1923 Letture
Fatturazione a 28 giorni: gli operatori dovranno rimborsare ma vengono annullate le sanzioni

Fatturazione a 28 giorni: gli operatori dovranno rimborsare ma vengono annullate le sanzioni

Il TAR del Lazio conferma l'obbligo di rimborso nei confronti degli utenti che dovrà avvenire entro il prossimo 31 dicembre. Annullate invece le sanzioni da 4,4 milioni di euro agli operatori.

Gli operatori di telecomunicazioni sono tenuti a rimborsare la clientela a fronte dei giorni sottratti con il passaggio alla fatturazione a 28 giorni. Così come stabilito da AGCOM (vedere Fatturazione a 28 giorni: AGCOM stabilisce che gli operatori dovranno restituire i giorni di abbonamento) gli operatori dovranno risarcire gli utenti per i giorni indebitamente erosi durante il periodo compreso tra il 23 giugno 2017 e la data di ripristino della fatturazione su base mensile.

Fatturazione a 28 giorni: gli operatori dovranno rimborsare ma vengono annullate le sanzioni

I giudici del TAR del Lazio hanno appena stabilito che i rimborsi dovranno avvenire entro il 31 dicembre 2018 e dovranno riguardare anche coloro che nel frattempo avessero cambiato operatore telefonico. AGCOM aveva infatti già previsto l'individuazione di adeguate modalità di recupero delle somme dovute.


La novità è che il tribunale amministrativo ha disposto anche l'annullamento delle sanzioni comminate a TIM, Vodafone, Wind Tre e Fastweb che non dovranno più versare circa i 4,4 milioni di euro della multa precedentemente stabilita dall'Autorità.

Fatturazione a 28 giorni: gli operatori dovranno rimborsare ma vengono annullate le sanzioni