53770 Letture

Come installare e provare Windows 8 senza modificare la configurazione del sistema

In questo articolo ci proponiamo di illustrare due differenti approcci per installare e provare in tutta comodità la "Consumer Preview" di Windows 8 senza alterare la configurazione del disco fisso o sovrascrivere le informazioni già presenti. Le soluzioni possibili sono: virtualizzazione con un software "ad hoc" (useremo Virtualbox) od avvio da un'immagine in formato Microsoft VHD. A beneficio dei lettori più smaliziati citiamo, nell'ultima pagina dell'articolo, anche Windows To Go, una funzionalità che permette di ottenere una copia di Windows 8 avviabile da un'unità USB.

Prima di continuare con la lettura, è indispensabile provvedere a scaricare l'immagine ISO del DVD d'installazione di Windows 8 "Consumer Preview". Il link ufficiale dal quale è possibile prelevare la versione d'anteprima del nuovo sistema operativo Microsoft è riportato in questa pagina. Windows 8 "Consumer Preview" è distribuito in due versioni, l'una a 32 bit e l'altra a 64 bit. E' possibile effettuare il download della versione che più si preferisce dal momento che la procedura da seguire per l'installazione in modalità virtualizzata non cambia. Per scoprire le differenze tra l'architettura a 32 bit e quella a 64 bit, vi suggeriamo di consultare questo nostro articolo.

Installare Windows 8 "Consumer Preview" in una macchina virtuale con Virtualbox


Virtualbox è un software che non ha più bisogno di presentazioni: l'applicazione di Oracle è in grado di virtualizzare non solo qualunque versione di Windows e Linux ma anche la "Consumer Preview" di Windows 8.
Avviando Windows 8 da una macchina virtuale Virtualbox, si potrà fare in modo che essa stessa appaia agli occhi dei dispositivi connessi in rete locale come una qualunque normale workstation. A tal proposito, le indicazioni riportate a suo tempo in questo nostro articolo sono perfettamente valide anche nel caso di Windows 8. Così, indipendentemente dal sistema operativo installato sull'hard disk (una qualunque versione di Windows o Linux), si potrà provare Windows 8 "Consumer Preview" senza alcun tipo di problema.

Per procedere, supponendo di aver già installato Virtualbox (per procedere si potrà fare riferimento a questa scheda), è necessario avviare il programma e richiedere la creazione di una nuova macchina virtuale (pulsante Nuova della barra degli strumenti). Seguendo la procedura guidata, si dovrà assegnare un nome alla virtual machine (ad esempio, Windows 8 – Consumer Preview). Dal menù a tendina Versione, si dovrà selezionare Windows 8 oppure Windows 8 (64 bit) a seconda che la ISO scaricata dal sito web di Microsoft contenga il sistema operativo nella versione a 32 o a 64 bit.

Proseguendo, cliccando sul pulsante Avanti, è necessario indicare il quantitativo di memoria RAM da destinare alla macchina virtuale in corso di creazione (è bene indicare almeno 1,5 GB e comunque non meno di 1 GB):

VirtualBox crea una nuova sottocartella per ciascuna macchina virtuale che si genera ricorrendo alla procedura guidata. Di solito, a meno che non si sia intervenuti sulle preferenze del programma, tutte le macchine virtuali vengono conservate nella cartella VirtualBox VMs creata, da VirtualBox, allo stesso livello delle cartelle di sistema quali Documenti, Immagini, Download, Musica, Video, Desktop e così via (è possibile arrivarci in un lampo digitando %userprofile% nella fienstra Start, Esegui.

Tornando alla finestra della procedura guidata di VirtualBox, si dovrà selezionare Crea un nuovo disco fisso e premere il pulsante Avanti.

Dopo aver fatto clic su Avanti (selezionare il formato VDI VirtualBox Disk Image), nel caso della "Consumer Preview" sarebbe preferibile allocare su disco lo spazio da destinare all'unità virtuale (opzione Dimensione fissa). In questo modo, l'accesso ai dati in essa memorizzati risulterà più rapido rispetto alla soluzione Allocato dinamicamente. Il quantitativo di spazio che si specificherà nelle finestra seguente (almeno 20 o 30 GB), però, sarà immediatamente destinato alla macchina virtuale Windows 8 e sottratto alla disponibilità del sistema in uso.

Con un clic sul pulsante Avanti quindi, due volte, su Crea, VirtualBox allestirà la macchina virtuale richiesta.

Dalla finestra principale del software di Oracle si dovrà selezionare la macchina virtuale appena prodotta, cliccare su Impostazioni, su Sistema e spuntare la casella Abilita IO APIC:

Nella scheda processore, invece, è bene attivare Abilita PAE/NX mentre in Accelerazione è bene lasciare spuntate Abilita VT-x/AMD-V e Abilita paginazione nidificata. Se la scheda madre del personal computer lo consente, è indispensabile attivare da BIOS la tecnologia di virtualizzazione.

Nella sezione Schermo, infine, suggeriamo di spuntare le caselle Abilita accelerazione 3D ed Abilita accelerazione video 2D assegnando un buon quantitativo di memoria alla scheda video virtuale (nel nostro caso, abbiamo specificato 256 MB).

Dalla sezione Archiviazione, si dovrà fare clic sulla dizione "Vuoto", riportata immediatamente sotto il controller IDE quindi fare clic sulla piccola icona posta nella colonna di destra, sotto Attributi:

Usando il comando Scegli un file di disco CD/DVD virtuale, si dovrà selezionare l'immagine ISO della "Consumer Preview" di Windows 8 prelevata dal sito web di Microsoft.


Confermando gli interventi applicati mediante la pressione del pulsante OK, si potrà finalmente avviare la macchina virtuale Windows 8 (Avvia, nella barra degli strumenti di VirtualBox). Partirà così la procedura d'installazione del sistema operativo che sarà installato all'interno della virtual machine senza intaccare in alcun modo la configurazione del personal computer in uso:

Dalla schermata che apparirà a video dopo alcuni secondi di attesa, suggeriamo di optare per le impostazioni internazionali italiane così come per il layout di tastiera.

L'installazione inizierà cliccando su Install now. Come primo passo, si dovrà digitare il codice prodotto riportato in questa pagina Microsoft, accettare il contratto di licenza d'uso quindi, al momento della scelta della tipologia dell'installazione, optare per Custom: Install Windows only (advanced):

Alla comparsa della finestra seguente, si dovrà cliccare semplicemente su Next acconsentendo all'installazione del sistema operativo nell'unità virtuale VirtualBox.
A questo punto si potrà proseguire l'installazione del sistema operativo seguendo le indicazioni riportate a video.


  1. Avatar
    XXXXXXXXXXXXXXXXXXXX
    13/06/2013 09:56:22
    non riesco a disabilitare la virtualizzazione hardware VT-X/AMD-V perche virtual box la riattiva automaticamente
  2. Avatar
    just_simo
    28/03/2013 11:38:56
    a me da un errore con la faccina triste....VHD_INIZIALIZATION_FALIED
  3. Avatar
    Leg@l4s
    13/11/2012 15:49:11
    ho seguito alla lettera l' articolo per fare l' installazione su file VHD. al momento di installare win 8 e selezionare il file/partizione vhd ricevo l' errore non sono riuscito a creare una nuova partizione o a individuarne una esistente e non posso proseguire l' installazione. potete darmi qualche dritta? grazie
  4. Avatar
    Lettore anonimo
    13/11/2012 10:51:54
    grazie per i consigli, prima della prova faccio un backup di C:\ OS+programmi con win7 altro dubbio ...... mi chiedevo se nella gestione del dual boot (win 7 e VHD con win 8) potrei avere problemi installando win 8 su VHD su hard disk d:\ ? dato che vorrei installare win 8 da usb, esiste un programma che mi permetta di farlo senza dover formattare l' unità USB ? grazie
  5. Avatar
    Michele Nasi
    12/11/2012 18:56:19
    Puoi installare anche la RTM su VHD e crearla sul disco D:. Ovviamente l'installazione non andrà a modificare Windows 7... Usa comunque cautela se non hai mai fatto queste operazioni magari provando prima su un sistema di test o creando un backup della configurazione del disco fisso con un software di disk imaging.
  6. Avatar
    Leg@l4s
    12/11/2012 17:17:01
    volevo chiedere se la procedura di installazione su file VHD può essere fatta anche con La versione finale di Windows 8 in prova per 90 giorni ? il file VHD e quindi l' installazione di win 8 potrei farla nel secondo hard disk ( D:\ ) ? win 8 andrà a modificare a livello di registro l' attuale installazione di win 7 sp1 ? grazie
  7. Avatar
    Alex@75
    12/11/2012 17:08:04
    volevo chiedere se la procedura di installazione su "contenitore" Microsoft VHD può essere usata anche con la ver La versione finale di Windows 8 in prova per 90 giornihttp://www.ilsoftware.it/articoli.asp?tag=La-versione-finale-di-Windows-8-in-prova-per-90-giorni_9054 ? Con questa procedura win 8 và a interagire/modificare il registro di sistema di win 7 sp1 installato? grazie
  8. Avatar
    luca62
    07/11/2012 18:58:50
    Letto guida. Domanda : ma il disco "virtuale" che si crea nel volume C: , come puo' essere gestito ? si puo' utilizzare per altre installazioni ? Si puo' formattare ? Lo chiedo perche la via che suggerisce e' forse l'unica strada per nuove installazioni dual boot su alcuni HD. Infatti le partizioni PRIMARIE (quelle dove si puo' installare un sistema windows) nn possono essere piu' di tre, e dato che molti Notebook (vengono venduti gia' partizionati + o - cosi') hanno gia esaurito questo limite (recovery + sysytem + C:) nn vedo alternative se nn quella da lei suggerita. L'ignoranza (mia) si paga... :matto: Domanda 2 : un qualsiasi disco di installazione windows, puo' riuscire a creare questo disco/spazio virtuale ?
  9. Avatar
    japo
    05/06/2012 19:17:59
    Ho provato piu volte ad installare da penna usb, quando completa l'installazione mi da l'errore vhd boot initialization failed.dopodiche riavvia e esce il menu con la faccina triste con scritto errore code 0cx0000001, perche? cosa sbaglio??
  10. Avatar
    Michele Nasi
    16/03/2012 11:33:53
    Intanto, crei un'altra cartella al posto di C:\VHD e verifichi se ci fosse una cartella C:\VHD nascosta (dir /ah).
Come installare e provare Windows 8 senza modificare la configurazione del sistema - IlSoftware.it