67617 Letture

Condividere file e cartelle con utenti specifici. Da Windows XP a Windows 7.

Torniamo sul tema della condivisione di file e cartelle tra sistemi Windows 7 e Windows XP all'interno della stessa rete locale. Alcuni lettori hanno manifestato dei dubbi, in primis, circa le differenze che sussistono tra la scheda Condivisione e Sicurezza (in Windows 7) o Protezione (in Windows XP).

Innanzi tutto chiariamo che in Windows XP, nell'impostazione di default del sistema operativo, la scheda Protezione non è immediatamente accessibile. Per impostazione predefinita, facendo clic col tasto destro del mouse sulla cartella che, ad esempio, si intende condividere in rete locale (deve risultare accessibile dagli altri sistemi connessi in LAN), Windows XP – cliccando sulla scheda Condivisione - mostra la finestra seguente:

Spuntando la casella Condividi la cartella in rete, tutti gli altri utenti della rete locale potranno visualizzare il contenuto della directory selezionata ma non avranno titolo per modificarne il contenuto.

La scheda Condivisione consente di definire i permessi per "mettere a fattor comune" una risorsa all'interno della rete locale. I diritti di condivisione determinano il tipo di accesso di cui dispongono gli altri utenti della rete.
Con la scheda Protezione o Sicurezza, invece, si definiscono le azioni che i vari utenti (o gruppi di essi), sia locali che connessi in LAN, possono compiere a livello locale. Anche gli utenti che si connettono dalla rete locale debbono "sottostare" a tali impostazioni. Nel caso in cui il sistema operativo dovesse rilevare un "conflitto" tra quanto definito nella scheda Condivisione e quanto stabilito in Protezione o Sicurezza, verranno applicate le regole meno permissive.


Ogniqualvolta un qualsiasi utente crea un file od una cartella ne diventa automaticamente il "proprietario" avendo così massima libertà d'azione su quella specifica risorsa. Oltre che dal proprietario, una cartella, un file od una qualunque altra risorsa, è accessibile dall'account SYSTEM e dagli amministratori. L'account SYSTEM non rappresenta una persona fisica ma il sistema operativo. Per quanto riguarda gli amministratori, il proprietario di un file o di una cartella può impedire loro la visualizzazione, ad esempio, di un documento privato spuntando la caella Rendi cartella privata. Suggeriamo caldamente di controllare che ai vari account utente creati sul sistema in uso sia associata una password.

Portandosi su un sistema Windows 7 connesso alla rete locale, selezionando l'icona Rete quindi il nome del sistema Windows XP sul quale si è attivata la condivisione, apparirà immediatamente il nome della risorsa posta "a fattor comune":

Facendo ingresso nella cartella "lavori" (alla condivisione abbiamo assegnato lo stesso nome della cartella memorizzata sul sistema Windows XP), si noterà come l'utente del sistema Windows 7 non abbia l'autorizzazione, ad esempio, per creare un nuovo file:

Affinché sia permessa la creazione e la modifica dalle varie workstation della LAN, è sufficiente – ovviamente – attivare la casella "Consenti agli utenti di rete di modificare i file" sul sistema Windows XP.


Così facendo, però, tutti gli account utente – da qualunque postazione collegata in rete locale – possono accedere al contenuto della cartella e modificare i vari file in essa eventualmente presenti.
Da Windows XP, cliccando su Risorse del computer, sul menù Strumenti, sulla voce Opzioni cartella quindi sulla scheda Visualizzazione, si potrà disattivare la condivisione file semplificata in modo tale da poter disporre di ulteriori funzionalità più avanzate.
Per procedere, è sufficiente cercare la regolazione "Utilizza condivisione file semplice" dall'elenco Impostazioni avanzate e disattivare la casella corrispondente:

Va ricordato come Windows XP Home fornisca unicamente la condivisione semplice mentre Windows XP Professional metta a disposizione entrambe le versioni. Su Windows XP Home esiste tutta un espediente non ufficiale per introdurre la condivisione classica e disattivare quella semplificata: esso si basa sull'installazione del tool "Security Configuration Manager" di Microsoft così come riportato a questo indirizzo).

Dopo aver attivato la condivisione avanzata, ecco la finestra che Windows XP mostrerà facendo clic con il tasto destro del mouse su una qualunque cartella memorizzata su uno dei dischi fissi/partizioni locali quindi scegliendo la voce Proprietà e la scheda Condivisione:

Da qui è possibile scegliere, in primis, se condividere la cartella selezionata (Condividi cartella) quindi si può specificare un nome da assegnare alla risorsa condivisa (nel caso delle cartelle, di default, viene proposto il nome della cartella stessa) ed indicare parametri accessori come il numero di utenti che possono accedervi.


Cliccando sul pulsante Autorizzazioni, verrà proposta la finestra che mostra la lista dei "permessi" abbinati alla risorsa condivisa. Le impostazioni predefinite permettono la lettura da parte di tutti gli utenti (Everyone) del contenuto della cartella condivisa. Il gruppo Everyone potrebbe godere anche dei permessi in scrittura, a seconda della scelta eventualmente operata con la condivisione semplificata.

Per fare in modo che il contenuto della cartella sia visibile solo da utenti specifici, è sufficiente eliminare la voce Everyone cliccando su Rimuovi. Facendo riferimento alla finestra che comparirà cliccando su Aggiungi..., è possibile a questo punto decidere quali gruppi di utenti e quali utenti specifici sono autorizzati a visionare il contenuto della cartella condivisa. Se si vuole fare in modo, ad esempio, che solo agli amministratori sia concesso l'accesso alla cartella condivisa, è sufficiente digitare Administrators nella casella Immettere i nomi degli oggetti da selezionare. E' bene quindi cliccare su Controlla nomi per verificare che nomi di utenti e gruppi di utenti siano stati digitati in modo corretto. A questo punto, tutti gli account di tipo amministrativo avranno la possibilità di interagire con il contenuto della cartella condivisa.


  1. Avatar
    Rogas
    10/03/2011 13:53:35
    Infatti io partivo, come base, dalla tecnica di questo ultimo articolo. Direi che con i precedenti è una spiegazione che meglio non si può. Grazie! :approvato:
Condividere file e cartelle con utenti specifici. Da Windows XP a Windows 7. - IlSoftware.it