4303 Letture

Come verificare se Secure Boot è abilitato

La maggior parte dei moderni sistemi basati su Windows 8.1 o Windows 10 utilizzano la funzionalità chiamata Secure Boot che risulta abilitata di default.

Secure Boot è parte integrante di UEFI, successore del tradizionale BIOS e si occupa di "monitorare" la fase di avvio del sistema autorizzando esclusivamente l'esecuzione di software approvato dal produttore dell'hardware.

Come verificare se Secure Boot è abilitato

Secure Boot, se abilitato, controlla la presenza di una firma digitale conosciuta all'interno del software che si sta avviando o installando all'accensione della macchina e blocca tutti gli elementi sprovvisti di firma o dotati di firma sconosciuta.

Sebbene le principali distribuzioni Linux abbiano provveduto a gestire il problema implementando una firma digitale "apprezzata" da Secure Boot, sono moltissimi gli strumenti di diagnostica che ad oggi non usano alcuna firma digitale e il cui caricamento, all'avvio, viene puntualmente bloccato.


Come sapere se Secure Boot è attivo

Nell'articolo abbiamo visto, nel dettaglio, che cos'è Secure Boot e come disabilitarlo in caso di necessità.
Ma come fare per verificare se Secure Boot è abilitato sul sistema in uso?

Senza riavviare la macchina e accedere a UEFI, è possibile sapere se Secure Boot è in uso senza abbandonare l'ambiente Windows.

La procedura è molto semplice e prevede l'impiego, in alternativa, dell'utilità di sistema System Information oppure di PowerShell.

Per procedere, è sufficiente premere la combinazione di tasti Windows+R quindi digitare msinfo32 e premere Invio.

Nella sezione Risorse di sistema, si troverà la voce Stato avvio protetto: se la voce reca l'indicazione Non supportato significa che il sistema in uso non supporta Secure Boot e che quindi, verosimilmente, usa un BIOS legacy (non UEFI).
Le indicazioni On e Off, invece, rivelano che la funzionalità Secure Boot è - rispettivamente - abilitata o disabilitata.


La stessa verifica può essere effettuata aprendo il prompt dei comandi con i diritti di amministratore (Windows+X sulle più recenti versioni di Windows, Prompt dei comandi (amministratore); digitare cmd nella casella di ricerca di Windows 7, cliccare con il tasto destro su cmd e scegliere Esegui come amministratore).

Dopo aver digitato, al prompt, il comando powershell, si dovrà scrivere quanto segue e premere Invio:

Confirm-SecureBootUEFI

Nel caso in cui si ottenesse il messaggio d'errore Confirm-SecureBootUEFI: Cmdlet non supportato in questa piattaforma, significa che Secure Boot non è supportato.
Viceversa, si otterrà il messaggio Vero quando la funzionalità risulta abilitata; Falso quando appare disattivata.

Come verificare se Secure Boot è abilitato

Sui sistemi che supportano Secure Boot, per attivare o disattivare la funzionalità basta riavviare la macchina, accedere al BIOS UEFI, portarsi nelle opzioni di boot, individuare l'impostazione Secure, Secure Boot o Secure Boot Mode ed effettuare la variazione desiderata.

Qualche mese fa ha destato scalpore la notizia della pubblicazione della cosiddetta golden key del Secure Boot: La golden key del Secure Boot è stata pubblicata online.


Come verificare se Secure Boot è abilitato - IlSoftware.it