1250 Letture
AMD perde il numero uno del Radeon Technologies Group che forse passa a Intel

AMD perde il numero uno del Radeon Technologies Group che forse passa a Intel

Raja Koduri, dopo aver presentato le sue dimissioni ad AMD, sarebbe passato nelle fila della rivale Intel. Nel breve termine potrebbe occuparsi dell'integrazione delle GPU Radeon nel nuovo chip realizzato in collaborazione con Intel.

A metà settembre scorso AMD aveva annunciato che Raja Koduri, vice presidente del Radeon Technologies Group si sarebbe preso un periodo di pausa fino a dicembre.
Nulla però lasciava presagire l'imminente abbandono dell'azienda di Sunnyvale da parte di Koduri. In molti hanno letto nel forfait di Koduri una sorta di "separazione consensuale" con AMD visto il mancato arrivo sul mercato delle GPU Vega personalizzate.

AMD ha confermato l'uscita dalla società dell'ingegnere di primo piano spiegando comunque che sono in corso una serie di operazioni per rafforzare il team che compone il Radeon Technologies Group.

AMD perde il numero uno del Radeon Technologies Group che forse passa a Intel

Secondo fonti che vengono considerate attendibili, però, Koduri sarebbe passato nelle fila di Intel. Il suo ruolo nell'azienda di Santa Clara verrebbe a breve rivelato ma tutti gli indizi vedono un Koduri impegnato a dare man forte a Intel per l'integrazione della GPU AMD Radeon nei nuovi chip della serie "G" sui quali Intel e AMD starebbero lavorando assieme: Chip Intel AMD: ecco i primi dati relativi ai processori realizzati in collaborazione tra le due aziende.

Koduri potrebbe essere stato "arruolato" da Intel anche per dedicarsi allo sviluppo di una nuova architettura grafica, con l'obiettivo di rimpiazzare quella che la società guidata da Brian Krzanich sta al momento adoperando.


Le dimissioni di AMD e il passaggio di Koduri a Intel faranno molto discutere perché l'ingegnere vanta una vastissima esperienza nel settore dei chip grafici.

AMD perde il numero uno del Radeon Technologies Group che forse passa a Intel - IlSoftware.it