4949 Letture

Google commenta la sua "estromissione" da Facebook

Google ha duramente criticato una scelta messa recentemente in campo da Facebook. Sino a qualche giorno fa, a tutti gli iscritti al social network di Zuckerberg era concesso di esportare la lista dei propri contatti e di reimportarla in Google Gmail. Inoltre, gli utenti potevano collegare il profilo Facebook all'account Gmail in modo da stabilire quali persone fossero registrate anche sul social network. In particolare, utilizzando le API messe a disposizione da Google, ciascun utente di Facebook poteva concedere l'autorizzazione al social network di collegarsi all'account Gmail, estrarre la lista dei contatti e confrontarla con l'elenco degli "amici".

Da qualche ora tutto ciò non è più possibile: Facebook ha chiuso la porta in faccia a Google ed al colosso di Mountain View la mossa non è andata per nulla a genio.

La nota di Google con la quale viene commentato l'accaduto è piuttosto piccata: "disponiamo di un team di ingegneri (il "data liberation team") che si occupano proprio di sviluppare strumenti per l'importazione e l'esportazione dei dati. (...) Non siamo i soli: molti altri siti web permettono agli utenti di importare ed esportare le loro informazioni, contatti compresi, in modo semplice e veloce. I siti web che non consentono questo tipo di operazioni, abbandonano i dati in un vicolo cieco". E dal quartier generale della società guidata da Eric Schmidt si aggiunge: "non permetteremo più l'importazione automatica dei contatti dai servizi Google (per mezzo delle nostre API) da parte di tutti quei siti web che non mettano a disposizione degli utenti analoghe funzionalità" (a proposito di "data liberation", suggeriamo di leggere questo nostro articolo).

Google vede in Facebook un sempre più acerrimo rivale e, assai probabilmente, anche la società di Zuckerberg sta serrando le fila in vista del possibile lancio di un social network "made-in-Mountain View": "Google Me". Sarà una sfida tra titani con Facebook che per il momento guarda tutti dall'alto dei suoi 500 milioni di utenti registrati e Google che potrà contare su circa 176 milioni di utenti che, su base mensile, ricorrono ai servigi del colosso statunitense.


Se Google è stato "tagliato fuori", sotto l'ala di Facebook restano sempre Yahoo Mail, Flickr e Microsoft Hotmail, servizi coi quali il social network ha stretto una solida intesa. Peraltro, ad uso e consumo di chi volesse importare i contatti di Facebook in Gmail, c'è un (laborioso) "tip" da mettere in campo: importando la lista dei contatti su Yahoo Mail o su Microsoft Hotmail quindi esportandola sotto forma di file, si potrà poi reimportarla da Google Gmail.

Google commenta la sua