2396 Letture
Project Natick, primo datacenter Microsoft sottomarino installato vicino alle coste scozzesi

Project Natick, primo datacenter Microsoft sottomarino installato vicino alle coste scozzesi

Inizia la fase due del progetto Natick: i tecnici Microsoft installano il primo datacenter sottomarino dell'azienda usato in produzione.

Ormai quasi due anni e mezzo or sono Microsoft aveva dato il via al suo Project Natick, iniziativa volta ad allestire dei veri e propri datacenter in fondo al mare: Microsoft porta un datacenter sul fondo del mare.

Adesso l'azienda di Redmond è passata alla seconda fase del progetto immergendo una sorta di container che ospita ben 864 server lungo le coste delle Isole Orcadi (Scozia).

Dopo i test eseguiti a suo tempo in California, questa volta i tecnici Microsoft hanno messo a punto il primo datacenter ad essere utilizzato in produzione posizionandolo in mare a circa 35 metri di profondità. Lì dovrebbe funzionare per cinque anni senza necessitare di alcun tipo di manutenzione.

Project Natick, primo datacenter Microsoft sottomarino installato vicino alle coste scozzesi

Il "datacenter marino" di Microsoft occupa poco spazio rispetto ai centri di elaborazione dati di tipo tradizionale che la società di Redmond oggi utilizza, ad esempio, per fornire i servizi della piattaforma Azure. L'acqua del mare offre però un ottimo sistema per la dissipazione del calore e mantiene la temperatura all'interno del container sostanzialmente costante.

Project Natick, primo datacenter Microsoft sottomarino installato vicino alle coste scozzesi

L'alimentazione arriva in questo caso da un impianto eolico per la produzione di energia elettrica situato nelle Isole Orcadi e lo stesso cavo viene utilizzato anche per il trasferimento dati.
I tecnici Microsoft hanno già anticipato che prossimamente verranno adoperate speciali turbine che consentiranno di trasformare l'energia prodotta dalle onde del mare in elettricità. In questo modo i datacenter di Project Natick potranno essere davvero autosufficienti.


Le acque del Mare del Nord sono un luogo piuttosto inospitale e l'area geografica nella quale Microsoft sta effettuando i suoi test è spesso presa di mira da violente tempeste. Sott'acqua, poi, le correnti sono fortissime. Microsoft sostiene che se gli esperimenti andranno a buon fine, significa che Project Natick potrà avere successo in ogni angolo del pianeta.


Maggiori informazioni sono reperibili nelle pagine che Microsoft ha dedicato al progetto.

Project Natick, primo datacenter Microsoft sottomarino installato vicino alle coste scozzesi