66200 Letture

Breve guida all'uso delle variabili d'ambiente in Windows

Le variabili d'ambiente (environment variables) sono utilizzate in Windows per memorizzare alcune impostazioni relative al funzionamento del sistema operativo o delle applicazioni installate. Sono utilizzate in tutti i principali sistemi operativi (non solo in Windows) ed alcune di esse si rivelano particolarmente utili per interagire in modo semplice ed efficace con il personal computer. Nella definizione di Microsoft, le variabili d'ambiente "sono stringhe di caratteri che contengono informazioni quali percorsi di file, unità disco, o nomi di file. Esse possono essere utilizzate per controllare il comportamento di diversi programmi. Ad esempio, la variabile d'ambiente TEMP permette di specificare la directory all'interno della quale le applicazioni installate potranno salvare eventuali file temporanei".

I valori di alcune variabili d'ambiente vengono impostati in fase di avvio del sistema operativo. Di solito, tali variabili sono inizializzate da parte di Windows con valori di default (che possono essere comunque verificati da parte dell'utente in qualunque momento).


Per utilizzare le variabili d'ambiente dalla riga di comando o da un qualsiasi script, è necessario racchiuderle tra due segni percentuali. Ad esempio, provate a digiatare %TEMP% in Start, Esegui... (qualunque sia la versione di Windows utilizzata oppure già nella casella Cerca programmi e file del menù Start di Windows 7) quindi premete il tasto Invio: la shell del sistema operativo aprirà immediatamente una finestra con il contenuto della cartella utilizzata per la memorizzazione dei file temporanei.


Digitando il comando cmd (sempre in Start, Esegui...), quindi scrivendo SET TEMP al prompt, verrà visualizzato il valore corrispondente alla variabile d'ambiente TEMP. In alternativa a TEMP è possibile utilizzare TMP: il risultato sarà identico.

In Windows XP, cliccando con il tasto destro del mouse sull'icona Risorse del computer, quindi selezionando Proprietà, cliccando sulla scheda Avanzate quindi sul pulsante Variabili d'ambiente, è possibile ottenere l'elenco delle variabili configurate, sia quelle dell'uetnte che quelle di sistema.
Analoga operazione può essere effettuata, nel caso di Windows 7, cliccando sul pulsante Start quindi con il tasto destro del mouse sulla voce Computer, su Proprietà, sul link Impostazioni di sistema avanzate quindi sulla scheda Avanzate e sul pulsante Variabili d'ambiente.

In questa pagina ufficiale Microsoft vengono elencate tutte le variabili d'ambiente utilizzabili in Windows.


Elenchiamo di seguito solamente quelle che sono utilizzabili digitandole direttamente in Start, Esegui... oppure in una qualunque finestra di dialogo di Windows. Ad esempio, cliccando su Start, Esegui... quindi digitando %userprofile% si potrà aprire rapidamente la cartella che contiene il profilo dell'utente correntemente loggato. Al solito, digitando cmd quindi SET USERPROFILE si otterrà la cartella contenuta nella variabile d'ambiente (nel caso di Windows 7, di solito, è C:\Users\nomeutente mentre su Windows XP C:\Documents and Settings\nomeutente).

%ALLUSERSPROFILE% Punta alla cartella contenente le informazioni comuni tra i vari profili degli account utente creati sul sistema in uso.
%APPDATA% La cartella ove le varie applicazioni Windows solitamente memorizzano impostazioni e file di configurazione.
%SYSTEMDRIVE% Restituisce l'identificativo (lettera di unità) associato al supporto di memorizzazione ove è stato installato il sistema operativo.
%SYSTEMROOT% Fa riferimento alla directory ove è stato installato il sistema operativo (ad esempio, C:\WINDOWS).
%TEMP% e %TMP% La cartella dove vengono memorizzati i file temporanei da parte del sistema operativo e delle applicazioni installate. Di solito, il contenuto di questa cartella può essere periodicamente eliminato in modo da recuperare spazio su disco.
%USERPROFILE% Consente di accedere alla cartella contenente i file legati al profilo dell'utente correntemente loggato in Windows. Questa cartella contiene anche le directory di sistema Documenti, Immagini, Musica, Video e così via.
%WINDIR% Restituisce la cartella contenente il sistema operativo.


In questo articolo avevamo illustrato, a suo tempo, un semplice esempio di file batch che, facendo uso di alcune variabili d'ambiente, consente di richiedere il backup rapido di file e cartelle importanti. Come si vede, oltre a variabili d'ambiente quali %APPDATA% ed %USERPROFILE%, presentate poco fa, si è fatto ricorso anche a variabili aggiuntive come %COMPUTERNAME% (restituisce il nome assegnato al sistema in uso) ed %USERNAME% (fornisce il nome dell'account utente).
Inoltre la variabile %ERRORLEVEL% consente di analizzare l'eventuale errore restituito dal comando eseguito in corrispondenza della riga precedente.


Breve guida all'uso delle variabili d'ambiente in Windows - IlSoftware.it