Sconti Amazon
giovedì 16 settembre 2021 di 1763 Letture
DiskUsage: controllare l'utilizzo del disco da riga di comando con Windows 11

DiskUsage: controllare l'utilizzo del disco da riga di comando con Windows 11

Windows 11 integra un'utilità basata su riga di comando per controllare quali file e cartelle occupano più spazio.

Con Windows 11 Microsoft porta al debutto una nuova utilità richiamabile da riga di comando che permette di controllare lo spazio occupato su disco e la dimensione delle cartelle.

Si chiama DiskUsage e permette di ottenere un riepilogo sulla distribuzione dello spazio occupato su hard disk e unità SSD.

È possibile chiedere a DiskUsage di analizzare una singola cartella, ad esempio quella in cui ci si trova, oppure un'intera unità di memorizzazione, interna o esterna (unità rimovibili).

DiskUsage accetta una lunga serie di opzioni da riga di comando ma è un'utilità che deve essere necessariamente avviata con i diritti di amministratore per poter ad esempio esaminare anche il contenuto delle cartelle di sistema di Windows.

La lista delle opzioni utilizzabili con DiskUsage è ottenibile in Windows 11 aprendo il prompt dei comandi con i diritti di amministratore (digitare cmd nella casella di ricerca quindi premere Esegui come amministratore) quindi scrivendo diskusage /?.

DiskUsage: controllare l'utilizzo del disco da riga di comando con Windows 11

Come utilizzare DiskUsage in Windows 11 per esaminare l'utilizzo dello spazio su disco

Dopo aver aperto una finestra del prompt dei comandi con i diritti di amministratore in Windows 11, il comando diskusage /h consentirà di ottenere le informazioni su tutti i file e le cartelle presenti nella directory in cui ci si trova. Lo switch /h serve semplicemente per ottenere un resoconto umanamente leggibile.

Digitando diskusage %userprofile% /h si ottiene la lista dei file memorizzati in tutte le cartelle che compongono il profilo dell'utente corrente.

Al posto di %userprofile% è ovviamente possibile sostituire un qualunque percorso specificato anche in forma assoluta (ad esempio C:\nome-cartella).

I valori indicati tra parentesi tonde sono espressi in kibibit e suoi multipli quindi utilizzando il sistema binario mentre quelli fuori dalle parentesi tonde in byte (quindi riferendosi al sistema decimale). Di questa sottile differenza abbiamo parlato nell'articolo sul confronto tra gigabit, gigabyte e gibibit.

In fondo al report di DiskUsage l'utilità rivela anche quanto spazio occupa la cartella specificata rispetto alla capienza complessiva del disco.

Aggiungendo u=20 e t=20 si avrà la lista, rispettivamente, dei primi 20 file e delle prime 20 cartelle che occupano più spazio in assoluto nel percorso indicato.

C'è anche la possibilità di selezionare soltanto i file che superano la dimensione specificata con una differenza tra "dimensione" e "dimensione su disco".

Buoni regalo Amazon
DiskUsage: controllare l'utilizzo del disco da riga di comando con Windows 11 - IlSoftware.it