49801 Letture

Breve guida all'uso di FileZilla, il client FTP opensource

FileZilla è uno dei client FTP più famosi ed utilizzati. Il programma, distribuito come software opensource sotto licenza GNU GPL, consente di trasferire file da e verso un qualunque server FTP. Tra i suoi vantaggi annoveriamo certamente la sua semplicità d'uso che però non nasconde le funzionalità aggiuntive decisamente più evolute. Mantenuto costantemente aggiornato (nuove release del programma vengono periodicamente rilasciate), FileZilla può essere utilizzato in tanti modi. Si può utilizzarlo ad esempio in modo superficiale per tanto tempo, limitandosi a trascinare da un riquadro all'altro (la finestra che rispecchia il contenuto del server remoto e quella contenente i file ospitati sul sistema locale) i file e le cartelle d'interesse oppure scoprirne immediatamente le tante "perle".

In questo articolo ci proponiamo di illustrare alcune tra le funzionalità meno note di FileZilla soffermandoci soprattutto su quelle che si rilevano di maggiore utilità per l'utente o comunque per chi ha la necessità di gestire molti siti web in maniera remota interagendo con i rispettivi server FTP.

Innanzi tutto la finestra principale. Appena installato, FileZilla si propone con una struttura che solo ad una prima occhiata può apparire caotica. In realtà, tutto è facilmente intellegibile.
Nel riquadro orizzontale più in alto, il client FTP mostra l'elenco di messaggi ricevuti dal server ed evidenzia errori gravi che dovessero presentarsi con il colore rosso.
Immediatamente più sotto, sotto forma di due colonne affiancate, il programma presenta il contenuto del sistema locale (il personal computer che si sta utilizzando) e quello rilevato sul server FTP remoto. Sintanto che non verrà instaurata una connessione, ovviamente, nella colonna di destra permarrà il messaggio "Nessun server collegato".
Infine, nella zona inferiore della finestra, FileZilla espone la cosiddetta coda di trasferimento (o "transfer queue" in inglese). Qui il software mostra i trasferimenti di file e cartelle in corso indicando anche la direzione del flusso (verso il server remoto o verso il sistema locale). Cliccando sulla scheda File in coda (scelta predefinita), si ha la lista completa degli elementi che attendono di essere trasferiti mentre facendo clic sulle altre due "linguette" si possono verificare i trasferimenti non completati e quelli andati a buon fine.

Nei campi Host, Nome utente e Password, è possibile indicare i parametri per l'accesso a qualunque sito FTP. Dopo averli introdotti (in Host va inserito l'IP oppure l'indirizzo del server FTP da raggiungere), cliccando su Connessione rapida si dovrà immediatamente ottenere il contenuto della directory radice impostata sul sistema remoto.
Evitando di compilare la casella Porta, FileZilla userà di default la porta 21, solitamente impiegata nel caso di tutte le connessioni con scambio dei dati "in chiaro" ossia senza l'utilizzo del protocollo crittografico SSL/TLS.


Cliccando, successivamente, sulla piccola freccia posizionata alla destra del pulsante Connessione rapida, si può fruire di una sorta di "cronologia" contenente l'elenco di tutti gli ultimi server FTP ai quali ci si è connessi.


Facendo riferimento alla finestra File, Gestore siti, si possono organizzare tutte le credenziali d'accesso per collegarsi ai siti web da gestire. Inoltre, agendo in particolare sulla scheda Avanzate, si avrà modo di abilitare alcune funzionalità aggiuntive come la "navigazione sincronizzata".

Cliccando su Connetti, verrà tentato il collegamento al sito web aggiunto nella propria "rubrica". Nel caso in cui fosse già stata instaurata, in precedenza, una connessione, FileZilla mostrerà il seguente messaggio d'avviso:

Optando per "Interrompi connessione precedente e connetti nella scheda corrente", FileZilla chiuderà il collegamento già in corso ed avvierà subito quello richiesto. Diversamente, scegliendo la prima voce, la connessione al nuovo server FTP sarà attivata in un'altra scheda.

A questo punto è bene effettuare una breve digressione concentradosi su un tema che viene solitamente ignorato: l'aspetto legato alla sicurezza delle informazioni di autenticazione.
Tutte le credenziali d'accesso ai vari server web, sia che si utilizzi la modalità di connessione veloce, sia che si ricorra alla "rubrica" (Gestore siti) vengono salvate da FileZilla come testo in chiaro. In altre parole, il programma non usa alcun algoritmo crittografico per proteggere tali dati sul disco fisso dell'utente. Chiunque abbia accesso "fisico" alla macchina utilizzata dall'utente per la gestione dei suoi server FTP, quindi, potrebbe mettere indebitamente le mani sulle credenziali di accesso, anche senza possedere la password dell'account di Windows.
Per mettersi al riparo da qualunque rischio, il nostro consiglio è quello di crittografare i file all'interno dei quali FileZilla annota nomi utente, password ed indirizzi.
L'argomento è stato trattato diffusamente in questo nostro articolo, che vi invitiamo a consultare.



Trascinando uno o più file tra i due riquadri indicati in figura, si potranno copiare da e verso il server FTP remoto tutti i materiali evidenziati.

Portandosi sul menù Visualizza quindi spuntando Navigazione sincronizzata (attivabile, come anticipato in precedenza, per qualunque sito FTP dal "Gestore siti"), si potrà "sfogliare" le varie cartelle e sottocartelle simultaneamente, sia sul sistema locale che sul server.
E' necessario, ovviamente, che la struttura generale delle cartelle memorizzate sul client e di quelle conservate sul server sia simile altrimenti la funzione non opererà in modo corretto.
L'utilizzo della navigazione sincronizzata si rivela molto utile, ad esempio, quando si deve trovare uno stesso file sia sul sistema locale che sul server in modo tale da effettuarvi delle operazioni (ad esempio delle modifiche).


  1. Avatar
    lorenza6262
    05/12/2016 11:24:36
    Sto usando filezille per trasferire video. Inserisco in coda dei file mov e succede che mi carica più volte il file... qualche parametro errato?? Grazie
  2. Avatar
    Michele Nasi
    29/05/2015 11:59:02
    Dipende da ciò che vuoi fare. Se fai tasto dx sulla cartella locale e poi upload, sul server ritroverai anche la cartella che hai in locale e, all'interno di essa, tutto il suo contenuto. Se carichi il suo contenuto, invece, sul server remoto troverai ovviamente solo il suo contenuto. Attento quindi alla cartella remota dove carichi il contenuto della directory locale...
  3. Avatar
    antoniomafaldo
    28/05/2015 23:08:32
    Buona sera grazie per la guida. Una domanda, ma sei io devo caricare delle cartelle sul mio server è meglio puntare la cartella lato locale tasto destro upload e il gioco è fatto, o puntare la carttella aprirla con doppio clic selezionare tutti i file e solo adesso col tasto destro fare upload? grazie di tutto.
  4. Avatar
    Michele Nasi
    12/10/2011 18:32:23
    Se su un sistema installi FileZilla Server non c'è problema (riprenderemo a breve l'argomento).
  5. Avatar
    marcomarco
    12/10/2011 16:46:48
    Articolo utile e chiaro...Vorrei sapere se si può usare filezilla per trasferire file da un computer all'altro! E' una cosa fattibile? Grazie :approvato:
Breve guida all'uso di FileZilla, il client FTP opensource - IlSoftware.it