4919 Letture
Galaxy Fold, cos'è e come funziona lo smartphone con doppio schermo di cui uno pieghevole

Galaxy Fold, cos'è e come funziona lo smartphone con doppio schermo di cui uno pieghevole

Samsung ha finalmente svelato il suo Galaxy Fold, un prodotto sicuramente innovativo ma ovviamente molto costoso. Oltre a uno schermo principale, sul frontale, all'interno è celato un display da 7,3 pollici che trasforma il dispositivo in una sorta di tablet.

Durante l'evento Galaxy Unpacked, Samsung ha presentato un nuovo dispositivo attorno al quale si era creata tanta attesa.
Si tratta di Galaxy Fold, il primo device ripiegabile su se stesso utilizzabile come smartphone e, all'occorrenza, come un versatile tablet.

Galaxy Fold è indubbiamente un prodotto al momento destinato a un mercato "di nicchia" - anche per via del suo costo - ma grazie al suo design particolarmente interessante e alla sua dotazione hardware, rappresenta l'emblema degli sforzi che Samsung sta compiendo sul piano dell'innovazione.

Galaxy Fold, cos'è e come funziona lo smartphone con doppio schermo di cui uno pieghevole

Diversamente rispetto alle indicazioni trapelate nelle scorse settimane, Samsung Galaxy Fold è realizzato in alluminio e consta di due schermi separati.
Quando è ripiegato in modo da occupare il minore spazio possibile, Galaxy Fold "espone" un display da 4,6 pollici (risoluzione 840 x 1960 pixel) mentre all'interno è celato uno schermo da 7,3 pollici (risoluzione 2152 x 1536 pixel), entrambi di tipo OLED.


Com'è immediato verificare esaminando il video che ripubblichiamo, lo schermo interno non si piega come un foglio di carta ma si incurva sino al punto da ridurre al minimo lo spessore del dispositivo, che è evidentemente più importante rispetto a uno smartphone tradizionale.
Ad oggi Samsung non si è espressa sulla durata dello schermo principale ovvero quante operazioni di apertura/chiusura possa sostenere prima del manifestarsi di qualche problema.

Il processore utilizzato per il Galaxy Fold è il top di gamma di Qualcomm, uno Snapdragon 855, cui vengono affiancati ben 12 GB di RAM e 512 GB di storage interno UFS 3.0 ultraperformante; assente il lettore di schede SD.
La batteria da 4.380 mAh supporta la ricarica veloce e quella in modalità wireless grazie all'utilizzo del dorso interamente realizzato in vetro.


Per quanto riguarda la fotocamera, con il dispositivo chiuso il dispositivo utilizza una frontale da 10 Megapixel con apertura focale f / 2.2 mentre sul retro ci sono tre sensori: 16 Megapixel f / 2.2, 12 Megapixel f / 2.4 con stabilizzatore ottico dell'immagine e grandangolo, 12 Megapixel f / 2.4 con zoom ottico 2x e stabilizzatore ottico dell'immagine.
La fotocamera frontale del Galaxy Fold che fa mostra di sé quando il dispositivo è aperto a libretto è dotata di un sensore da 10 Megapixel f / 2.2 cui viene affiancato un secondo da 8 Megapixel f / 1.9 per raccogliere le informazioni sulla profondità di campo.

Preinstallato c'è Android 9 Pie adattato e ottimizzato per l'utilizzo di entrambi gli schermi, frontale e interno. Alcune app come WhatsApp, Office e YouTube sono già state adeguate al formato quadrato dello schermo principale ed è stato previsto un sistema di gestione per "passare" le varie applicazioni da un display all'altro.

Samsung Galaxy Fold sarà disponibile a partire dal prossimo 26 aprile con un prezzo d'ingresso di 2.000 euro.

Galaxy Fold, cos'è e come funziona lo smartphone con doppio schermo di cui uno pieghevole