Sconti Amazon
martedì 26 giugno 2001 di Tiziano Solignani - www.solignani.it 42818 Letture

I nomi di dominio Internet e le procedure di riassegnazione

Il nome di dominio altro non è, a ben guardare, che l'indirizzo, espresso in lettere anziché in cifre numeriche, di un determinato sito internet. Ogni computer connesso alla grande rete è infatti "identificato" da un numero, composto da 4 serie di cifre (ad es. 192.168.0.1), che è poi il famoso indirizzo IP assegnato ad ogni macchina. Ad ogni indirizzo IP corrisponde un nome in lettere, dal momento che per gli utenti la dicitura "www.microsoft.com", ad esempio, è indubbiamente molto più facile da ricordare e digitare di una cosa come "194.140.103.10". Il compito di "risolvere" i nomi di dominio, cioè di controllare a quale numero di indirizzo IP corrisponde il nome richiesto dall'utente, spetta ai DNS (acronimo di domain name server, come abbiamo avuto modo di vedere in altri nostri articoli. Vedere, a tal proposito, la lista degli articoli correlati).
In altri termini, quando un utente vuole collegarsi, ad esempio, al sito www.ilsoftware.it, il suo browser prima di tutto interroga un server DNS, il quale gli dice quale è l'indirizzo IP corrispondente, al quale poi si collega. Dentro ai DNS, insomma, c'è un lunghissimo, veramente sterminato elenco, simile ad una "partita doppia" che riporta da una parte i nomi di dominio e dall'altra gli indirizzi corrispondenti di ciascuno.
Ogni DNS server deve attenersi agli enti di gestione dei nomi di dominio, che esistono in ogni paese. Per gli Stati Uniti, c'è il noto Internic, che gestisce tutti i nomi che finiscono per ".com", ".org", ".net", ".mil". In Italia, c'è il Garr - Nis, che è una emanazione del Centro Nazionale delle Ricerche. Il suo indirizzo Internet è www.nic.it ed esso gestisce, solo ed esclusivamente, i nomi di dominio che terminano con ".it".

Il nome di dominio ha, per tutti coloro che utilizzano Internet in modo avanzato, senza limitarsi a gestire una casella di posta elettronica, ma con un proprio sito web, un'importanza fondamentale. Esso, nel cyberspazio, ha la stessa importanza che ha l'indirizzo di casa o lavoro nella vita reale.
E' fondamentale, infatti, conoscere il nome di un determinato sito per potervi accedere. Spesso, poi, il nome di un certo server coincide con quello di un, più o meno noto, prodotto o servizio o con il nome di una certa società. Da questo punto di vista, il nome di dominio assume le caratteristiche del marchio, dell'insegna, della ditta, insomma tende ad assommare in sé le caratteristiche dei "segni distintivi" non solo delle imprese ma anche delle organizzazioni senza scopo di lucro che operano sulla rete.
Anzi, per la sua forte caratterizzazione e identificazione con le attività che tramite di esso vengono svolte sulla rete, il nome di dominio diventa quasi parte dell'identità dell'ente, singolo o collettivo, che lo utilizza.

Per questi motivi si è, purtroppo, in assenza di regole molto precise in materia diffusa la pratica del "domain grabbing": come dice la parola, la tendenza da parte di alcuni di accaparrarsi nomi di dominio che altri potrebbero avere interesse o addirittura diritto ad utilizzare, per poi rivenderli od affittarli. Un sito internet molto significativo al riguardo, dove sono in vendita o in affitto nomi di dominio, si trova all'indirizzo www.napule.it. I nomi sono catalogati e ordinati per prezzo di vendita o di concessione...

Ovviamente il consiglio migliore al giorno d'oggi è quello di registrare, quando possibile, il nome della propria società o associazione o studio, perché in caso di preventiva registrazione da parte di un altro soggetto potrebbe rivelarsi difficoltoso riottenere il nome.


Buoni regalo Amazon
I nomi di dominio Internet e le procedure di riassegnazione - IlSoftware.it