8552 Letture
Come passare da Office 32 bit a Office 64 bit

Come passare da Office 32 bit a Office 64 bit

Molti utenti non realizzato di aver installato la versione a 32 bit di Office su sistemi a 64 bit. Ecco come passare senza problemi da una versione all'altra, decisamente più performante.

Utilizzare la versione di Office a 64 bit su un sistema x64 è importante: usare sistema operativo e applicazioni a 64 bit anziché a 32 bit porta con sé diversi vantaggi.
Innanzi tutto, un programma in esecuzione può utilizzare più di 4 GB di memoria RAM e accedere a una quantità di memoria molto più ampia.

Se si lavorasse su set di dati molto grandi con calcoli complessi, tante tabelle pivot, connessioni dati a database esterni, Power Pivot, Mappe 3D, Power View e così via; se si utilizzassero molte immagini, video o animazioni pesanti in PowerPoint, file di dimensioni superiori a 2 GB in Project, oggetti e creatività particolarmente pesanti in Word, la versione a 64 bit di Office può offrire prestazioni migliori.

In generale operazioni che pongono particolarmente sotto stress il processore, la differenza tra un sistema a 32 bit e uno a 64 bit diventa evidente. Anche quelle applicazioni che impegnano il processore in maniera meno intensiva possono comunque beneficiare dell'architettura a 64 bit semplicemente perché esse stesse sono in grado di indirizzare ed usare un quantitativo di memoria RAM maggiore.


Nell'articolo Differenza tra processori ARM e x86, al paragrafo 64 bit, abbiamo spiegato come x86-64 - la versione a 64 bit del set di istruzioni x86 - sia stata originariamente messa a punto da AMD per poi essere abbracciata anche da Intel.

Alcuni utenti, possessori di un sistema a 64 bit, non realizzano di aver installato Office a 32 bit. Come fare, quindi per installare Office nella versione a 64 bit e godere di prestazioni superiori?

Come controllare la versione di Office installata sul proprio sistema: 32 o 64 bit?

Per verificare se si stesse utilizzando Microsoft Office a 32 o 64 bit, basta premere la combinazione di tasti CTRL+MAIUSC+ESC per far apparire il Task Manager di Windows, fare eventualmente clic sulla voce Più dettagli quindi sulla scheda Processi e avviare un programma della suite Office, ad esempio Word o Excel.

Sui sistemi Windows x64, se accanto alla voce Word o Excel nella scheda Processi comparisse l'etichetta 32 bit (tra parentesi) o *32, significa che si sta usando una versione a 32 bit di Office.


Per passare da Office 32 bit a Office 64 bit, bisognerà necessariamente disinstallare la versione in uso quindi prelevare il file d'installazione di Office x64.

Per procedere in tal senso ci si può collegare con la home page di Office, effettuare il login con il proprio account (cui è associata la licenza) e cliccare sul pulsante Installa Office.


Se non si fosse abbonati a Office 365 (Office 365: come cambia con le modifiche appena applicate da Microsoft) ma si dovesse installare la versione tradizionale della suite (ad esempio Office 2013, 2016 o 2019, sarà sufficiente cliccare sul link Ho un codice Product Key di Office.

Dopo aver registrato il proprio Product Key, qualora non fosse già conosciuto al sistema e associato all'account utente Microsoft, basterà fare clic su Scarica ora.


Attenzione però al file che verrà scaricato: se esso inizia per Setup.x86 significa che verrà effettuato il download di Office nella versione a 32 bit.
Affinché venga prelevata la versione a 64 bit (x64), suggeriamo di cliccare con il tasto destro del mouse sul pulsante Scarica ora quindi sulla voce Copia indirizzo link.

Dopo aver aperto una nuova scheda vuota nel browser, si dovrà cliccare sulla barra degli indirizzi e premere CTRL+V.
Nell'URL incollato, sostituire x64 al posto di x86 e premere Invio.



In questo modo verrà scaricato automaticamente il file d'installazione di Office a 64 bit (il nome del file inizierà col prefisso Setup.x64).

In alternativa è possibile scaricare l'immagine del supporto d'installazione di qualunque versione di Office, in italiano, seguendo le indicazioni descritte nell'articolo .
Il file .img, che può essere tranquillamente aperto con 7-Zip, contiene infatti sia la versione a 32 bit che quella a 64 bit della suite. Inoltre esso potrà essere successivamente riutilizzato per effettuare altre installazioni offline di Office, su qualsiasi dispositivo, anche in assenza della connessione di rete.


Come passare da Office 32 bit a Office 64 bit