10175 Letture
Codice sorgente di Windows 10 pubblicato online

Codice sorgente di Windows 10 pubblicato online

Microsoft conferma la pubblicazione non autorizzata di una porzione del codice sorgente di Windows 10. Sembra trattarsi di file condivisi da Microsoft nell'ambito di un progetto di collaborazione con OEM e partner.

Una porzione del codice sorgente di Windows 10 è stata trafugata dai server Microsoft e pubblicata online. A confermarlo è la stessa azienda che fa riferimento alla divulgazione, da parte di soggetti non autorizzati, di circa 1,2 GB di dati.

La diffusione del materiale di proprietà di Microsoft sarebbe avvenuta attraverso il sito BetaArchive il cui fondatore, con un breve comunicato, di è affrettato a informare circa l'avvenuta cancellazione degli archivi razziati sui server del gigante di Redmond.

Codice sorgente di Windows 10 pubblicato online

Secondo quanto riferito, il materiale sbattuto ai quattro venti conteneva codice sorgente di Windows 10 Creators Update e di Windows 10 on ARM, versione del sistema operativo che sta preoccupando non poco Intel: Intel: Microsoft e Qualcomm non sono autorizzate a emulare l'architettura x86.


Microsoft ha dichiarato che, stando alle verifiche effettuate, "i file pubblicati online sono una parte del codice sorgente condiviso nell'ambito del progetto "Shared Source Initiative", utilizzato da OEM e partner".

Potrebbe quindi essersi trattato di un furto di credenziali avvenuto presso una società terza.
Ad ogni modo, la notizia del "leak" arriva a pochi giorni di distanza dall'arresto di due giovani britannici, entrambi coinvolti nell'appropriazione illecita del sorgente di Windows 10. Almeno uno dei due avrebbe pubblicato dei file su BetaArchive.

Codice sorgente di Windows 10 pubblicato online - IlSoftware.it