Sconti Amazon
martedì 15 marzo 2022 di 2147 Letture
DirectStorage in versione finale per Windows 10 e 11: cos'è e come migliora le prestazioni

DirectStorage in versione finale per Windows 10 e 11: cos'è e come migliora le prestazioni

Le API Microsoft DirectStorage migliorano le prestazioni nel rendering grafico: la GPU può scambiare dati direttamente con i supporti NVMe.

L'introduzione delle API DirectStorage è stata una delle principali novità dell'architettura Xbox X ma si sapeva che la stessa innovazione sarebbe arrivata prima o poi anche su Windows. L'obiettivo è migliorare le prestazioni della GPU e velocizzare quindi le elaborazioni grafiche in ambiente Windows.

Nel corso degli anni i requisiti per l'esecuzione delle applicazioni più evolute e soprattutto dei videogiochi si sono fatti sempre più stringenti. Fortunatamente le unità SSD PCIe NVMe hanno permesso di estendere la larghezza di banda disponibile e velocizzare le operazioni di I/O anche con grandi quantitativi di dati.

Abbiamo visto cos'è NVMe e come funziona. Adesso ci occupiamo di che cos'è DirectStorage.

Facendo uso delle API DirectStorage la GPU può elaborare direttamente risorse compresse conservate in un'unità SSD NVMe. Il chip grafico decomprime tali elementi usando i compute shader in modo da poterli usare quasi istantaneamente.

I viaggi di andata e ritorno dei dati da e verso la CPU vengono così ridotti al minimo liberando risorse hardware e ottenendo eventi guadagni nei tempi di caricamento e per quanto riguarda le performance complessive.

DirectStorage in versione finale per Windows 10 e 11: cos'è e come migliora le prestazioni

La versione finale di DirectStorage è stata appena pubblicata e come avevamo scritto a luglio 2021 non è un'esclusiva di Windows 11: Microsoft ha infatti rilasciato DirectStorage per Windows 11 ma anche per i sistemi Windows 10 versione 1909 e successive.

Va detto che sono comunque previste alcune restrizioni: i controller grafici devono essere compatibili. Un aspetto, questo, che limita l'utilizzo di DirectStorage alle schede RTX 20 e RTX 30 di NVidia e alle RX 6000 di AMD.

Microsoft spiega inoltre che le migliori prestazioni sono ottenibili in Windows 11 per via dell'architettura del sistema operativo. Sebbene i benefici siano evidenti con qualunque genere di storage, performance più elevate si otterranno ovviamente usando unità di memorizzazione basate su interfaccia PCIe.


Buoni regalo Amazon
DirectStorage in versione finale per Windows 10 e 11: cos'è e come migliora le prestazioni - IlSoftware.it