem o semplicemente quello di access point, collegato in cascata con un modem di terze parti.
NETGEAR D7800 è però una scelta eccellente anche per gli utenti più esperti che desiderano regolare in profondità il comportamento del router abilitando eventualmente funzionalità evolute. La scheda Avanzate del pannello di amministrazione del router è ricchissima di impostazioni accessorie.


Alla prima accensione del router, l'utente ha la possibilità di scegliere se demandare l'intera configurazione a NETGEAR genie oppure se procedere in completa autonomia.

NETGEAR D7800, router-modem WiFi potente e versatile. Le funzionalità del nuovo firmware

Possibilità di creare 4 reti WiFi sui 2,4 e 5 GHz per collegare i propri dispositivi e quelli degli ospiti

Il D7800 consente di configurare due reti WiFi, l'una sulla banda dei 2,4 GHz, l'altra sui 5 GHz (funzionalità che consente di superare il problema dell'affidabilità della rete wireless nelle aree urbane più affollate; vedere anche Che differenza c'è tra WiFi 2,4 GHz e 5 GHz?). Inoltre, consente di attivare ulteriori due reti WiFI (sui 2,4 e 5 GHz) per consentire l'accesso da parte di eventuali utenti ospiti.

In questo modo, le reti e i client collegati al router NETGEAR potranno essere tenuti completamente separati: gli ospiti non avranno la possibilità di rilevare la presenza dei dispositivi collegati alla LAN né potranno accedere alle cartelle in essi condivise.

NETGEAR D7800, ancora più potente e completo con l'ultimo aggiornamento del firmware

L'ultimo aggiornamento firmware per il router-modem NETGEAR D7800 (release 1.0.1.10) abilita e rende disponibili agli utenti una serie di funzionalità evolute che in precedenza non erano sfruttabili o che potevano essere solo parzialmente utilizzate. Citiamo, di seguito, le principali:

- Accedere in modalità remota alle unità USB collegate al router con ReadyCloud

Installando l'ultimo firmware per il D7800, sarà possibile accedere alla nuova funzionalità che permette di accedere in modalità remota al contenuto delle unità USB collegate al router.
Il D7800 dispone infatti di due porte USB 3.0 e una eSATA alle quali si possono connettere unità per lo storage dei dati: dalle semplici chiavette USB, fino ad hard disk esterni e NAS.




Basterà così mantenere acceso solo il router (ed eventualmente l'unità di storage se necessitasse dell'alimentazione) per accedere al suo contenuto ovunque ci si trovi e da qualunque dispositivo, indipendentemente dalla sua tipologia.

NETGEAR D7800, router-modem WiFi potente e versatile. Le funzionalità del nuovo firmware

Chi fosse interessato ad accedere ai suoi archivi fotografici da remoto, usando un dispositivo Apple iOS, può installare e usare l'app Kwilt iOS che consente di "unire" le "gallerie fotografiche" conservate su Google Drive, Facebook, Dropbox, OneDrive e così via con le immagini memorizzati sulle unità USB collegate al D7800 di NETGEAR.

ReadyCloud è stata inserita all'interno della sezione ReadySHARE che, a sua volta, non soltanto consente di facilitare l'accesso "centralizzato" alle unità di storage (USB/eSATA) collegate al router ma permette anche di trasformare il router un un vero e proprio server multimediale (accessibile via Chromecast, DLNA e così via).
Così facendo, sarà possibile accedere ai contenuti salvati nelle unità di memorizzazione collegate al D7800 lasciando acceso solamente il router, senza appoggiarsi ad altri dispositivi.

Funzionalità accessorie come ReadySHARE Printer e ReadySHARE Vault consentono, rispettivamente, di condividere una stampante USB e di attivare il backup automatico (previa installazione di un apposito software agent) su qualunque workstation.

- Scaricare file da remoto, direttamente nelle unità USB collegate al D7800

Dopo l'installazione del firmware più recente, si potrà usare la funzione NETGEAR Downloader che consente di richiedere, da remoto, il download di qualunque file.


NETGEAR D7800, router-modem WiFi potente e versatile. Le funzionalità del nuovo firmware

Il router D7800 provvederà così a prelevare i file indicati dalla rete Internet e li salverà nell'unità USB collegata al dispositivo.

NETGEAR D7800, router-modem WiFi potente e versatile. Le funzionalità del nuovo firmware

Il router può scaricare file usando i protocolli HTTP e FTP ma anche file dalle reti BitTorrent ed Emule.

- Supporto OpenVPN

Il router di NETGEAR può fungere da server OpenVPN (vedere Reti VPN: differenze tra PPTP, L2TP IPSec e OpenVPN) consentendo l'accesso sicuro da qualunque luogo in cui ci si trovi. La creazione di un tunnel VPN, gestito direttamente dal router, permette di scambiare dati in forma crittografata, certi che nessun altro utente - non autorizzato - possa accedervi.

Il supporto OpenVPN garantito dal router D7800 consente di collegarsi alla rete locale dell'azienda, dell'ufficio, dello studio professionale o di casa da qualunque parte del mondo, senza che le informazioni inviate e ricevute possano essere lette da terzi.

Il firmware da poco rilasciato estende il supporto abbracciando l'utilizzo dei client OpenVPN per Windows, macOS, Android e iOS.

- Possibilità di usare il router anche come access point

Il D7800, grazie all'ultimo firmware, è capace di stabilire se l'utente desidera configurare il dispositivo come access point o meno.
La modalità access point è di solito utilizzata per rendere wireless una connessione cablata: il dispositivo consentirà di accedere alla rete Internet ma non offrirà più le funzionalità proprie della "modalità router". Tra queste citiamo la possibilità di inoltrare il traffico dati su porte specifiche (port forwarding) e l'assegnazione di IP mediante server DHCP.


- Inoltro delle porte e IPTV

Installando l'ultimo aggiornamento, il D7800 consente di impostare regole più precise per l'inoltro del traffico sulle porte: si può ad esempio creare un'unica regola che abiliti il port forwarding sia su singole porte che su intervalli.

Il supporto IPTV, poi, consente di fruire dei servizi di TV via Internet: il D7800 farà in modo che la porta LAN indicata appaia come una porta IPTV con accesso diretto alla WAN, senza passare attraverso il NAT.

Chi volesse portare all'estremo il concetto di risparmio energetico, ha anche la possibilità di disattivare tutti i LED presenti sul dispositivo sia da interfaccia web che agendo sull'interruttore "fisico" posto sul retro del router.

Per maggiori informazioni sul nuovo firmware, si può consultare questa pagina e il sito ufficiale.

Il NETGEAR D7800 può essere acquistato da questa pagina (in offerta speciale su Amazon a 194 euro) oppure facendo riferimento a queste pagine.


  1. Avatar
    Michele Nasi
    28/09/2016 08:38:00
    Ciao! Il D7000 ha sicuramente il supporto server OpenVPN, gestione FTP, ReadySHARE e ReadySHARE Vault. Nelle specifiche non ho visto parlare, però, di ReadyCLOUD. Faccio un po' di verifiche e ti faccio sapere. :wink:
  2. Avatar
    Mr.PartyHut
    27/09/2016 21:39:12
    Ottimo articolo. Come del resto lo sono tutti quelli che pubblicate voi. Stavo proprio passando nuovamente a Netgear e mi chiedevo se anche il D7000 avesse le stesse funzioni per quanto riguarda il lato "server". Ossia mi chiedevo se dal punto di vista del VPN, ready share/vault ecc.., gestione FTP e compagnia bella, il D7000 fosse identico al D7800, tralasciando la velocità bruta del processore e le performance WiFi AC. Nel qual caso mi tufferei direttamente sul D7000 risparmiando quasi 100 euro. Un saluto! Marco
NETGEAR D7800, router-modem WiFi potente e versatile. Le funzionalità del nuovo firmware - IlSoftware.it