113130 Letture

Espandere un hard disk VirtualBox in poche mosse: ecco la procedura pratica

VirtualBox è il software per la virtualizzazione che Oracle ha fatto proprio dopo l'acquisizione di Sun Microsystems. Recentemente giunto alla versione 4.2 (vedere la notizia Oracle rilascia VirtualBox 4.2: ecco le principali novità per conoscere l'entità dell'ultimo aggiornamento), VirtualBox può essere installato ed eseguito su qualunque sistema operativo (Windows, Linux, Mac OS X, Solaris,...). Il programma è estremamente versatile dal momento che consente di installare, all'interno di una "macchina virtuale" una vasta schiera di sistemi operativi "guest" (Windows, Linux, Mac OS X, Solaris,...; vedere questa pagina per consultare l'elenco completo). Tali sistemi operativi "guest" non interferiranno in alcun modo con il sistema "host" ossia quello installato sul personal computer in uso. Anzi, qualora lo si desiderasse tutti i vari sistemi operativi "guest" potranno essere considerati e trattati dalla rete locale e dalle macchine connesse come personal computer reali, "fisici".
Le macchine virtuali create con VirtualBox potranno essere utilizzate, ad esempio, per provare dei software nuovi evitando di alterare la configurazione del sistema "host" oppure per eseguire programmi non compatibili con la piattaforma installata sulla macchina "principale".

Guide pratiche per l'utilizzo di VirtualBox


Facendo riferimento alle risorse che seguono, potrete trovare una serie di guide pratiche per l'installazione e l'utilizzo di Oracle VirtualBox. La procedura per generare una nuova macchina virtuale ed installare un qualsiasi sistema operativo supportato (ad esempio, Windows o Linux) in VirtualBox è molto semplice ed è stata più volte oggetto di approfondimenti. Vi invitiamo quindi a rileggere i nostri articoli in materia:
- Avviare più sistemi operativi differenti sulla stessa macchina con VirtualBox
- Eseguire una macchina virtuale VMware Windows 7 con Oracle VirtualBox
- Come installare e provare Windows 8 senza modificare la configurazione del sistema
- Creare e ripristinare facilmente una copia di backup delle macchine virtuali VirtualBox
- Trasformare il computer che si usa tutti i giorni in una macchina virtuale
- VirtualBox: condividere file e cartelle tra sistemi host e macchine virtuali
- Come creare e gestire macchine virtuali con VirtualBox

Aumentare le dimensioni di un hard disk VirtualBox

Durante la procedura di creazione di una nuova macchina virtuale, VirtualBox richiede di specificare le dimensioni da attribuire all'hard disk virtuale in corso di creazione. Il software propone solitamente un quantitativo di spazio in GB che può essere un po´ considerato come il "minimo sindacale" per il sistema operativo che si sta installando in macchina virtuale.

Se, dopo aver creato una macchina virtuale, aver iniziato a lavorarvi ci si accorgesse che lo spazio disponibile scarseggia, è possibile aumentare le dimensioni dell'hard disk VirtualBox.
VirtualBox, neppure nell'ultima versione 4.2, consente di ridimensionare un disco fisso virtuale dall'interfaccia utente del programma. In altre parole, cliccando sul menù File, Gestore supporti virtuali, non è disponibile alcuno strumento che consenta di aumentare le dimensioni di un disco fisso VirtualBox in modo semplice e veloce.
La finestra Gestore supporti virtuali consente di ottenere l'elenco completo dei dischi fissi virtuali che si sono via a via generati e permette di crearne delle copie (Copia) o di modificarne la tipologia (in particolare, le modalità con cui viene occupato lo spazio libero sul disco fisso "reale"). Non c'è traccia, però, di un'opzione per il ridimensionamento dell'hard disk VirtualBox:

Per risolvere il problema è sufficiente aprire il prompt dei comandi di Windows oppure la finestra del terminale di Linux portandosi nella cartella in cui si è installato VirtualBox.
Il comando da introdurre al prompt è il seguente:
VBoxManage modifyhd PERCORSO_FILE_VDI --resize NNNNN

nel caso in cui si lavori su un sistema "host" Windows, digitando ad esempio VBoxManage modifyhd "%userprofile%\VirtualBox VMs\Windows 7 - TEST\Windows 7 - TEST.vdi" --resize 80000, le dimensioni dell'hard disk virtuale chiamato Windows 7 - TEST.vdi saranno portate a 80 GB (80.000 MB), così come richiesto.
Si è specificato la cartella "%userprofile%\VirtualBox VMs" perché è qui (trattasi di una sottodirectory della cartella contenente le informazioni correlate al profilo utente in uso) che in Windows VirtualBox provvede a memorizzare macchine ed hard disk virtuali.


"Informare" il sistema operativo "guest" sullo spazio adesso disponibile

Avviando il sistema operativo "guest" che utilizza l'hard disk virtuale appena ridimensionato, si noterà immediatamente la disponibilità di un certo quantitativo di spazio non allocato. Tale quantitativo di spazio sarà esattamente pari alla differenza tra la nuova dimensione dell'hard disk virtuale e quella precedente.
Se il sistema operativo "guest" fosse in esecuzione, suggeriamo di arrestare completamente la macchina virtuale e di riavviarla successivamente (in caso contrario, non si noterà la disponibilità del nuovo spazio ed al riavvio del sistema verrà esposto un messaggio d'errore critico).
Dalla finestra Gestione disco del sistema "guest" Windows XP, Windows Vista o Windows 7 si dovrà cliccare con il tasto destro del mouse sull'unità C: e selezionare Estendi volume.

La procedura guidata "Estensione guidata volume" consentirà di ampliare le dimensioni dell'unità disco in modo da utilizzare anche lo spazio appena aggiunto all'interno del disco fisso virtuale VirtualBox.

Su una macchina Linux, per ridimensionare l'unità disco ed occupare anche lo spazio non allocato, è sufficiente ricorrere ad un software come GParted. Dotato di una comoda interfaccia grafica, permette di estendere le dimensioni – ad esempio – della partizione principale.

Nota bene: ridimensionare ed ampliare un hard disk VirtualBox è possibile solamente se il disco fisso è memorizzato utilizzato il formato VDI. Nel caso degli altri formati di macchine virtuali non è per il momento possibile richiedere alcun ridimensionamento.


  1. Avatar
    Vanni63
    20/03/2014 10:39:02
    Con windows 7 home premium e virtualbox 4.3.8 r92456, nonostante il formato vdi, a me non ha funzionato: cd c:\Program Files\Oracle\Virtualbox VBoxManage modifyhd "%userprofile%\VirtualBox VMs\WindowsBlue\WindowsBlue.vdi" --resize 55000 0%... Progress state: VBOX_E_NOT_SUPPORTED VBoxManage.exe error: Resize hard disk operation for this format is not implemented yet!
  2. Avatar
    roby67
    28/10/2013 15:07:05
    Per chi non ha dischi in formato vdi, dal menu gestione supporti virtuali è possibile eseguire una copia di un hard disk virtuale e nella copia eseguire la conversione in formato vdi :shock:
  3. Avatar
    Freno
    23/05/2013 16:24:18
    Citazione: Purtroppo in XP che gira in una VM virtualbox la voce estendi volume non è attiva. Lo spazio aggiunto può essere usato per creare una partizione estesa e quindi un disco logico. Saluti
    Tutto vero, ma una volta esteo il disco si può usare all'interno della macchina virtuale un sw come EaseUS Partition Master Home per ridimensionare anche la partizione C.
  4. Avatar
    ancor51
    23/05/2013 16:07:00
    Purtroppo in XP che gira in una VM virtualbox la voce estendi volume non è attiva. Lo spazio aggiunto può essere usato per creare una partizione estesa e quindi un disco logico. Saluti
  5. Avatar
    GOLDEN EYES
    07/04/2013 11:03:48
    La domanda sorge spontanea: c’è una vaga speranza che l’utility verrà in un prossimo futuro implementata anche per i dischi con estensione .vmdk ???
Espandere un hard disk VirtualBox in poche mosse: ecco la procedura pratica - IlSoftware.it