3621 Letture

Forzare l'aggiornamento a Windows 10? Un errore

L'approccio utilizzato dal meccanismo per proporre l'aggiornamento automatico dei sistemi Windows 7 e Windows 8.1 a Windows 10 non è stato dei migliori. Ad ammetterlo è Chris Capossela, chief marketing officer di Microsoft che ha fatto presente, nel corso di un'intervista con Paul Thurrott e Mary Jo Foley, come il sistema fosse tutt'altro che perfetto.

Anzi, Capossela ha parlato proprio di errori da cui Microsoft ha potuto imparare molto.

Forzare l'aggiornamento a Windows 10? Un errore

L'obiettivo era, ovviamente, quello di spronare quanti più utenti possibile a passare a Windows 10 abbandonando le due precedenti versioni del sistema operativo entro lo scorso mese di luglio.

Il meccanismo distribuito attraverso Windows Update (che poteva essere disabilitato agendo in profondità sulla configurazione del sistema) è stato più volte modificato per velocizzare ulteriormente la migrazione a Windows 10.


Capossela ha rilevato come il trucco della "X rossa" non sia stato una grande idea.
Per un certo periodo, infatti, Windows 7 e Windows 8.1 visualizzavano una finestra che informava l'utente sull'imminente aggiornamento automatico a Windows 10.
Cliccando sulla "X rossa", come accade in qualunque applicazione, gli utenti ritenevano di negare l'aggiornamento o comunque di posticiparlo a data da destinarsi.
In realtà tale operazione aveva come unico risultato la chiusura della finestra e di fatto manifestava un'implicita ammissione ad avviare la procedura di aggiornamento a Windows 10.

Capossela ha confermato che in futuro non ci saranno più "forzature".

Nel frattempo, chi ancora non avesse aggiornato gratuitamente a Windows 10 può ancora farlo a costo zero: Aggiornare a Windows 10 è ancora possibile senza sborsare un centesimo.

  1. Avatar
    terraneanroots
    04/01/2017 11:24:59
    Capossela ha confermato che in futuro non ci saranno più "forzature". Buon giorno. Da giovane Chris Capossela prendeva le ordinazioni nel ristorante italiano di famiglia (a Boston) I nonni erano Napoletani :amore: Sto immaginando ....... un cliente dove non desiderava,rifiutava una pietanza (clicca sula x rossa: metafora) Ora immaginate che Capossela/vs Microsoft interpreta (volutamente ? ) quel rifiuto come un si,porta pure . Ma dove siamo.. :?: Ho capito che siamo nell'era dell'opportunismo,dei "furbi" e chi più ne ha più ne metta ma ci sarà un limite a tutto questo oppure no? ..Devono confermare e mantener fede che in futuro non ci sarà più bisogno di prendere dei calmanti per via un Computer,oltre a quello già dichiarato. L'obiettivo era, ovviamente, quello di spronare quanti più utenti possibile a passare a Windows 10 abbandonando le due precedenti versioni del sistema operativo entro lo scorso mese di luglio. Io non prendo farmaci di alcuna natura (si sporadicamente prendo qualche Oki) eppure mi stavo ammalando appresso a Windows 10. Sistema ben fatto ,ma troppe cose,a mio vedere non vanno. Es: Ho capito che in tanti non facevano gli aggiornamenti allora dico:avete impostato tale SO in modo tale a farli da solo,va bene. Impostatelo però a fare solo quelli inerenti alla sicurezza. I restanti se l'utente li fa bene,altrimenti affari suoi (schede grafiche ecc) La telemetria,un altro bell'affare....... A momenti ci sono più richieste in uscita (Basta installare un Firewall o servirsi di un programma come CurrPorts) da parte della telemetria che da parte di tutti i programmi installati su un PC. Schermate Start che a Natale cambiano da sole :mrgreen: Ecc ecc ecc .. Se questo vi pare poco ,non saprei . . .
  2. Avatar
    Cocci Gabriele
    04/01/2017 01:13:12
    sarebbe l'ora che correggessero gli errori sulle schede grafiche commutabili, di fatto inutilizzabili su molti notebook, o permettere a chi ha problemi un downgrade al sistema precedentemente funzionante. Sarebbero bravi nel primo caso e corretti nel secondo. Invece stanno facendo la figura dei babbei. E non sembra che gliene freghi molto.
Forzare l'aggiornamento a Windows 10? Un errore - IlSoftware.it