35976 Letture

Controllo remoto: guida all'installazione ed alla configurazione di TeamViewer 7.0

La settima versione di TeamViewer, software gratuito che permette di avviare sessioni di assistenza remota, è cresciuta ulteriormente offrendo agli utenti alcune interessanti novità.
Oltre a poter essere installata su qualunque versione di Windows (da Windows 2000 passando per Windows XP, Windows Server 2003, Windows Server 2008, Windows Vista sino a Windows 7), TeamViewer è un prodotto che risulta compatibile anche con i sistemi Mac OS X e Linux (vengono messi a disposizione un pacchetto d'installazione in formato Debian utilizzabile, ad esempio, su Ubuntu e quello .RPM destinato all'impiego sulle distribuzioni Linux di Red Hat, Fedora, SUSE e Mandriva). Sempre dalla pagina ufficiale per il download gli interessati possono anche prelevare le versioni di TeamViewer destinate ai dispositivi mobili. Utilizzandole, sarà così possibile amministrare una macchina remota da un Apple iPad oppure da un device Android (il programma è al momento in versione beta).
TeamViewer si propone quindi come una valida soluzione per amministrare da remoto qualunque tipo di dispositivo: utilizzando la versione Windows del programma, si può liberamente gestire una macchina Linux o viceversa.
Fiore all'occhiello di TeamViewer è la sua semplicità: avviando l'applicazione, si è immediatamente in grado di amministrare o di rendere accessibile da remoto qualunque macchina senza la necessità di effettuare alcun tipo di intervento sulla configurazione del firewall (tipicamente, l'inoltro o forwarding delle porte sul router). Il programma, inoltre, non necessita di essere eseguito servendosi di un account dotato di diritti amministrativi.

TeamViewer 7.0 può essere scaricato gratuitamente da questa pagina, è interamente in lingua italiana e può essere utilizzato senza alcun tipo di restrizione per scopi personali.
La versione di TeamViewer 7.0 che vi proponiamo in questa scheda è quella principale, che integra sia le funzionalità client che quelle server. Scaricando tale versione, si potrà scegliere se installare TeamViewer sul sistema in uso oppure se eseguire il programma senza effetturare alcun tipo di installazione:

Scegliendo l'opzione Avvia, TeamViewer non sarà installato sul sistema in uso ma tutti i file necessari al suo corretto funzionamento saranno estratti nella cartella dei file temporanei. Tale directory di sistema è raggiungibile digitando %temp% in Start, Esegui... oppure nella casella Cerca programmi e file del pulsante Start di Windows Vista e Windows 7.
All'interno della cartella %temp%, dopo aver fatto doppio clic sul file TeamViewer_Setup_it.exe e selezionato l'opzione Avvia, verrà automaticamente creata la sottodirectory TeamViewer\Version7 che ospiterà tutti i file necessari per il funzionamento dell'applicazione.

Installando il software sul disco fisso (opzione Installa), la procedura di setup di TeamViewer chiederà di specificare se si prevede di utilizzare il programma solo al bisogno sia per effettuare sessioni di assistenza remota, sia per ricevere connessioni in ingresso (scelta "No").
Se il sistema in uso deve essere reso sempre costantemente accessibile da remoto, senza la presenza fisica del proprietario, è necessario optare per la seconda voce (). TeamViewer sarà in questo caso impostato come servizio di sistema di Windows: ciò significa che la macchina sul quale è installato il software potrà essere utilizzata senza la presenza di una persona fisica che accetti manualmente la richiesta di connessione in ingresso. TeamViewer sarà così attivo immediatamente già dalla comparsa della finestra di login del sistema operativo: la password, in questo caso, non viene cambiata ad ogni sessione di lavoro ma resta ovviamente la stessa.
La finestra successiva consentirà di stabilire se tutte le operazioni compiute dall'utente remoto debbano essere esplicitamente autorizzate ("Conferma tutti") oppure se siano pienamente permesse ("Accesso completo").

Cliccando sull'opzione Avvia, come detto, TeamViewer non sarà installato sul sistema: tutti i file necessari per il suo funzionamento saranno però salvati nella cartella dei file temporanei. Non si tratta, comunque, di una vera e propria versione "portabile" di TeamViewer dal momento che, una volta eseguito, il programma provvederà a salvare diversi dati all'interno del registro di Windows.


Indipendentemente dalla scelta compiuta all'avvio del file eseguibile di TeamViewer, per attivare la connessione con una macchina remota, è necessario avviare il programma su entrambi i sistemi (client e server).


Chi volesse utilizzare una versione di TeamViewer 7.0 assolutamente identica ma fare in modo che nulla venga memorizzato sul file system così come sul registro di sistema, può scaricare questo file. Come evidenzia TeamViewer, si tratta di un'ottima soluzione per coloro che vogliono eseguire l'applicazione da un supporto rimovibile (come una chiavetta USB od un CD) accertandosi che la configurazione del sistema in uso non venga alterata. Nulla vieta, comunque, di avviare la versione portabile di TeamViewer anche da un qualunque disco fisso o da un'unità di rete.

Per avviare la versione portabile di TeamViewer 7.0, è sufficiente estrarre tutto il contenuto dell'archivio TeamViewerPortable.zip in un'unica cartella e fare doppio clic sul file TeamViewer.exe.
La versione portabile di TeamViewer non memorizza tutte le variazioni che dovessero essere applicate durante la sessione di lavoro con TeamViewer e utilizza sempre le impostazioni di default.
Esiste comunque un espediente che permette di importare la configurazione di TeamViewer dalla versione non-portabile dell'applicazione. Lo vedremo più avanti.
Intanto facciamo doppio clic sul file TeamViewer_Setup_it.exe e scegliamo l'opzione Avvia.

Com'è immediato notare, TeamViewer 7.0 si pone immediatamente in ascolto delle eventuali richieste di connessione in ingresso. Un utente remoto che volesse collegarsi al personal computer in uso e visualizzarne il desktop, dovrà semplicemente avviare TeamViewer e digitare l'ID e la password visualizzate sul sistema da amministrare. L'ID della macchina alla quale ci si deve collegare dovrà essere inserito nel campo ID partner mentre la password dovrà essere specificata successivamente, dopo la pressione del pulsante Collegamento con l'interlocutore.


  1. Avatar
    punzpunz
    25/08/2014 17:04:06
    salve, se un computer si dovesse collegare al mio tramite team viewer rimarrebbe una traccia di questo collegamento? se la risposta è si, come si fa per eliminarla?
  2. Avatar
    Leg@l4s
    21/05/2012 19:31:01
    grazie per i consigli, lo riprovo, anche perchè con i buoni feedback che ha ricevuto mi sembrava strano un comportamento del genere .... domanda: se mi collego con un utente dopo aver ricevuto il suo id e password, può nel mentre io amministro il suo desktop, accedere alle mio desktop senza esplicito consenso ?
  3. Avatar
    Michele Nasi
    21/05/2012 18:14:27
    Citazione: Non so, forse la tua connessione è buona ma non lo è quella del pc a cui ti colleghi. Potrebbe anche essere come dicevi prima, che le versioni free hanno poca banda. Comunque non è un problema costante, capita ogni tanto.
    Certo, se poi il sistema di destinazione che funge da server ha parecchia banda occupata, soprattutto in upload (torrenti che scorrono e muli che scalpitano), TeamViewer non potrà che risultare inesorabilmente... lento. :wink:
  4. Avatar
    Michele Nasi
    21/05/2012 18:11:57
    TeamViewer utilizza uno dei suoi server per gestire la connessione e l'instradamento del traffico tra la macchina locale e quella remota che condivide il desktop. È possibile che quando hai provato il software ci sia stata un po' di congestione in Rete sulla tua tratta, sul network di TeamViewer o qualche problema di routing. Puoi riprovare... solitamente TeamViewer non dà problemi di questo genere.
  5. Avatar
    Jake
    21/05/2012 18:08:35
    Non so, forse la tua connessione è buona ma non lo è quella del pc a cui ti colleghi. Potrebbe anche essere come dicevi prima, che le versioni free hanno poca banda. Comunque non è un problema costante, capita ogni tanto.
  6. Avatar
    Jake
    21/05/2012 17:06:20
    Direi un problema contingente, magari legato alla qualità della connessione internet.
  7. Avatar
    Leg@l4s
    21/05/2012 16:37:03
    provato ieri, ho riscontrato lag nella risposta ai comandi: aprire cartelle, spostare finestre ecc.... vorrei chiedere a chi lo ha usato di recente se è una limitazione della versione free o un problema tempraneo ... :| edit: ho usato l' ultima versione(v.7)
  8. Avatar
    Lettore anonimo
    19/05/2012 09:18:37
    non riesco a isntallte temviever gratuito su windows server 2008 ?
Controllo remoto: guida all'installazione ed alla configurazione di TeamViewer 7.0 - IlSoftware.it