2961 Letture
Disegno libero con Google Canvas, la versione cloud di Paint

Disegno libero con Google Canvas, la versione cloud di Paint

Presentato Google Canvas, l'evoluzione cloud dello storico Paint di Windows: applicazione semplice ma pronta all'uso nonostante qualche difetto.

Gli sviluppatori di Google hanno appena presentato Canvas: raggiungibile a questo indirizzo, Canvas è un editor di disegni a mano libera molto simile a Paint, l'applicazione integrata ancor oggi in tutte le versioni di Windows, anche se affiancata dal più moderno Paint 3D per la creazione di modelli tridimensionali.

Google Canvas funziona interamente sul cloud e non richiede l'installazione di alcun software in locale: è sufficiente selezionare gli strumenti di disegno posti nella parte sinistra della schermata (matita, penna, evidenziatore, gesso e gomma) per iniziare a lavorare. Un secondo clic sugli stessi oggetti consente di modificarne le proprietà (dimensione e opacità).

Disegno libero con Google Canvas, la versione cloud di Paint

L'applicazione web di Google permette di scegliere i colori e indicarne eventualmente il codice identificativo esadecimale (hex).


Tutti i disegni realizzati con l'editor di Google vengono automaticamente salvati e conservati all'interno dell'account utente per poter essere recuperati al bisogno.
Ciascun lavoro può essere esportato e salvato come file; è inoltre possibile importare immagini contenute in un file grafico così da apportarvi direttamente delle modifiche (pulsante Nuovo da immagine).

La principale mancanza di Google Canvas è che, al momento, i vari tool non sono sensibili alla pressione esercitata su un display touch. Non è quindi possibile modulare l'effetto del tratto sul foglio di carta virtuale premendo più o meno col dito o con una penna digitale. Certi che questa mancanza verrà colmata nel prossimo futuro.

Disegno libero con Google Canvas, la versione cloud di Paint