9161 Letture
Analizzatore WiFi, quale app usare per verificare le prestazioni della rete wireless

Analizzatore WiFi, quale app usare per verificare le prestazioni della rete wireless

Trasformare lo smartphone Android in un analizzatore WiFi capace di aiutare l'utente a migliorare la copertura delle proprie reti wireless.

La potenza del segnale WiFi è funzione di molteplici fattori: oltre al router utilizzato dipende dalla frequenza scelta (2,4 e/o 5 GHz), dal canale utilizzato (la scelta del canale è importante soprattutto nelle aree più densamente popolate), dalla posizione del dispositivo che permette la connessione wireless (router, access point,...) da scegliere oculatamente (preferibilmente al centro dell'edificio e non nei piani interrati, lontano da elementi architettonici che possano bloccare l'irradiamento del segnale), dall'antenna in uso (i.e. guadagno), dall'utilizzo di eventuali range extender.

Nell'articolo Segnale WiFi come amplificarlo e aumentare la copertura abbiamo presentato tutte le strategie per migliorare la copertura della WiFi, in azienda, in ufficio e a casa.

Come abbiamo spiegato nell'articolo Configurare un router, le cose da fare dopo l'acquisto, attenzione anche alle impostazioni regionali del modulo WiFi del router o dell'access point.
Tutti hanno notato che in fase d'installazione il dispositivo WiFi richiede in quale nazione esso viene usato. Pochi sanno, però, che scegliendo un Paese diverso dall'Italia o comunque non selezionando l'Europa, il router WiFi irradia un segnale con una potenza trasmissiva superiore o inferiore rispetto a quella effettivamente permessa dalle normative vigenti.
Optando per gli Stati Uniti anziché per l'Italia, si autorizza il router a raggiungere fino a 30 dBm/1 W EIRP (impostazione non accettata nel nostro Paese ove non si possono superare i 20 dBm/100 mW EIRP).


Analizzatore WiFi: come esaminare lo spettro delle frequenze sui 2,4 e 5 GHz

Per analizzare lo spettro delle frequenze e capire come viene irradiato il segnale WiFi individuando contemporaneamente le possibilità di ottimizzazione, è possibile ricorrere a un'app gratuita per Android come FRITZ!App WLAN.

Per usarla non è necessario disporre di un modem router Fritz!: dopo aver avviato l'app sul dispositivo mobile ed essersi connessi alla rete WiFi, nella scheda La mia rete wireless comparirà un grafico - aggiornato in tempo reale - con l'indicazione del segnale in dBm.


Analizzatore WiFi, quale app usare per verificare le prestazioni della rete wireless

Con un clic su Misurare throughput wireless, FRITZ!App WLAN misurerà la capacità trasmissiva effettivamente utilizzabile attraverso il collegamento WiFi.
Il grafico ben evidenzia come varia la banda disponibile in Mbps (Mbps cosa significa e a che cosa corrisponde?) al crescere o al decrescere della potenza del segnale (ad esempio quando ci si avvicina a ci si allontana dal router).

Analizzatore WiFi, quale app usare per verificare le prestazioni della rete wireless

Selezionando la scheda Collegamento e attivando l'"interruttore" visualizzato nella barra degli strumenti in alto, lo smartphone mostrerà l'andamento del livello di segnale WiFi per ciascuna delle reti rilevate nelle zone limitrofe (quindi anche le WiFi alle quali non si è connessi).

Analizzatore WiFi, quale app usare per verificare le prestazioni della rete wireless

Molto interessante è la scheda Ambiente che evidenzia in un grafico quali canali dello spettro di frequenze sui 2,4 e 5 GHz sono occupati dalle proprie WiFi e dalle altrui reti.

Analizzatore WiFi, quale app usare per verificare le prestazioni della rete wireless

Accanto alla voce Connessione è riportata la potenza del segnale istantaneamente rilevata e poco più a destra la velocità di picco raggiungibile all'interno della rete locale (eseguendo un test sul throughput si possono verificare, come visto in precedenza, le performance reali).


Ovviamente, attivando il modulo WiFi a 5 GHz (quindi la seconda rete WiFi) sui router compatibili (dual o tri-band), grazie all'utilizzo dello standard 802.11ac (Verificare se il notebook supporta i 5 GHz e 802.11ac) le performance di picco e il throughput possono crescere notevolmente.
Nell'esempio in figura, la rete WiFi può consentire di trasferire fino a 433 Mbps, valore utilissimo quando, per esempio, si utilizzasse una connessione in fibra ottica a 100 o 200 Mbps.

Analizzatore WiFi, quale app usare per verificare le prestazioni della rete wireless

Di base lo standard 802.11ac consente di trasferire i dati fino a 1.300 Mbps (oltre 162 MB/s), circa tre volte meglio rispetto ai 450 Mbps di picco di 802.11n; ricorrendo poi a MU-MIMO (Che cos'è MU-MIMO e può davvero migliorare la connessione WiFi?) e alla modulazione 256-QAM, i produttori di dispositivi per il networking possono migliorare ulteriormente le prestazioni abilitando la gestione simultanea di più stream di dati in entrambe le direzioni.

FRITZ!App WLAN consente quindi di ottimizzare la posizione del router e migliorare il segnale WiFi sia ottimizzandone i parametri che avvalendosi di dispositivi accessori come antenne esterne, range extender e access point.

Un software simile e altrettanto valido è WiFiAnalyzer.


Analizzatore WiFi, quale app usare per verificare le prestazioni della rete wireless - IlSoftware.it