5840 Letture

Google Desktop punta tutto sulle performance

La società fondata da Larry Page e Sergey Brin ha rilasciato quest'oggi un nuovo aggiornamento di Google Desktop, software per il desktop searching che si incarica di indicizzare il contenuto dell'intero disco fisso in modo tale da proporre istantaneamente dei risultati pertinenti in risposta a qualunque interrogazione.
Dal team di sviluppo si sottolinea come Google Desktop 5.8 sia il risultato di un impegnativo lavoro che ha riguardato pressoché esclusivamente le performance del prodotto. L'avvio e la chiusura dell'applicazione avvengono in maniera molto più rapida rispetto a quanto accadeva in passato con un risparmio di memoria ed una riduzione netta dei tempi di attesa.
Sono stati corretti anche alcuni problemi derivati da un'imperfetta interazione con alcuni software sviluppati da terze parti, soprattutto nel momento in cui alcuni tipi di file, generati da questi programmi, venivano aggiunti all'indice di ricerca di Google Desktop.
Su Windows Vista, Google Desktop sfrutta da ora l'indice creato autonomamente da parte del sistema operativo con la possibilità, per l'utente, di abilitare poi manualmente il motore di indicizzazione sviluppato dal colosso di Mountain View.
Google Desktop integra anche una funzionalità che comunica ai tecnici della società di Page e Brin tutte quelle situazioni che hanno portato ad eventuali rallentamenti durante l'utilizzo del sistema. Tale caratteristica può essere disattivata da parte dell'utente.
L'ultima versione del programma per il desktop searching di Google è prelevabile da questa pagina.

Google Desktop punta tutto sulle performance - IlSoftware.it