Sconti Amazon
martedì 26 luglio 2022 di 1563 Letture
Quanto costa Amazon Prime: il prezzo dell'abbonamento dal 15 settembre

Quanto costa Amazon Prime: il prezzo dell'abbonamento dal 15 settembre

Amazon Prime costerà di più: adesso ci vogliono 50 euro per l'abbonamento annuale che resta comunque più conveniente rispetto al piano basato su canoni mensili.

Dopo tre anni in cui il prezzo dell'abbonamento è rimasto inalterato, dal 15 settembre 2022 Amazon si appresta ad applicare un ritocco al rialzo.

Negli Stati Uniti il costo di Amazon Prime era già stato recentemente modificato e in Italia Amazon ha cominciato a inviare le prime email agli abbonati annunciando l'imminente aumento di prezzo.

Quanto costa Amazon Prime dal 15 settembre 2022

A partire dal prossimo 15 settembre il prezzo dell'abbonamento annuale ad Amazon Prime passerà da 36 euro a 49,90 euro.

Per chi sceglie di pagare l'abbonamento su base mensile, l'importo passa dagli attuali 3,99 euro a 4,99 euro.

Non tutti sembrano aver ricevuto l'email di Amazon che informa circa la modifica contrattuale: a coloro che hanno un abbonamento in imminente scadenza la comunicazione non sembra sia stata ancora recapitata.

Chi può rinnovare l'abbonamento annuale entro il 15 settembre prossimo potrà continuare a pagare 36 euro per un altro anno.

Quanto costa Amazon Prime: il prezzo dell'abbonamento dal 15 settembre

Come si vede nell'esempio in figura, per un abbonamento che scade entro metà settembre prossimo, Amazon chiede sempre un canone annuale di 36 euro. Nella parte inferiore del riquadro Piano Amazon Prime già si preannuncia il rincaro che verrà applicato, in questo caso, solo dal 2023.

Le ragioni che hanno indotto alla modifica del canone di abbonamento sono riconducibili, stando a quanto riportato da Amazon, a un aumento dei costi e all'andamento dell'inflazione.

Sebbene durante il periodo pandemico Amazon abbia registrato un aumento significativo degli acquisti online con ricavi e profitti inattesi, la società ha dovuto affrontare esborsi aggiuntivi per far fronte all'aumento dei costi di spedizioni, per pagare bonus e affrontare i problemi della catena di approvvigionamento. E alla fine ecco che i costi vengono scaricati sugli utenti.

L'ultimo aumento di Amazon Prime risale alla primavera 2018 quando il canone annuale passò da 19,99 a 36 euro.

In un altro articolo abbiamo visto come sfruttare al massimo l'abbonamento Amazon Prime. A fronte dei costi maggiorati resta inalterata l'offerta con Amazon Prime che permette di accedere ai seguenti vantaggi:

  • Spedizione veloce e gratuita su migliaia di prodotti
  • Film e serie gratuiti su Prime Video. Partite di UEFA Champions League incluse gratis.
  • Archiviazione di foto illimitata gratuita su Amazon Photos
  • Sconti per il preordine di videogiochi e altri vantaggi sul Twitch
  • Accesso gratuito a migliaia di brani musicali su Prime Music
  • Sconti sugli acquisti di contenuti multimediali
  • Accesso in anteprima alle offerte Prime Day, Black Friday,...

Gli abbonati possono beneficiare degli sconti Amazon prima degli altri: nell'articolo abbiamo visto come e dove trovarli.

Per quanto riguarda le partite della Champions League, come lo scorso anno Amazon Prime Video trasmetterà in streaming alcuni incontri. Anche chi non dispone di un abbonamento Prime potrà vedere gratuitamente la migliore gara del mercoledì. Un modo per invogliare altri utenti ad abbonarsi al servizio.

L'esperienza con lo streaming della Champions League su Prime Video è stato incoraggiante.


Buoni regalo Amazon
Quanto costa Amazon Prime: il prezzo dell'abbonamento dal 15 settembre - IlSoftware.it