60774 Letture

Backup Windows 7: mettere al sicuro, anche in rete, file e cartelle importanti

Windows Backup o Backup e ripristino è la funzionalità che Microsoft ha integrato in Windows 7 e che consente di effettuare il backup dei dati più importanti memorizzati sul disco fisso. Si tratta di un buon strumento che può essere utilizzato per richiedere o programmare backup di file e cartelle oppure la creazione di un'immagine del sistema.
Sebbene, almeno all'apparenza, lo strumento per il backup di Windows 7 sia molto semplice da utilizzare, si scoprirà ben presto che esso nasconde qualche aspetto poco chiaro legato al suo comportamento.

Iniziamo con il presentare il funzionamento del meccanismo di backup di Windows 7 spiegando come l'applicazione possa essere utilizzata per creare un'immagine del contenuto dell'intero disco fisso.
Successivamente vedremo come memorizzare gli archivi di backup in rete con Windows 7 Home Premium ed in che modo sia possibile effettuare il backup di file e cartelle.

Creazione e ripristino di un'immagine del sistema


Facendo riferimento all'articolo "Windows 7: breve presentazione della funzionalità Backup e ripristino", troverete tutte le istruzioni per utilizzare il backup di Windows 7 per la generazione di un'immagine del disco fisso.

Come i tanti software per il disk imaging in circolazione (EASEUS Todo Backup e Macrium Reflect, giusto per fare un paio di nomi), anche il backup di Windows 7 è in grado di creare una copia speculare del contenuto del disco fisso salvandola sotto forma di file in formato VHD.

Che cosa sono i file Microsoft VHD
Il Virtual Hard Disk (VHD) è un "contenitore" in grado di ospitare tutti gli elementi propri di un normale hard disk fisico quali, ad esempio, file e cartelle. Creato originariamente da Connectix, società poi acquisita da Microsoft, il formato VHD consente di produrre un disco fisso virtuale il cui contenuto può essere adeguatamente trattato dalle più recenti versioni di Windows oppure da altri software per la virtualizzazione. Grazie infatti all'inserimento del VHD, datato ormai 2005, nel programma "Open Specification Promise" del colosso di Redmond, tale formato è liberamente utilizzabile anche dagli sviluppatori di terze parti nei loro prodotti (anche lo stesso VirtualBox supporta il formato VHD per i dischi virtuali).


Nella parte finale dell'articolo "Windows 7: breve presentazione della funzionalità Backup e ripristino", abbiamo anche illustrato due metodologie che consentono di estrarre singoli file e cartelle dall'archivio di backup. Il primo metodo consiste nell'aprire il file VHD con un'utilità di compressione qual è 7-Zip mentre la seconda di "montare" l'elemento come disco fisso virtuale.

Backup in rete anche con Windows 7 Home Premium

Come abbiamo evidenziato nell'articolo "Windows 7: breve presentazione della funzionalità Backup e ripristino", la versione dell'utilità integrata in Windows 7 Home Premium non permette di memorizzare i backup in rete locale.
Si tratta, questa, di una funzionalità che viene riservata esclusivamente agli utenti che hanno acquistato una licenza d'uso di Windows 7 Professional od Ultimate.

Applicando un semplice trucco, tuttavia, è possibile fare in modo che anche con Windows 7 Home Premium i backup vengano salvati in rete. La possibilità di memorizzare gli archivi di backup in rete locale è infatti estremamente utile: se si salvano gli archivi di backup sul medesimo disco fisso, questi potrebbero andare irrimediabilmente perduti, ad esempio, nel caso in cui un malfunzionamento dovesse interessare il medesimo hard disk.
Salvando i propri dati in rete locale (ad esempio su un altro sistema, su una macchina server, su un dispositivo NAS), si sarà certi che i propri dati siano sempre recuperabili nel caso in cui il sistema in uso dovesse andare in crash.

Per salvare i backup da Windows 7 Home Premium in rete, utilizzeremo un disco virtuale VHD che creeremo in una cartella condivisa in LAN.
Per procedere è sufficiente digitare gestione disco nella casella Cerca programmi e file del pulsante Start di Windows 7 quindi premere il tasto Invio.

Dopo alcuni secondi di attesa, Windows 7 proporrà l'elenco delle unità disco attualmente connesse al personal computer:

Dal menù Azione, si dovrà scegliere Crea file VHD:

Nella schermata seguente si dovrà fare clic sul pulsante Sfoglia, connettersi con la cartella condivisa in rete all'interno della quale si desidera salvare il backup ed assegnare un nome al file VHD in corso di creazione:

Come si vede, nel nostro caso abbiamo indicato una cartella di rete condivisa sul sistema dal nome HPNOTEBOOK-PC.
Nella casella Dimensioni disco rigido virtuale si dovrà indicare la dimensione da attribuire al disco fisso virtuale in corso di creazione. La sua capienza dovrà essere ovviamente specificata in funzione del quantitativo di dati oggetto del backup (nel caso in cui s'intenda creare un'immagine del sistema, è bene indicare un valore almeno uguale al quantitativo di spazio occupato sulle partizioni oggetto di backup) e dello spazio libero sull'unità di rete di destinazione.
Nel sottostante riquadro Formato disco rigido virtuale suggeriamo di selezionare l'opzione A espansione dinamica. Così facendo, nell'unità di rete specificata nella casella Percorso, non sarà immediatamente occupato tutto lo spazio indicato nel campo Dimensioni disco rigido virtuale (le dimensioni del file VHD cresceranno via a via che si salveranno dei dati).


Dopo aver fatto clic sul pulsante OK, nella parte inferiore della finestra Gestione disco, apparirà una nuova unità ("Sconosciuto") di dimensioni pari a quelle specificate:

A questo punto, bisognerà cliccare con il tasto destro del mouse sul riquadro "Sconosciuto – Non inizializzato" e selezionare Inizializza disco:

Nella finestra successiva, si dovrà lasciare tutto così com'è e premere il pulsante OK:

Adesso è possibile passare alla formattazione dell'unità VHD.


  1. Avatar
    marinasmile
    03/02/2013 00:34:00
    Ciao devo aver sbagliato qualcosa perche dopo aver messo i gb, non mi è apparso disco sconosciuto ma sul mio sistema, ovvero sul disco primario è apparsa la scritta disco online. Cosa vuol dire che tutto il mio disco è online, condiviso. Puoi rispondermi al piu presto. Grazie
Backup Windows 7: mettere al sicuro, anche in rete, file e cartelle importanti - IlSoftware.it