20100 Letture

Quarant'anni di CPU: l'invenzione di Federico Faggin

Dopo il compleanno del web, celebrato anche in Italia nei giorni scorsi, è la volta di un'altra importantissima ricorrenza. Quarant'anni fa il fisico vicentino Federico Faggin (nella foto a lato) inventò il microprocessore. Si trattava dello storico Intel 4004, inizialmente battezzato "MCS-4", che fu realizzato proprio grazie alle idee rivoluzionarie proposte dallo scienziato italiano. Ideato nel 1971, l'Intel 4004 era una CPU a 4 bit che funzionava alla frequenza operativa di 740 kHz.

La novità proposta da Faggin avrebbe poi davvero rivoluzionato il mondo: egli concepì infatti il primo microprocessore monolitico in silicio della storia. Grazie alla tecnologia "MOS Silicon Gate", con porta auto-allineante ("self-aligned gate"), messa a punto dal fisico qualche anno prima, nel 1968, Intel poté arrivare a concepire la prima CPU in grado di funzionare poggiando su di un unico chip.


La frequenza di clock dell'Intel 4004, bassissima se confrontata con quelle a cui siamo ormai abituati da anni, era comunque cinque volte superiore a quella della precedente tecnologia utilizzando la metà del silicio. Dopo l'Intel 4004, costituito di circa 2.300 transistor, l'anno seguente fu rilasciato l'Intel 8008, il primo microprocessore a 8 bit con 3.500 transistor. Anche l'architettura dell'8080, prodotto da Intel nel 1974, fu elaborata proprio da Faggin.

Lo stesso anno Faggin lasciò Intel per fondare ZiLOG, prima società la cui attività era esclusivamente incentrata sulla produzione di microprocessori. Mentre nel 1976 l'inventore veneto introdusse il suo Z80, CPU di grandissimo successo popolarissima negli anni '80 su una vasta schiera di device, poco più tardi Intel propose gli 8086 e gli 8088, genitori dei microprocessori che utilizziamo ancor oggi.


Nel 1986 fondò Synaptics, contribuendo alla diffusione su vasta scala di un'altra invenzione: il touchpad. Nel 2004 ha assunto il ruolo di amministratore delegato in un'azienda che produce sensori avanzati per fotocamere digitali (Foveon).
Un anno fa, il 19 ottobre 2010, Federico Faggin ha ricevuto - dalle mani del presidente degli Stati Uniti Barack Obama - la medaglia nazionale per la tecnologia e l'innovazione quale alto riconoscimento per la sua brillante carriera di inventore e ricercatore.

Il 40esimo anniversario del microprocessore è stato ovviamente celebrato anche da Intel che ha pubblicato, per l'occasione, una pagina con cui viene ripercorsa l'intera storia di una delle più importanti invenzioni del secolo scorso.

  1. Avatar
    Giuseppe Verdi
    19/11/2011 01:00:28
    Sviluppo? Puntare nella ricerca? Ma cerco che l'Italia investe nello sviluppo e nella ricerca. Ecco un caso emblematico: l'azienda non faceva fare corsi di specializzazione. Con l'attiva partecipazione dei soli sindacati sono stati avviati i corsi e l'azienda ha ben pensato ai partecipanti ai corsi di porli in cassa integrazione cioè a carico dello stato. Dalla loro bocca: se l'azienda non li riprende chi può emigrerà es. in Argentina: lì cercano personale altamente specializzato e che ha esperienza lavorativa. Si certo. Investiamo nello sviluppo. Ma che imprenditori abbiamo in Italia? A proposito: la ditta in questione è in amministrazione straordinaria: gli 8 del consiglio d'amministrazione sono stati TUTTI condannati in primo grado per una lunga lista di reati fiscali: evasione, distrazione di capitali all'esterno, bancarotta fraudolenta e latitanza. Come indizio posso aggiungere che l'amministratore delegato è scappato a Dubai: latitante. Dall'Italia si scappa anche perché il mondo imprenditoriale locale è troppo scarso, con gestione familiare e pieno di disonesti senza valori morali. Ma chi investe in uno stato con un sommerso imprenditoriale tale? Altri delinquenti, quindi : W l'estero.
  2. Avatar
    canapa bianca
    18/11/2011 09:36:55
    Ogni giorno mi stupisco pensando a quante invenzioni e tecnologie sono dovute agli italiani, peccato che nemmeno una sia ritornata a nostro vantaggio. Pensate solo allo sfruttamento dei brevetti fatto dagli americano e a quanto abbiamo fatto noi...in genere ci siamo fatti scippare sempre la parte commerciale Elenco a caso quello che mi viene in mente: La pila (Volta) Il telefono (Meucci) ... Sfruttamento energia nucleare (pila di Fermi)... CPU (Faggin)... Il computer come oggetto di design (Olivetti altro che Apple!)... e mi fermo ma la lista è infinita
  3. Avatar
    maurolaspisa
    18/11/2011 07:37:45
    Nelle sue invenzioni Faggin estende alla strumentazione il modello cerebromentale dell'atto noetico: unico insight in 'n' canalizzazioni simultanee. Precisamente quanto lo scienziato si propone di mettere a punto oggi: un PC ad auto- display così che mentre calcola 'saprà' quel che fa. Magari senza l'azione perturbatrice dell'inconscio. Come resistere al fascino di uno strumento più puro di noi?
  4. Avatar
    john38
    17/11/2011 18:33:33
    faccio fatica a capire come il nostro paese generi tanti genii assieme ad altri che,con tanto potere,non sono in grado di farlo crescere a livello mondiale. :oops:
  5. Avatar
    Datalink
    17/11/2011 18:16:20
    E ancora non ci vergogniamo dello stato pietoso di scuola e ricerca pubblica. Capiranno gli ominicchi politucoli che solo investendo in ricerca pura ed innovazione riusciremo a riportare a galla questo disgraziato Paese ? Avremo l'ennesimo incentivo per rottamare le auto e produrne altre senza investire un centesimo sulla propulsione elettrica ? Avremo ancora minor produzione di energia solare di tutti i Paesi che stanno in Nord Europa ? Avremo ancora chilometri di asfalto e treni indiani ? Avremo ancora le baronie nelle universita ed ospedali ? Non gloriamoci per la fama dei nostri compatrioti all'estero, vergogniamoci che siano dovuti espatriare per trovar spazio al loro genio, da Marconi in poi.
  6. Avatar
    mario.j61
    17/11/2011 17:53:48
    Che dire, il genio Faggin è un orgoglio per tutta la nazione italia Nella ns nazione non mancano persone geniali, solo che non sempre riescono ad esprimersi per via dei finanziamenti che sono sempre insufficienti.
  7. Avatar
    ans.24
    17/11/2011 11:06:33
    Che tutto il mondo sappia che noi Italiani non siamo solo mandolino e pizza!!!
  8. Avatar
    Antonella Conte
    17/11/2011 09:36:47
    Questo ci fa capire che chi lavora cambia il mondo anche se non possiede televisioni, giornali, banche ecc. La storia ci insegna che queste "Persone" segnano il progresso e restano nei ns. libri, anche virtuali per sempre. Evviva! Sono orgogliosa da veneta che un altro veneto venga ricordato per una scoperta così importante che ha facilitato il lavoro di moltissime persone al mondo. Grazie sig. Federico Faggin, grazie mille per aver creduto nelle sue capacità, nelle sue idee, nei suoi progetti. Complimenti.
Quarant'anni di CPU: l'invenzione di Federico Faggin - IlSoftware.it