6072 Letture

Come creare account Microsoft e quando preferire un account locale

Con Windows 8.1 e Windows 10, Microsoft ha iniziato a spingere sulla sostituzione degli account locali con gli account Microsoft.

Creare un account Microsoft offre la possibilità di legare l'account utente che si utilizza in Windows 8.1 o Windows 10 con il cloud.
Effettuando il login in Windows con un account Microsoft:

- Sarà possibile attivare sin da subito la sincronizzazione del contenuto delle cartelle Documenti, Immagini, Download e così via con il servizio OneDrive.
Anche in Windows 10, comunque, il client OneDrive integrato nel sistema può essere utilizzato pur con un account utente locale (basta indicare le credenziali d'accesso a un account Microsoft).
- Le impostazioni del sistema operativo saranno conservate sui server Microsoft e verranno automaticamente ripristinate, ad esempio, al momento della reinstallazione di Windows (si pensi allo sfondo e alle icone del desktop, al tema prescelto e così via).
- Si potrà utilizzare la funzione che permette di individuare la posizione di un dispositivo perso oppure rubato (accessibile cliccando qui; vedere anche Rintracciare il portatile rubato, alcuni suggerimenti).
- Accedere direttamente all'account di posta Outlook.com e sincronizzare i propri impegni con il calendario di Outlook (vedere Configurare posta in Windows 10 con l'app di sistema).
- Nel caso in cui si fosse aggiornato a Windows 10 partendo da Windows 7 o Windows 8.1 (è ancora possibile farlo, gratuitamente: Aggiornare a Windows 10 è ancora possibile senza sborsare un centesimo), l'utilizzo di un account Microsoft permetterà di legare il diritto digitale (o "licenza digitale") a tale account.
In questo modo, sarà più facile ripristinare Windows 10 e attivare il sistema operativo, ad esempio, in seguito ad una importante modifica della configurazione hardware: Come attivare Windows 10 dopo il cambio dell'hardware.

L'utilizzo di un account locale è invece consigliato quando non si vogliono caricare i propri dati sul cloud di Microsoft e si preferisce mantenere tutte le informazioni personali sul sistema in uso.

Come scoprire se si sta usando un account Microsoft o locale

Per sapere, a colpo d'occhio, se si sta utilizzando un account Microsoft o un account locale, è sufficiente digitare Gestisci il tuo account nella casella di ricerca di Windows.


Nel caso in cui si accedesse con un account Microsoft, sotto il proprio nome apparirà l'indirizzo email associato a tale account e il link Gestisci il mio account Microsoft.
Come creare account Microsoft e quando preferire un account locale


Viceversa, apparirà l'indicazione Account locale e il link Accedi con un account Microsoft.
Come creare account Microsoft e quando preferire un account locale

Creare account Microsoft

Creare un account Microsoft da usare anche in Windows 8.1 o in Windows 10 è molto semplice: basta visitare questa pagina oppure fare clic su Accedi con un account Microsoft per convertire un account locale in account Microsoft.

La schermata successiva, nel caso in cui non si possedesse un account Microsoft, permetterà di crearne uno facendo clic sul link Crearne uno ora.

Come creare account Microsoft e quando preferire un account locale

Dopo aver trasformato un account locale in un account Microsoft, la password precedentemente usata per accedere a WIndows non sarà più valida e bisognerà digitare quella dell'account Microsoft.
La password dell'account Microsoft deve essere scelta sempre in modo ragionato: la password deve essere lunga e complessa.

Per evitare di dover digitare, ogni volta, tale password, è possibile configurare l'accesso mediante password grafica, Windows Hello (ove disponibile una videocamera compatibile o un lettore di impronte digitali) oppure un comodo PIN: Il PIN di Windows 10 è sicuro?.
Per impostare le modalità di accesso a Windows alternative all'inserimento della password, è sufficiente digitare Opzioni di accesso nella casella di ricerca.

Anche per accedere alle risorse condivise dall'utente che utilizza un account Microsoft, da altre workstation collegate in rete locale, bisognerà indicare la password di tale account.
Per questo tipo di attività, suggeriamo di creare sempre un account locale.
Nell'articolo Condividere file e cartelle in Windows 10 abbiamo spiegato i passaggi da seguire.

Ovviamente, è possibile trasformare un account Microsoft in un account locale. O meglio, l'account Microsoft resterà sempre utilizzabile per accedere ai servizi della società di Redmond ma per effettuare il login in Windows si potrà usare un account locale.

Dopo aver digitato Gestisci il tuo account nella casella di ricerca di Windows, si potrà cliccare su Accedi con un account locale e seguire la procedura che consente di convertire un account Microsoft.
Maggiori informazioni sono riportate nell'articolo Passare da account Microsoft a account locale in Windows 10.


Gli account Microsoft, sui sistemi dotati di chip TPM, permettono anche l'utilizzo della funzionalità Crittografia dispositivo, in Windows 10.
Essa consente di cifrare il contenuto delle unità disco locali memorizzando la chiave di decodifica sui server Microsoft.
Se questa funzionalità non fosse di proprio gradimento, è possibile disattivarla seguendo le indicazioni riportate nell'articolo Cancellare le chiavi crittografiche dai server Microsoft

Per approfondire, suggeriamo la lettura dell'articolo BitLocker, come funzionano il recupero delle chiavi e lo sblocco con USB.


  1. Avatar
    miki64
    29/09/2016 22:21:36
    Mah, tutto questo sbandierare i propri dati personali a Windows 10 non mi convince ancora.
    Citazione: - Sarà possibile attivare sin da subito la sincronizzazione del contenuto delle cartelle Documenti, Immagini, Download e così via con il servizio OneDrive.
    L'articolo non lo sottolinea, ma forse è meglio puntualizzare che è possibile scegliere quali cartelle sincronizzare (la cartella Documenti del proprio PC un utente assennato non dovrebbe MAI darla in pasto a Microsoft!).
    Citazione: - Le impostazioni del sistema operativo saranno conservate sui server Microsoft e verranno automaticamente ripristinate, ad esempio, al momento della reinstallazione di Windows (si pensi allo sfondo e alle icone del desktop, al tema prescelto e così via).
    Forse questa è davvero l'unica cosa utile di questo servizio. Peccato che non sia disponibile per gli utenti locali. Ma con un buon programma di disk imaging il fastidio passa, eccome! Parliamo di mantenere tali impostazioni dopo una reinstallazione, non in caso di aggiornamento ad una nuova versione del sistema operativo (che sarebbe una cosa più comoda). Quindi, utilizzate tranquillamente CloneZilla, Acronis o Paragon.
    Citazione: - Si potrà utilizzare la funzione che permette di individuare la posizione di un dispositivo perso oppure rubato
    Altra funzione abbastanza utile per i portatili, ma non credo che funzioni contro ladri agguerriti o se uno si installa Linux in dual boot...
    Citazione: - Accedere direttamente all'account di posta Outlook.com e sincronizzare i propri impegni con il calendario di Outlook.
    A chi ha l'accoppiata open source Mozilla Thunderbird/Lightning questa funzione non interessa affatto, quindi un altro vantaggio dell'account Microsoft va a farsi friggere. E comunque, con la smisurata diffusione del sistema operativo Android, è la casella di Gmail quella che probabilmente un utente ci tiene sempre a sincronizzare con Google Calendar.
    Citazione: - Nel caso in cui si fosse aggiornato a Windows 10 partendo da Windows 7 o Windows 8.1 ......., l'utilizzo di un account Microsoft permetterà di legare il diritto digitale (o "licenza digitale") a tale account. In questo modo, sarà più facile ripristinare Windows 10 e attivare il sistema operativo, ad esempio, in seguito ad una importante modifica della configurazione hardware
    Cosa abbastanza importante, ma per me non tanto da dare in pasto la propria privacy a Microsoft. Sia ben chiaro: il mio non è un attacco a Windows 10 o all'articolista Michele Nasi, è solo il presentare altre facce di una funzionalità ("account Microsoft") che viene sbandierata come un toccasana ma che presenta anch'essa sfortunatamente delle controindicazioni e sfortunatamente delle alternative.
Come creare account Microsoft e quando preferire un account locale - IlSoftware.it