73454 Letture

Convertire DVD in AVI? Meglio il formato MKV. Come rippare il DVD senza problemi

Molteplici sono le situazioni in cui potrebbe essere utile effettuare la copia di un DVD memorizzandone il contenuto sotto forma di file multimediale. Convertire il DVD in AVI risulta indicato quando ci si volesse mettere al riparo dai rischi di danneggiamento del supporto DVD. Il termine che si utilizza generalmente in questi casi è “rippare” (dall'inglese to rip, che significa strappare): il contenuto digitale, infatti, viene “strappato” dal supporto DVD per essere trasportato su un'unità di memorizzazione (ad esempio, l'hard disk).

Ovviamente, l'unica situazione in cui il “ripping” del contenuto di un DVD è giustificata è quella in cui la procedura viene adoperata per effettuare il backup del supporto, per ragioni di sicurezza. In altre parole, il contenuto del DVD può essere conservato sul proprio hard disk solo se si è in possesso di una copia del supporto originale regolarmente acquistata.

Uno dei migliori software per convertire un DVD in un file riproducibile con un normale lettore multimediale (ad esempio il classico Windows Media Player oppure il più completo e versatile VLC; vedere l'articolo VLC, non solo un riproduttore multimediale. Presentazione di quattro funzionalità poco conosciute) è sicuramente Handbrake.
Si tratta di un famosissimo software libero (distribuito sotto licenza GNU GPLv2), opensource, che effettua operazioni di "video transcoding". Il programma, cioé, permette di decodificare e ricodificare il flusso dati passando da una codifica ad un'altra.


Handbrake permette l'uso di diversi codec (MPEG-2, MPEG-4, Theora) anche se viene suggerito l'impiego di H.264, un formato standard per la compressione dei video digitali ampiamente utilizzato nell'industria cinematografica e, soprattutto, per la distribuzione dei dischi che ospitano contenuti ad alta definizione.
Per quanto riguarda le tracce audio, la scelta ricade su AAC (Advanced Audio Coding), formato di compressione che, con un egual fattore di compressione, offre una qualità sonora superiore rispetto al noto MP3. Il formato AAC viene oggi comunemente utilizzato da Apple sul servizio iTunes ed è diventato di recente uno standard di fatto su molte console videoludiche.

Convertire DVD in AVI: meglio MKV (Matroska)

Matroska (formato .MKV) è il "file contenitore" che può ospitare, al suo interno, il flusso dati audio-video. Rispetto al formato AVI, però, MKV porta con sé numerosi benefici: tra i principali citiamo la possibilità di accogliere un numero illimitato di tracce audio, tracce video nonché sottotitoli insieme con una serie di metadati aggiuntivi.
Ovvio, quindi, che un file MKV può diventare il miglior contenitore possibile per "stivarvi" l'intero contenuto di un DVD, compresi sottotitoli e tracce audio multiple.
Il formato Matroska, inoltre, è libero ed aperto: nessun soggetto e nessuna società detiene i diritti sul formato MKV; una caratteristica, questa, che ha spinto la maggior parte dei produttori software e la stragrande maggioranza dei produttori hardware a prevederne il supporto diretto.
Il contenuto dei file MKV è poi molto facile da gestire (semplicissimo, ad esempio, rimuovere una singola traccia audio) con un "contenitore" che pesa solitamente il 10% in meno rispetto ai file contenuti nel DVD e ben il 40% in meno rispetto ai file presenti in un supporto Blu-ray.

Installazione e configurazione di Handbrake

Prima di accingersi a convertire il DVD in AVI o MKV, è necessario scaricare ed installare Handbrake. Per procedere è sufficiente fare riferimento a questa pagina.

A download ultimato, si potrà procedere con l'installazione di Handbrake sul sistema in uso.

Sebbene, con le ultime versioni di Handbrake, la presenza di VLC non sia più necessaria, suggeriamo di installare anche questo riproduttore multimediale (vedere questa scheda).
Dal menù Tools, Option di Handbrake si dovrà quindi verificare, cliccando sulla scheda Preview, che sia specificato il percorso corretto nel quale è memorizzato il file eseguibile di VLC:

Nella scheda Audio and subtitles si può specificare l'italiano come lingua preferita per le tracce audio ed i sottotitoli. Così facendo, Handbrake selezionerà automaticamente le tracce in italiano presenti sul supporto DVD.

Dopo aver chiuso Handbrake, consigliamo di scaricare il file libdvdcss-2.dll. Si tratta di una libreria che permette di rippare i DVD protetti e che è distribuita dagli autori di VLC.
Al momento della stesura del presente articolo, la versione più aggiornata del file libdvdcss-2.dll per sistemi Windows e Mac OS X è la 1.2.12, scaricabile da questa pagina. Nel caso dei sistemi Windows a 32 bit, bisognerà cliccare sulla directory win32, fare clic con il tasto destro del mouse su libdvdcss-2.dll quindi memorizzare la libreria in una cartella temporanea sul disco.
Tale file dovrà poi essere manualmente copiato nella cartella d'installazione di Handbrake (di solito, %programfiles%\Handbrake) e rinominato in libdvdcss.dll:

Suggeriamo comunque, sempre allo stesso indirizzo, di verificare la presenza di versioni più aggiornate del file libdvdcss-2.dll.


Senza l'utilizzo del file libdvdcss.dll, che verrà automaticamente caricato da Handbrake ad ogni esecuzione, la copia dei dati da DVD protetti con il sistema CSS (Content Scrambling System) darebbe risultati anomali. In particolare, si otterrebbe un flusso video con la presenza di immagini artefatte (zone quadrate con colori "strani") ed audio distorto. Un esempio:

A questo punto, è tutto pronto per iniziare il lavoro con Handbrake.


  1. Avatar
    mek
    26/12/2014 16:15:07
    non funzion una *****....
  2. Avatar
    Michele Nasi
    08/04/2014 17:02:06
    Lato riproduttore, non c'è una "regolazione" che ti permetta di intervenire sul formato video?
  3. Avatar
    Ermes B
    08/04/2014 16:47:25
    Articolo interessantissimo. Provo a chiedere una curiosità che mi capita solo con due file: seguo la procedura di realizzazione del file mkv, lo sposto dal pc al televisore, dotato di riproduzione da usb e lo guardo in tv senza alcun problema nel formato originale 16:9. Lo stesso file, visualizzato dal lettore DVD, dotato anch'esso di riproduzione da USB, viene riprodotto in formato 4:3 tagliando i bordi del filmato. Su pc con VLC non ho nessun problema. Ripeto, questa cosa mi capita solo con due file, per altri duecento e passa file nessun problema, e la procedura che ho seguito è sempre la stessa. Qualche idea in merito? Il file mkv contiene una sorta di metadati dove sono riportati gli standard di riproduzione?
Convertire DVD in AVI? Meglio il formato MKV. Come rippare il DVD senza problemi - IlSoftware.it