2062 Letture

I segreti dei protocolli di Windows si aprono al team di Samba

Il lavoro diventa meno gravoso per gli sviluppatori di Samba, implementazione opensource dei protocolli di rete impiegati sui sistemi operativi Microsoft. Il colosso di Redmond, infatti, è obbligato a rendere pubbliche informazioni sui sui protocolli a seguito di un'istanza presentata a Marzo 2004 dinanzi alla Commissione Europea competente in materia di antitrust.
A Luglio 2006, l'Unione Europea richiese a Microsoft il pagamento di più di 280 milioni di euro per non aver fornito la documentazione sui protocolli Windows ai suoi "concorrenti". La società ha poi perso un appello lo scorso Settembre.
Un accordo è stato siglato con il Protocol Freedom Information Foundation (PFIF), organizzazione senza scopo di lucro, che di fatto ha rappresentato il team di svilupo del progetto Samba. Dietro il versamento una-tantum di un corrispettivo pari a 10.000 euro, PFIF potrà così rendere la documentazione Microsoft consultabile da parte di tutti gli sviluppatori opensource, team Samba compreso.
Gli sviluppatori dovranno firmare un accorto con il quale si impegneranno a non redistribuire a terzi la documentazione Microsoft ma sarà a loro permesso la creazione di applicazioni opensource basate su tali informazioni.
Samba è la versione opensource del software per la condivisione di file e stampanti integrato in Windows ed è inserito come componente di base nelle varie distribuzioni Linux. Grazie a Samba diviene quindi semplice condividere informazioni con sistemi Windows.

  1. Avatar
    SurprysE
    05/02/2008 10.44.40
    MA COSA DICI? LE CONOSCENZE DEVONO ESSERE DI TUTTI! E come se ti costringessero a comprare l'auto alla FORD anche se non ti piace, perchè le auto le hanno inventate loro e poi per ripararla devi perforza andare da loro... E TE DEVI SPENDERE MILIARDI PERCHE IL MONOPOLIO E' DELLA FORD!
    BELLO VERO?
  2. Avatar
    orsogrigio
    24/12/2007 00.22.48
    "Ethostèron scrive:
    Se si fossero brevettate tutte le conoscenze passate col c... che avremmo gli elaboratori. Le vulgate utilitariste svuotate della loro complessità hanno prodotto un senso comune desolante.
    Lasciate brevettare le multinazionali che ci pensano loro a noi..."

    Straquoto, guardate cosa succede nel mondo alimentare con le sementi brevettate, e anche se, in linea di principio, se uno ha introdotto un miglioramento è giusto un profitto per un tempo dato e limitato, non è giusto non lasciare spazio di crescita agli altri monopolizzando de facto il mercato come ha fatto MS agendo su uno degli elementi dello sviluppo: lo scambio dei dati tra sistemi diversi.
    Vorrei anche invitare i fans dell'ideologia "chi arriva primo arraffa tutto" a non identificarsi troppo con le multinazionali che la usano per giustificare il loro modo di agire, esse, le multinazionali, non sono umane sono sovraumane e sovranazionali e perseguono scopi che poco hanno a che fare con il benessere della specie
  3. Avatar
    stanco
    22/12/2007 19.23.04
    ma se brevetto lo zero e l'uno divento ricchissimo?
  4. Avatar
    Ethostèron
    22/12/2007 19.19.21
    Se si fossero brevettate tutte le conoscenze passate col c... che avremmo gli elaboratori. Le vulgate utilitariste svuotate della loro complessità hanno prodotto un senso comune desolante.
    Lasciate brevettare le multinazionali che ci pensano loro a noi...
  5. Avatar
    Lettore anonimo
    22/12/2007 18.53.33
    sono anni che il team samba lavora per fare dialogare i sistemi unix con i sistemi microsoft ed è sempre stata osteggiato e costretto a impazzire per potere interfacciare i due s.o.
    Perchè Microsoft ha dovuto aspettare fino ad ora?
    Perchè non ha permesso in passato il dialogo trasparente tra i vari s.o.?
    Giusta quindi e lecita la Comunita Europea ad obbligare MS a rendere pubblici i protocolli.
  6. Avatar
    Ciccino
    22/12/2007 14.38.50
    Microsoft detiene un monopolio "de facto", considerando che il suo cosiddetto sistema operativo è installato su oltre l'85% dei computer mondiali. Di conseguenza, se qualcuno volesse fargli concorrenza e loro dicono: "Noi abbiamo il monopolio e abbiamo brevettato l'acqua calda, perciò facciamo come ci pare", mi sapete spiegare come è possibile procedere? A questo punto, o gli togli il monopolio o gli togli l'acqua calda. Trattandosi di un'azienda americana, l'antitrust europeo non può fare altro che levargli i brevetti sul software e obbligarla a renderli pubblici. Un po' com'è stato fatto con Telecom Italia: "Tu hai il monopolio telefonico italiano? Bene, io che sono l'antitrust ti obbligo a far passare per le tue linee anche la concorrenza che non ha avuto la fortuna di essere stata l'unica a colonizzare tutto il far-west".

    Si tratta semplicemente di dare la possibilità anche gli altri di poter competere in un mercato dove Microsoft fa il bello e il cattivo tempo.

    @logitex - @anonimo
    Pkware ha "inventato" il formato di compressione ZIP e l'ha brevettato (il software non s'inventa, perché è la semplice applicazione di calcoli logici e matematici. Brevettare il software significa impedire agli altri di usare i tuoi stessi principi matematici, già esistenti, non di proteggere invenzioni materiali. Per proteggere il software, il copyright basta e avanza). Fino al decadimento del brevetto, Pkware non ha fatto altro che incassare soldi dalla sua "invenzione", senza migliorarla più di tanto. Al decadimento del brevetto, il codice di PKZIP è stato reinventato da altri che l'hanno migliorato al punto tale che adesso esistono varianti in grado di comprimere anche fino a 10 volte in più rispetto al formato originale (7-zip). Come vedi, il software non può essere mai definito invenzione e blindarlo con un brevetto significa soltanto rallentare il progresso.
  7. Avatar
    logitex
    22/12/2007 13.24.59
    se gli altri non sono in grado di fare di meglio devono soltanto darsi colpa e non lamentarsi.
    tutti possono diventare grandi usando le invenzioni degli altri.
  8. Avatar
    Lettore anonimo
    22/12/2007 13.20.24
    Assurdo. Se qualcuno inventa qualcosa che gli rende il primo posto non deve niente a nessuno. Troppo semplice aspettare gli altri e poi copiare il loro progetto. Se non sono capaci di dare qualcosa di migliore al pubblico è solo colpa loro.
I segreti dei protocolli di Windows si aprono al team di Samba - IlSoftware.it