220770 Letture

Drive Image 7.0: il software per il disk imaging cresce ancora

Così come abbiamo fatto per le precedenti versioni, IlSoftware.it vi presenta tutte le caratteristiche e le novità di PowerQuest Drive Image 7, nuova versione dell'ormai famosa utilità che permette di creare "l'immagine" di una partizione, di più partizioni o di un intero disco fisso.
L'immagine può essere considerata come un'istantanea del contenuto di una partizione o del disco fisso. Il file d'immagine, che generalmente può venire compresso, può essere quindi conservato, ad esempio, su di un CD ROM, in attesa di ripristinarne il contenuto. Quando il sistema operativo diventa lento ed instabile, è possibile riportarlo ad una condizione performante ripristinando proprio il contenuto del file d'immagine creato in precedenza. E' certamente il miglior modo per disporre sempre di un computer veloce ed efficiente.


Le novità di DriveImage 7
- supporto di rete migliorato
Le precedenti versioni di DriveImage, qualora si rendesse necessario accedere ad unità di rete, richiedevano l'utilizzo di Boot Disk Builder (ved. questa pagina), un modulo aggiuntivo che permetteva di creare dei dischi di avvio con il supporto per la rete locale LAN.
In Drive Image 7 il supporto della rete è già integrato: non è necessario creare alcun dischetto di boot aggiuntivo né cimentarsi con configurazioni aggiuntive. La nuova versione di Drive Image consente, inoltre, di memorizzare le immagini su qualsiasi unità di rete oppure attraverso una rete peer-to-peer.

- hot backup
La novità più importante di Drive Image 7 è certamente il cosiddetto hot backup.
In passato, infatti, in particolar modo quando si desiderava creare l'immagine di una partizione di boot (ad esempio la partizione contenente il sistema operativo correntemente in uso), Drive Image richiedeva di effettuare un riavvio in modalità MS DOS. La settima versione di Drive Image, al contrario, crea i file d'immagini di qualsiasi disco/partizione senza mai lasciare Windows.

- supporto di periferiche USB, FireWire e DVD
Drive Image 7 consente, infine, di salvare i propri file d'immagine su qualsiasi tipo di periferica comprese unità USB e FireWire. Il programma supporta anche un buon numero di masterizzatori DVD offrendo la possibilità di memorizzare le immagini direttamente su tali supporti. E' sempre possibile memorizzare i file d'immagine anche su CD-R, CD-R/W ed unità rimovibili (i.e. Zip/Jaz).


- PQRE
Il CD ROM di Drive Image 7 è auto-avviabile. Ciò significa che lasciandolo inserito nel lettore CD immediatamente all'avvio del personal computer, si accederà al cosiddetto PowerQuest Recovery Environment (PQRE), un ambiente che consentirà di ripristinare, ad esempio, l'immagine di dischi e partizioni qualora non risultasse più possibile accedere al sistema operativo nel modo canonico.
PQRE rappresenta una grande novità rispetto alle precedenti versioni di Drive Image. Non si tratta semplicemente, infatti, come avveniva in passato, di un ambiente DOS che simula l'interfaccia utente di Windows; PQRE è invece un ambiente di lavoro che si basa proprio sul nucleo di Windows 2000/XP (così come ERD Commander 2003 di Winternals). Già in fase di avvio si percepisce come PQRE rappresenti una sorta di "versione ridotta" di Windows 2000/XP dalla quale sia possibile crare, ripristinare e gestire (grazie a Backup Image Explorer) file d'immagine. E' quindi facile accedere ad unità di rete sulle quali si abbia provveduto, per esempio, a memorizzare in precedenza dei file d'immagine.


- interfaccia utente rinnovata
L'interfaccia utente di Drive Image 7 è stata ulteriormente migliorata rispetto alle versioni precedenti: una modalità semplificata (basic) consente di accedere alle funzionalità di base; una modalità advanced a quelle più evolute.

- attivazione del prodotto
Allineandosi alla tendenza introdotta di recente da Microsoft con Windows XP, anche Drive Image 7 introduce il meccanismo dell'attivazione del prodotto. Il software può essere infatti liberamente utilizzato per un periodo di tempo di 30 giorni allo scadere dei quali sarà obbligatorio registrare la propria copia di Drive Image 7. Va sottolineato, comunque, che l'attivazione si limita all'inserimento del codice prodotto indicato sulla busta contenente il CD ROM di Drive Image 7; la successiva registrazione sul sito web di PowerQuest è consigliata ma non obbligatoria.

- uso del framework .NET di Microsoft


Drive Image 7.0: il software per il disk imaging cresce ancora - IlSoftware.it